Archive | aprile, 2012

Lasagne asparagi e prosciutto cotto nascosto.

20 Apr

La maggior parte delle volte bastano pochi ingredienti per ottenere un buon piatto: è inutile “pasticciare” michiando di tutto un po’ perche spesso si ottengono risultati dove tutti i sapori sono mescolati e il gusto, va da sè, si è appiattito…….E’ molto meglio, quindi, utilizzare pochi ingredienti, di ottima qualità (non mi stancherò mai di dirlo: ingredienti scadenti danno vita ad un piatto scadente, anche al miglior cuoco….) e che se ne senta il sapore!!!!

Questi sono i motivi prncipali, per esempio, perchè non amo saltare in padella gli asparagi prima di utilizzarli per le mie lasagne: l’asparago è assolutamente meraviglioso e quello di stagione dura così poco….troppo poco……! E allora è importante goderne appieno il sapore, senza michiarlo ad un soffritto il quale, anche se ben fatto, ne modificherebbe comunque il sapore originario!!

Se vogliamo aggiungere un tocco in più….bene allora possiamo farlo nella besciamella, aromatizzandola con del prosciutto cotto per esempio, o con qualsiasi altro sapore vi piaccia e, naturalmente, si armonizzi con gli asparagi.

In questo modo si otterrà un piatto equilibrato, semplice, delicato, ma con quel tocco in più!

Per una teglia per 8 persone circa:

  • 2 mazzi di asparagi (un kilo circa) lavati e puliti (eliminate le parti più dure)
  • acqua q.b.
  • 1 litro di latte intero
  • 30-50 g di burro a seconda di quanto la volete fare ricca, più q.b. per imburrare la teglia
  • 70 g di farina 00
  • sale q.b.
  • noce moscata q.b. se vi piace, a me non piace e non la metto……..
  • 200 g di provola dolce tritata finemente col mixer
  • 150 g di prosciutto cotto tritato finemente con il mixer
  • sale q.b.
  • 1 confezione di lasagne fresche molto sottili già pronte per andare in teglia
  • parmigiano grattugiato q.b.
  1. Cuocete a vapore gli asparagi fino a quando saranno teneri, ma non sfatti e lasciateli raffreddare. Teneteli da parte.
  2. Preparate la besciamella mettete in un pentola il burro e fatelo sciogliere;  aggiungete a questo punto la farina setacciata  e cuoctee il tutto per qualche minuto, mescolando continuamente ed evitando di far prendere colore o far attaccare il composto: vale a dire non abbandonate quello che state facendo al suo destino, sono solo pochi minuti!!
  3. Ottenuto quello che i francesi chiamano  “il roux”, togliete il pentolino dal fuoco e aggiungete  il latte caldo  mescolando il tutto con un cucchiaio di legno.
  4. Rimettete  il pentolino sul fuoco e fate cuocere a fiamma bassa finchè la salsa comincerà a bollire.
  5. A questo punto aggiungete il sale e, se volete, la noce moscata .
  6. Coprite il pentolino con un coperchio e fate cuocere la besciamella, sempre a fuoco basso, per 15 minuti, il tempo necessario per far addensare la salsa, mescolando di tanto in tanto.
  7. A questo punto, quando la besciamella sarà bollente, aggiungete la provola ed il prosciutto cotto<: mescolate energicamente per far sciogliere gli ingredienti.
  8. Cominciate con la preparazione delle vostre lasagne: imburrate una teglia da forno e appoggiatevi sopra i fogli di pasta: coprite con uno strato sottile di besciamella.
  9. Cospargete di gambi di asparagi tagliati a rondelle sottili. Ricoprite con i fogli di pasta e via di seguito, fino ad esaurimento degli ingredienti: per ultime andranno posizionate le punte degli asparagi che verranno cosparse di parmigiano.
  10. Cuocete in forno a 200° (non ventilato) per 20-30 min. circa e servite!! Buon appetito!!

Torta di mele e mandorle gluten free!!!!

17 Apr

Le torte gluten free non lievitano molto perchè le farine utilizzate sono deboli: è per questo che rimangono sempre un po’ bassine…..ma perchè non  farne un vantaggio anzichè uno svantaggio?

Se si fa una torta di frutta, fresca e secca, allora non è più così importante che sia alta no? L’importante, in questo caso, è che sia ben umida all’interno e che gli ingredienti siano equilibrati tra loro.

Vi propongo quindi questo dolce che a noi è piaciuto molto: è una vera torta di mele, senza compromessi, davvero interessante, se invece non siete interessati al gluten free, o non ne avete bisogno, potete sostituire la farina per celiaci con la farina 00.

Per 2 tortine piccole o una torta grande:

  • 100 g di burro morbido
  • 100 g di zucchero a velo
  • 4 uova
  • 1 fialetta di estratto di vaniglia o una stecca di vaniglia (i semi interni) , io uso un estratto naturale.
  • 100 g di farina per celiaci o fecola di patate
  • 1 bustina di lievito
  • 40 g di mandorle pelate e tritate fini, o farina di mandorle
  • 2 mele golden pelate e tagliate a dadini
  1. Lavorate con una frusta elettrica il burro con lo zucchero e, quando saranno ben amalgamati, unite i tuorli (solo i tuorli) uno per volta incorporandoli con attenzione.
  2. Aggiungete la vaniglia, le farine e il lievito: mescolate fino a quando non avrete ottenuto un composto omogeneo.
  3. Unite le mandorle e le mele: mescolate di nuovo e tenete da parte.
  4. A questo punto montate gli albumi a neve ben ferma e uniteli al composto tenuto da parte lavorando con la spatola dal basso verso l’alto o smonterete gli albumi! (Non mescolate mai in tondo)
  5. Versate il composto in una tortiera da 24 cm. o due tortiere da 20 cm. ben imburrate.
  6. Cuocete in forno caldo non ventilato a 200° per 30 min. se avete scelto di cuocere due tortine piccole, 40 min circa se ne state cuocendo una grande.
  7. Fate la prova stecchino: se funziona sfornate, lasciate raffreddare e servite!

Il ciambellone di casa con la crema al mascarpone.

14 Apr

Piove piove piove………….ma a me, son sincera, non dispiace troppo……prima di tutto la terra ne aveva proprio bisogno non siete d’accordo? Già penso alle piantine di aromatiche che abbiamo interrato la settimana scorsa in campagna e che sicuramente stanno beneficiando, nel loro periodo di adattamento, di queste “innaffiature biologiche”….!

E poi….boh…io penso che per il, caldo ci sia ancora tempo: godiamoci questa variabilità che ci aiuta ad uscire dall’inverno in modo più graduale!!! E ci dà ancora la possibilità di usare il forno senza tanti problemi……così come ho fatto io oggi per proporvi una torta semplicissima, di quelle da mangiare, o da offrire, sia con il tè che con il latte….insomma un passepartout, ma col trucco…..! Se poi volete impreziosirla un po’….beh allora servitela come farò io: con accompagnamento di crema al mascarpone e voilà!!

Per un ciambellone stile plum cake, ma potete usare qualsiasi stampo, anche quello col buco in mezzo che fa tanto rustico:

  • 5 uova
  • 320 g di zucchero
  • 1 bicchiere di latte
  • 400 g di farina 00
  • 1 bustina di lievito per dolci
  • 40 g  di burro morbido
  • 250 g di mascarpone
  1. Montate a neve gli albumi di 4 uova, fino a che non saranno sodi, ma non troppo e tenete da parte.
  2. In un’altro contenitore, unite 250 g di zucchero a 4 tuorli e montateli fino a quando non avranno cambiato colore diventando chiari e spumosi.
  3. Aggiungete il latte e mescolate, poi unite a poco a poco  la farina setacciata e il lievito.
  4. A questo punto unite  anche il burro e continuate a mescolare .
  5. Aggiungete lentamente  e con molta attenzione le chiare montate lavorando dal basso verso l’alto: non mischiate mai in cerchio o le chiare si smonteranno!!
  6. Riempite con  il composto  uno stampo  imburrato e cuocete in forno caldo a 180° per 40 minuti circa.
  7. Nel frattempo preparate la crema al mascarpone: montate in un contenitore l’uovo rimasto con i 70 g di zucchero: se avete una frusta elettrica è molto meglio perchè vanno montati per almeno 6-7 min. energicamente.
  8. Sempre mescolando, aggiungete il mascarpone a cucchiaiate, un poco alla volta, e continuate a lavorare fino a quando tutto il formaggio non sarò stato ben amalgamato.
  9. Sfornate la torta, lasciatela raffreddare e servitela con la crema.
  10. Deliziosa.

Torta zucchine e pinoli gluten free per celiachia

9 Apr

Buongiorno!

Oggi (e anche la prossima volta) vi voglio proporre una torta salata buonissima che ho impastato gluten free, ma che con una farina 00 può essere benissimo preparata per tutti.

La celiachia, lo sappiamo, è l’intolleranza al glutine e quindi richiede, per chi ne soffre, preparati assolutamente senza glutine che si trova nella farina 00, nella manitoba, ma per esempio non nella farina di mais e di riso, o di grano saraceno. Anche i pinoli, così come tutti i tipi di frutta secca, essiccata o sciroppata (se non è stata infarinata con farine non concesse) vanno bene e così ho deciso per questa torta salata che è assolutamente fantastica.

Tutti i tipi di paste non lievitate gluten free mi vengono benissimo con farine per celiaci (utilizzate come faccio io i mix di farine già preparati dela Schar, sono ottimi), non ho ancora provato i lievitati perchè sono un po’ complicati….le farine senza glutine sono  deboli, lievitano a fatica……ma ci proverò!

Per una torta di 19-20 cm. di diametro perfetta per 4 piccole porzioni o 2 abbondanti:

Per preparare la pasta:

  • 120 g di farina gluten free
  • 80 g di burro che avrete lasciato nel congelatore per 30 min.
  • 50 g di acqua che avrete lasciato nel congelatore per 30 min. per cui molto fredda

Per il ripieno:

  • olio extravergine di oliva q.b.
  • uno spicchio di aglio
  • 2 zucchine lavate e tagliate a rondelle
  • sale q.b.
  • 40 g di pinoli, tostati ma anche al naturale
  • 30-40 g di provola dolce a pezzetti
  • 2 uova
  1. Impastate velocissimamente gli ingredienti per la pasta senza lavorarli troppo: la pasta non deve scaldarsi o dopo la cottura risulterà dura: questo passaggio è importantissimo.
  2. Quando avrete ottenuto una bella palla burrosa, ma consistente, mettetela a riposare in frigorifero, così si raffredda ancora un po’.
  3. Dopo 30 min. rivestite uno stampo da 19-20 cm di diametro con la pasta tenendo alti i bordi e rimettete in frigorifero in fresco.
  4. Procedete con la peparazione del ripieno: fate trifolare le zucchine in una padella con poco olio e uno spicchio d’aglio, fino a quando saranno tenere, ma non sfatte. Salate, togliete l’aglio e buttatelo.
  5. Tirate fuori dal frigorifero la vostra tortiera rivestita di pasta e ricopritene il fondo con i pinoli.
  6. Aggiungete le zucchine trifolate e ben scolate (meglio ancora se cotte il giorno prima).
  7. Irrorate con il composto di uova e formaggio .
  8. Cuocete in forno a 200° per 30 min. circa e, se necessario, passate pochi minuti sotto il grill per colorire.
  9. Buon appetito!!!
culturesgroup

Fermentation • Preservation • Cooking • Cultures • Aspergillus

Fables de Sucre

Fables de Sucre, il blog a quattro mani di Claudio e Eva, che raccontano favole dolci e qualche volta salate, e storie di Casa Fables fatte di amore per la cucina e il cibo

Cooking Loving Sharing

dentro e fuori la cucina

Con Un Poco Di Zucchero

Quel che accade nella cucina di una food blogger

Maria Cristina's Kitchen

Il gusto della buona cucina

ci vuole passione

ViaggiandoMangiando

ci vuole passione

feel free, naturalmente, gluten free

Il buon cibo è anche gluten free

la gelida anolina

ci vuole passione

ci vuole passione

Ecocucina

Laboratorio di ricette per una cucina a costo e impatto (quasi) zero

Associazione La Trottola

... La Bottega delle Cose di Casa d'Altri

Con le mani in pasta

Diario culinario di una mamma metà cuoca, metà contadina

Anice&Cannella

ci vuole passione