Tag Archives: Italy

Torta pere e cioccolato, ma morbida!!

23 Nov

Buongiorno!!

La torta pere e cioccolato mi piace molto, preferisco la versione morbida alla crostata…la trovo più versatile e ve la passo volentieri, se non altro per darvi l’opportunità di sentire il suo profumo in cottura: una favola!!!

Per 6-8 persone:

  • 2-3 pere sbucciate e tagliate a spicchi
  • il succo di un’arancia
  • 100 g di burro morbido (più q.b. per imburrare la tortiera)
  • 3 uova
  • 200 g di zucchero
  • 1 vasetto di yogurt intero
  • 80 g di latte
  • 1 tazzina di caffè amaro
  • 90 g di farina di riso
  • 230 g di farina 00
  • 1 bustina di vanillina
  • 80 g di cacao amaro in polvere
  • 1 bustina di lievito
  • un pizzico di sale
  1. Bagnate le pere con il succo di arancia e tenetele da parte.
  2. Lavorate il burro con le uova e lo zucchero per alcuni fino ad ottenere una crema.
  3. Aggiungete lo yogurt, il latte ed il caffè (freddo), mescolate con cura.
  4. A questo punto unite le farine, la vanillina, il cacao e il lievito. mescolate di nuovo.
  5. Aggiungete il pizzico di sale e le pere, mescolate con attenzione fino a che il tutto non sarà ben amalgamato.
  6. Versate il composto in una tortiera precedentemente imburrata (di 24-26 cm. di diametro) e cuocete in forno a 180° per 45-50 minuti fino a quando non sarà cotta alla prova stuzzicadente.
Annunci

Lo stinco di maiale al forno con patate.

3 Nov

 

Lo so….sono un po’ latitante in queste ultime settimane….non me ne vogliate, sto producendo marmellate, oli aromatici, dadi, chutney e sottoli per Natale e tutto ciò richiede davvero una marea di tempo!!!

Oggi però vi passo la mia ricetta segreta dello stinco di maiale. Io adoro anche lo stinco di vitello, ma quest’ultimo ha un solo difetto: è grande e necessita sia di un tempo molto lungo, che di un numero di commensali nutrito….per cui accontentiamoci ( si fa per dire!) di quello di maiale.

Io me lo faccio tagliare in due per il lungo dal macellaio, così mi basta un poco meno di un’ora per prepararlo ed è già porzionato: vi consiglio di fare la stessa cosa.

Per 4 persone:

  • 2 stinchi di maiale tagliati a metà (per ottenere 4 mezzi stinchi tutti uguali)
  • 4 spicchi di limoni confit e il loro sale grosso
  • olio extra vergine di oliva
  • aghi di rosmarino q..b
  • un bicchiere di vino banco secco buono
  • 6 patate sbucciate e tagliate a cubotti, precedentemente bollite in acqua salata
  1. Rotolate per bene i quattro mezzi stinchi nel sale grosso, badabdo bene che si salino da tutte le parti.
  2. Appoggiateli a questo punto   su una pirofila precedentemente unta con poco olio.
  3. Cospargeteli con i limoni precedentemente tagliati a cubetti molto piccoli e con gli aghi di rosmarino.
  4. Infornate in forno caldo a 180-200° per 20 minuti.
  5. A questo punto, aprite il forno, bagnate lo stinco con il sughetto dal vino, unite le patate, abbassate la temperatura del forno se il vostro stinco è già bello rosolato e portate a fine cottura, bagnando di tanto in tanto con il suo sugo.
  6. Non dovreste superare l’ora di cottura, anche se dipende dalla grandezza degli stinchi.
  7. Servite subito: attenzione, lo stinco non è buono riscaldato………..

Trattoria della Gloria: un indirizzo prezioso.

18 Ott

 

 

Ci sono posti che sorprendono per la loro semplice linearità, che poi è anche il loro punto di forza.

Questo ristorante è una meraviglia con l’accoglienza di Carmine che ti fa subito sentire a casa e la cucina di Gloria, la moglie, così pulita e priva di fronzoli, ma confezionata con ingredienti di primissima qualità.

Abbiamo mangiato dei piatti cucinati davvero molto bene,  Le linguine di Gloria al pesto di Cetara e colatura di Alici (presidio slow food) sono fantastiche, ma anche la parmigiana di cardi, che io adoro……, era ben fatta. Abbiamo visto passare anche delle mozzarelle strepitose…., abbiamo assaggiato la catalogna saltata col peperoncino e l’indivia con cannellini e olive…..insomma qui nulla è lasciato al caso.

La torta poi…..un’esperienza: un dolce al cioccolato che si scioglieva in bocca e che è una ricetta proprio di Gloria.

Il menù segue rigorosamente la stagione, nella migliore delle tradizioni! L’ambiente è accogliente e rilassato….e il conto lascia veramente soddisfatti perchè il rapporto qualità-prezzo non delude, anzi sorprende.

Non lasciatevelo scappare, vale una visita, con gli amici o in coppia, ma anche con la famiglia.

TRATTORIA DELLA GLORIA – VIA PICHI 5  (ANGOLO VIA BORSI)- TEL. 02 45474710   chiuso la domenica

Filetti di pesce in dadolata di melanzane. Fish fillets with eggplant cubes.

23 Lug

Buongiorno!!!

Le melanzane in questo periodo sono una meraviglia: lucide, pastose e con l’interno bianchissimo.

Ho pensato di cucinarle con il pesce, un abbinamento un poco insolito, ma che mi ha soddisfatto moltissimo, l’ho trovato gustoso e, appunto, un po’ diverso. Ve lo consiglio assolutamente!

Per 4 persone:

  • olio extravergine di oliva q.b.
  • 1 melanzana grande o due più piccole, tagliate a dadini piccoli piccoli
  • sale q.b.
  • maggiorana fresca q.b.
  • 4 filetti di pesce del tipo che vi piace di più: orata, branzino, ricciola etc……
  • vino bianco secco mezzo bicchiere
  1. Scaldate in una pentola l’olio e fatevi saltare a fuoco vivace i dadini di melanzana aggiungendo un poco di acqua se necessario: salateli, aggiungete la maggiorana  e continuate la cottura.
  2. Quando saranno ben dorati, toglieteli dalla pentola lasciando il loro sughetto e mettetevi il pesce.
    Eggplant

    Image via Wikipedia

  3. Cuocetelo, sempre a fuoco vivace bagnandolo con il vino di tanto in tanto, fino a quando non saranno cotti.
  4. Serviteli su un piatto da portata, ricoperti dai dadini di melanzana.
  5. E voilà!
I thought of cooking eggplants with fish, a somewhat unusual combination, but I think it’s great, I found it tasty and, indeed, a little ‘different. I recommend it absolutely!Serves 4 persons:

  •      Extra virgin olive oil q.b.
  •      1 large or two smaller eggplant, cut into very small cubes
  •      Salt to taste
  •      Fresh marjoram to taste
  •      4 fillets of fish of the kind that you like best: sea bream, sea bass, amberjack, etc. ……
  •      ½ cup dry white wine

1. Heat the oil in a saucepan over medium-high heat and sautè the diced eggplant adding a little water if necessary: add salt, add the marjoram and continue   cooking.
2. When they are golden brown, remove them,  leaving their sauce into the pan and put the fish.
3. Cook, still over medium-high heat adding the wine from time to time, until they are cooked.
4. Serve on a platter, covered by the cubes of eggplant.
5. And voila!

ravanellocurioso

Chef Anarco Vegan

culturesgroup

Fermentation • Preservation • Cooking • Cultures • Aspergillus

Fables de Sucre

Fables de Sucre, il blog a quattro mani di Claudio e Eva, che raccontano favole dolci e qualche volta salate, e storie di Casa Fables fatte di amore per la cucina e il cibo

Cooking Loving Sharing

dentro e fuori la cucina

Con Un Poco Di Zucchero

Quel che accade nella cucina di una food blogger

Maria Cristina's Kitchen

Il gusto della buona cucina

ci vuole passione

ViaggiandoMangiando

ci vuole passione

feel free, naturalmente, gluten free

Il buon cibo è anche gluten free

la gelida anolina

ci vuole passione

ci vuole passione

Ecocucina

Laboratorio di ricette per una cucina a costo e impatto (quasi) zero

Associazione La Trottola

... La Bottega delle Cose di Casa d'Altri

Con le mani in pasta

Diario culinario di una mamma metà cuoca, metà contadina

Anice e Cannella

ci vuole passione