Archivio | America Latina RSS feed for this section

Buenos Aires: arrivederci.

1 Ott

Quello a Buenos Aires sarà senz’altro un arrivederci: le sue strade, i suoi locali, la sua gente mi hanno conquistata.
Prima di partire ho fatto una gita a San Isidro prendendo il treno del mare, un trenino lindo lindo che costeggia il fiume (il mare a dire la verità non c’è, c’è invece il fiume Tigre che ha uno dei tre delta più grandi del mondo).
I paesini sul fiume sono deliziosi, piccoli, puliti e molto, molto tranquilli.
Ho navigato sul delta con una delle loro barche, anche se non si è potuto fare molto perchè il livello dell’acqua era molto basso: 50 cm soltanto con pochi tratti di un metro.
Ho visto dove gli argentini trascorrono il loro finesettimana: case di legno curatissime e colorate che sembra di essere in Norvegia, tutte sulla riva del fiume, intervallate da clubs privati e pubblici, pieni di ogni struttura per il tempo libero.
Mi ha colpita particolarmente l’acqua del delta: di un marrone ocra che non avevo mai visto, dovuto ai sedimenti che il fiume si porta dietro nel suo lungo corso.
Ho visto anche il mercato della frutta, il cimitero delle navi e varie residenze da favola restaurate dallo Stato e trasformate in musei o centri culturali.
Ma dove è finita l’Argentina di 10 anni fa, quella in crisi, quella del default economico?
Svanita nel nulla, qui c’è aria di rinnovamento, di progresso e di riscatto totale.
Se la vecchia Europa avesse anche solo la metà di questo spirito………..
Arrivederci Argentina.

Buenos Aires il fascino poliedrico.

27 Set

Buenos Aires è una città unica, si passa da un quartiere all’altro e ci si trova in mondi, ma che dico, universi diversissimi tra loro.
Sono stata a Palermo, la zona dove gli immigrati italiani si sono insediati quando tutto è iniziato: una meraviglia di quartiere.
Fino a qualche anno fa erano garage, officine e gente che sbarcava il lunario, ora sembra Brera, ma anche il Marais di Parigi, ma anche Chelsea di Londra, ma anche il Village di New York.
Negozi trendissimi con nomi divertenti come “calma Chica” (stai calma ragazza), ristoranti alla moda, strade pulite e case deliziose.
Poi sono stata alla Boca, il quartiere dove Buenos Aires è iniziata, dove sono sbarcati i primi e lì sono rimasti… Dove le case sono in lamiera ondulata e sono tutte colorate, ma ogni pezzo di colore diverso perchè per pitturarle sono state usate le vernici che avanzano dalle barche….e dove non è consigliabile uscire dai percorsi canonici perchè è pericoloso e lo è veramente a vedere le case stile favela che ci sono subito intorno….
E poi sono andata a Recoleta, la parte elegante, quella ricca, ma non esageratamente ricca: quella è porto Madeira.
Ma di Recoleta vi parleró domani o dopo, perché lí c’è il negozio dei miei amici Vittorio e Dario (nella foto).
Che dire? Sono affascinata.

Buenos Aires: una scoperta bellissima

26 Set

Buenos Aires e’ una citta’ accogliente, colorata e vivacissima.
E’ molto facile da girare perche’ per la maggior parte costruita su uno schema di strade e vie perpendicolari e parallele tra di loro, come New York per intenderci, per cui e’ molto difficile perdersi.
I suoi quartieri sono diversissimi tra loro, ma tutti con una personalita’ dirompente: il centro e’ sempre affollatissimo e pieno di turisti con negozi aperti tutti i giorni, San Telmo e’ la parte vecchia, liberty, con case a due piani assolutamente deliziose e cortili che si aprono ai curiosi (come me….) e svelano architetture magnifiche, e poi con il suo mercatino della domenica ricchissimo di modernariato di qualita’.
La domenica, poi, ad una cert’ora il mercatino comincia a sbaraccare e le coppie iniziano a ballare il tango nelle piazze e tra le vie: un’esperienza davvero unica!
Plaza de Majo e’ grande e piena di storia e Avenida de Majo e’ un susseguirsi di palazzi ben tenuti che, mi raccontavano Vittorio e Dario i miei angeli custodi, all’inizio del ‘900 sono stati copiati, e a volte anche portati letteralmente, da Parigi….!
Oggi visiteremo Palermo, la parte modaiola, e la Boca, la parte invece piu’ vecchia e sono certa che sara’ una piacevolissima giornata!

culturesgroup

Fermentation • Preservation • Cooking • Cultures • Aspergillus

Fables de Sucre

Fables de Sucre, il blog a quattro mani di Claudio e Eva, che raccontano favole dolci e qualche volta salate, e storie di Casa Fables fatte di amore per la cucina e il cibo

Cooking Loving Sharing

dentro e fuori la cucina

Con Un Poco Di Zucchero

Quel che accade nella cucina di una food blogger

Maria Cristina's Kitchen

Il gusto della buona cucina

ci vuole passione

ViaggiandoMangiando

ci vuole passione

feel free, naturalmente, gluten free

Il buon cibo è anche gluten free

la gelida anolina

ci vuole passione

ci vuole passione

Ecocucina

Laboratorio di ricette per una cucina a costo e impatto (quasi) zero

Associazione La Trottola

... La Bottega delle Cose di Casa d'Altri

Con le mani in pasta

Diario culinario di una mamma metà cuoca, metà contadina

Anice&Cannella

ci vuole passione