Tag Archives: basilico

Risotto fiori di zucca, zafferano e basilico. Zucchini flowers, saffron and basil risotto.

6 Giu

Buongiorno!

Anche oggi ho pensato ad un bel risottino primaverile e colorato con i fiori di zucca che ne dite? Ma prima parliamo un poco dei fiori di zucca: lo sapevate che contengono molta vitamina A, sono diuretici e rinfrescanti e molto digeribili (a patto ovviamente di cucinarli senza grassi)?

Qualche consiglio prima di comprarli: controllate che abbiano un colore vivo e che siano aperti, state anche attenti che i petali non siano arricciati. Petali e gambi devono essere integri e sodi!

Li potete conservare  in frigorifero nello scomparto della frutta e verdura: essendo molto delicati non si mantengono a lungo, quindi consumateli entro 1-2 giorni dall’acquisto!

Per 4 persone:

  • Misto per soffritto surgelato 1 cucchiaio o, se preferite, non più di 50 g. di misto carota-sedano-cipolla tritati
  • 30 g. di olio extravergine di oliva
  • 200 g. di zucchine tagliate a pezzetti piccolissimi
  • sale q.b.
  • 200 g. di fiori di zucca puliti e tagliati in quattro
  • 320 g. di riso Carnaroli (18 min. di cottura)
  • 1 bicchiere di vino bianco secco (circa 120-150 g.)
  • 600 g. circa di brodo vegetale o acqua e dado vegetale
  • 1 bustina di zafferano
  • 70 g. di parmigiano grattugiato
  • 1 manciata di foglie di basilico, lavate, asciugate e tagliate a pezzi manualmente
  1. Fate un bel soffritto con l’olio e le verdurine, senza farlo bruciare mi raccomando, anzi meglio un po’ stufato.
  2. Aggiungete le zucchine e fatele insaporire per qualche minuto:  salate moderatamente.
  3. Unite un terzo dei fiori di zucca e il riso e fate rosolare per bene così si chiudono i chicchi e non esce il buono, (un minutino basta).
  4. Sfumate con il vino bianco a alzate il fuoco per un paio di minuti, così tutto l’alcool se ne va, voi continuate però a mescolare.
  5. Unite, un poco alla volta,  il brodo in cui avrete fatto sciogliere lo zafferano:  caldissimo mi raccomando o fermerete la cottura!!!
  6. Continuate a cuocere per almeno 10 min. sempre mescolando, alla fine unite i rimanenti fiori di zucca.
  7. Proseguite per 3 min. circa, poi assaggiate di sale e controllate la cottura.
  8. Unite il parmigiano e il basilico, mescolate e servite subito.
  9. E’ proprio buono!!

Hello!
Even today I thought about a beautiful and colorful spring risotto with zucchini flowers, what do you think? But first let’s talk a little about the zucchini flowers: did you know that they contain plenty of vitamin A, and diuretics are refreshing and easily digested (as long to cook without fat of course)?

Some advices before you buy them: they must have a bright color and be open: be aware that the petals are not curled. Petals and stems should be intact and firm!

You can store them in the refrigerator compartment of fruit and vegetables;  being very sensitive do not keep them long, so eat them within 1-2 days of purchase!

4 servings:

  • 2 tbsp of extra-virgin olive oil
  • 2 tbsp of skinned and minced onion + carrot + celery, even defrost
  • 200 g. zucchini cut in very small cubes
  • salt to taste
  • 200 g. zucchini flowers cut in four parts
  • 320 g. Carnaroli rice (cooking time 18 min.)
  • 1 glass of dry white wine (120-150g.)
  • 600 g. vegetable broth or water and vegetable stock cube
  • saffron to taste
  • 70 g. grated parmesan cheese
  • 1 handful of basil leaves, cut by hand
  1. Heat the oil in a saucepan over medium heat.
  2. Add the vegetable mix and cook it until translucent, about 5 min.
  3. Add the zucchini and sauté for 5 min. Season with a little salt.
  4. Add the rice and one-third of zucchini flowers, stir until the rice is well-coated and opaque (this step takes one min. and cooks the starchy coating)
  5. Stir in the wine and cook until the alcohol has evaporated ( a couple of min.)
  6. Add the broth a little at a time and the saffron:  allow the rice to absorb each addition of broth before adding more and keep going until the rice has absorbed the liquid.
  7. After 10 min. add the remaining zucchini flowers.
  8. After 3 more min. taste the salt and the cooking point.
  9. Add the cheese and the basil, continue until cooked through and serve.
  10. It’s really delicious.
Annunci

Il pesto di melanzane di Gianluca. Gianluca’s eggplant pesto.

11 Apr

Gianluca è un mito ai fornelli. Si capisce subito quando si entra nella sua cucina: bellissima, stra funzionale e molto, molto vissuta: insomma si vede che lui cucina davvero.

L’altra sera sono stata a cena da lui ed è stata una festa, ottime ricette, ma questa del pesto di melanzane, che Gianluca, generoso come tutti quelli che cucinano bene e sono solo contenti di condividere le loro specialità, mi ha passato, è super.

Velocissima, le melanzane le potete cuocere anche il giorno prima se non avete tempo, come ho fatto io, le mettete in forno e le dimenticate (non per sempre però…..).

Per 500 gr. di pasta:

  • 2 melanzane lunghe e cotte in forno a 180° per 40 minuti fino a quando sono morbide.
  • 80 gr. di pinoli
  • 50 g. di basilico (le foglie) lavate e asciugate, anche se la ricetta del pesto le prevederebbe solo pulite con un panno umido….
  • 80 .g. di parmigiano
  • sale q.b
  • olio extravegine di oliva q.b.
  1. Pelate le melanzane e mettetele dentro al boccale del mixer….(lo so, i liguri appena sentiranno pesto e mixer scapperanno inorriditi…..ma col mortaio proprio no, non ce la faccio….)
  2. Aggiungete i pinoli, il basilico e il parmigiano, salate e tritate con il mixer, ma senza esagerare o il formaggio si scalderà e vi verrà fuori un pastone….orribile.
  3. A questo punto aggiungete con le lame in movimento l’olio di oliva a filo fino a quando non avrete ottenuto una consistenza cremosa: proprio quella del pesto appunto, ma non troppo morbida.
  4. Cuocete la psata, scolatela e conditela con questa favola di pesto allungato da un poco di acqua di cottura.
  5. Da leccarsi le dita!!!!

Gianluca is one of my friend and I’ve been invited for dinner recently: such a gorgeous experience!!!!

His kitchen is perfect, professional and handy: amazing to see! It always says: I’m the kitchen of a very good cook and this is his eggplant pesto, simply marvellous.

Basil leaves (Ocimum basilicum).

Image via Wikipedia

For of pasta:

  • 2 eggplants (aubergines) cooked in oven at 375° F for 40 minutes, until they are soft.
  • 2 cups fresh basil leaves
  • 1/2 a cup  pine nuts
  • 1/2 a cup freshly grated parmesan cheese
  • salt to taste
  • extra virgin olive oil to taste
  1. Start peeling the eggplants.
  2. Put them into the food processor and add  basil leaves. Once this is loosely chopped add more basil, chop some more, add the rest of the basil, chop some more.
  3. At this point the basil and eggplant should be a very fine mince. Add about half the pine nuts, chop. Add the rest of the pine nuts, chop. Add half of the Parmesan, chop. Add the rest of the Parmesan, and chop.
  4. With the motor running, gradually add the oil in a thin steady stream until well combined and  until you do not get a creamy sauce, but still thick.
  5. You can set this aside or place it in the refrigerator until you are ready to use it.
  6. Cook pasta and serve with pesto sauce thinned  with a splash of pasta water for more coverage with
  7. Serve: it’s wonderful.

Il mio pesto con il trucco……. My pesto with the trick…..

5 Apr

Buongiorno!!! Tutto bene stamattina…??? Io domani vado a New York e voi troverete, nei prossimi giorni, ricettine che ho postato in anticipo per voi e anche qualche cronaca della mia vita americana, ma di questo vi racconterò quanto prima, oggi invece vi voglio raccontare il mio pesto.

Il mio pesto è fatto con il mixer e di questo mi scuso con i puristi, tuttavia a casa mia si preparano quantità industriali di pesto e se dovessi farlo tutto con il mortaio…..aiuto…..per cui faccio di necessità virtù….e sono sicura che anche voi fate la stessa cosa……..

Utilizzo però un paio di trucchetti che lo rendono un poco speciale, poca roba per carità, ma…come dire….quei piccoli accorgimenti che fanno la differenza….perchè il vostro pesto sia speciale e vi faccia fare un figurone!!!! Il burro serve per avere un pesto ancora più cremoso, il ghiaccio per un risultato verdissimo!!!!

Per 4 persone:

  • 4-5 mazzetti di basilico freschissimo, lavato e asciutto
  • 2 cubetti di ghiaccio
  • 1 cucchiaio di pinoli
  • 3 cucchiai di parmigiano grattugiato
  • 3 cucchiai di pecorino grattugiato
  • sale q.b.
  • 1 bicchiere di olio extravergine di oliva
  • 1 noce di burro
  1. Mettere il basilico e il ghiaccio nel mixer e tritare a velocità bassa.
  2. Aggiungere pinoli, formaggi, sale e metà dell’olio: tritare con il mixer a velocità media.
  3. Sempre a velocità media, aggiungere a filo il rimenente olio (un poco per volta)
  4. Salare e aggiungere il burro: tritare ancora fino a quando la salsa non sarà ben cremosa.
  5. Condire la pasta allungando il pesto con un poco della sua acqua di cottura.
  6. L’eventuale pesto in eccesso, si conserva in frigorifero in un barattolo ricoperto d’olio.

Good morning!! Making a pesto sauce with the mixer could shock many italian gourmets as the traditional way of making pesto and still the best way is with mortar and pestle……but nowadays it’s difficult to have the time (and the will) to prepare  it with them …..so let’s simplify and get a good pesto made with the food processor, but  creamy thanks to the butter (first trick) and very green thanks to the ice (second trick)!!!

I usually make a batch of pesto, I keep some in the refrigerator and freeze a bunch in ice-cube trays. When frozen, I re

Mortar and pestle

Image by cookipediachef via Flickr

move them from the trays and store them frozen in zip lock bags. This way whenever I need a quick pasta meal or I want to add some flavor to one of my soups, I have my supply. Plus,  the price of basil during the summer compared to wintertime makes freezing a batch worth the effort!!!

Serves 4:

  • 3 cups fresh basil leaves without stems, cleaned.
  • 2 ice cubes
  • 1 cup extra virgin olive oil
  • 1 tablespoon pine nuts (pignolia)
  • 1/2 cup Parmesan cheese grated
  • 1/2 cup pecorino cheese grated
  • 1 dash salt
  • butter to taste
  1. Add the basil leaves and the ice to the food processor and mince.
  2. Next, add  pine nuts to the bowl of the processor.
  3. While the processor is running, slowly drizzle in some olive oil through the feed tube until all the ingredients are pureed.
  4. You may need to stop the processor at this point and scrape down the sides with a rubber spatula to get every mixed together.
  5. Now add Parmesan and pecorino cheese and the remaining oil and mix it into the rest of the mixture.
  6. Now season with salt and butter and If the pesto is too thick, add a tablespoon of water.
  7. Cover and refrigerate until you are ready to use it.
  8. This should keep for few days in the fridge, covered by oil,  but freezes well if you want to keep it longer. Enjoy!!

A casa di Cinzia: pasta pomodori, piselli e fave. Cinzia’s home: pasta tomatoes, peas and broad beans.

24 Mar

Buongioooooooooooornoooooooo!!!!!!! Non sono fantastiche queste giornate di primavera…???!!!!! E allora, per celebrare il tempo così piacevole e anche per accontentare Cinzia che apprezza molto  le mie paste primaverili colorate e leggere (rendendomi felice) ecco a voi un’altra pasta colorata e facile con le fave che ho trovato nel suo frigorifero. Buon assaggio!!

  • 300 g. di fave sgusciate (pari a un chilo di fave con guscio)
  • 300 g. di piselli freschi sgusciati o scongelati
  • olio extravergine di oliva q.b.
  • 1 scalogno piccolo tritato finemente
  • 2 alici sott’olio
  • 2 pomodori  tagliati a cubetti
  • sale q.b.
  • peperoncino fresco o in polvere q.b.
  • pecorino grattugiato q.b.
  • acqua salata q.b.
  • 320 g. di spaghetti
  1. Sbollentare le fave fresche insieme ai piselli (se utilizzate piselli freschi, se utilizzate quelli scongelati non occorre sbollentarli) per pochi minuti, scolate e mettete da parte.
  2. In una padella grande, scaldate l’olio e preparate un bel soffrittino con lo scalogno e le alici che si disferanno in cottura (mi raccomando, fuoco dolce o brucia tutto e si deve buttare).
  3. Aggiungete i pomodori e i piselli se utilizzate quelli scongelati, salate poco e aggiungete il peperoncino  .
  4. Fate saltare per una decina di minuti a fuoco vivace, così evapora l’acqua.
  5. Unite le fave (e piselli se utilizzate quelli freschi) e fate saltare solo per qualche minuto.
  6. Nel frattempo, cuocete la pasta in abbondante acqua salata e tenetela AL DENTE mi raccomando, poi va ripassata in padella!!!
  7. Scolate la pasta tenendola morbida cioè con un poco della sua acqua di cottura, aggiungetela nella padella alla verdura, unite il pecorino e saltate un paio di minuti: la pasta assorbirà l’acqua di cottura al pecorino e diventerà cremosa………che buoooona!!!
    Broad beans, shelled and steamed

    Image via Wikipedia

 

 

 

Good morning!!! Such a wonderful weather in these days!!!!! To celebrate these sunny time, here it is another colorful and simple pasta, rich of spring vegetables and very good for our health!! Cinzia’s appreciated it very much!

Serves 4:

  • 2-3 tbsp extra virgin olive oil
  • 1 scallion (shallot) finely chopped
  • 2 anchovies in oil
  • 2 tomatoes
  • 10.5 oz. fresh peas parboiled in water and drained  or defrostedoes cubed
  • 10.5 oz. broad beans parboiled in water for few minutes and drained.
  • salt to taste
  • chilli to taste
  • boiling water to cook pasta
  • 11.3 oz. pasta
  • grated pecorino cheese to taste
  1. Heat the olive oil in a large heavy based frying pan over medium heat.
  2. Add scallion (shallot) and anchovies and sautè, stirring occasionally, until the scallion softens slightly.
  3. Add tomatoes and defrosted peas and sautè for 10 minutes.
  4. Add beans and peas (if you are using fresh peas), season with a very little salt, add chili  and cook, stirring, for 2-3 minutes until heated through.
  5. Meantime, cook pasta in a large saucepan of salted boiling water, following packet directions, until very very al dente.
  6. Drain keeping 1/2 cup of boiling water aside.
  7. Add to vegetables into the frying pan together with the boiling water and pecorino cheese: toss to combine.
  8. Serve immediately and listen to your friends making  compliments……!
culturesgroup

Fermentation • Preservation • Cooking • Cultures • Aspergillus

Fables de Sucre

Fables de Sucre, il blog a quattro mani di Claudio e Eva, che raccontano favole dolci e qualche volta salate, e storie di Casa Fables fatte di amore per la cucina e il cibo

Cooking Loving Sharing

dentro e fuori la cucina

Con Un Poco Di Zucchero

Quel che accade nella cucina di una food blogger

Maria Cristina's Kitchen

Il gusto della buona cucina

ci vuole passione

ViaggiandoMangiando

ci vuole passione

feel free, naturalmente, gluten free

Il buon cibo è anche gluten free

la gelida anolina

ci vuole passione

ci vuole passione

Ecocucina

Laboratorio di ricette per una cucina a costo e impatto (quasi) zero

Associazione La Trottola

... La Bottega delle Cose di Casa d'Altri

Con le mani in pasta

Diario culinario di una mamma metà cuoca, metà contadina

Anice e Cannella

ci vuole passione