Archivio | Dimagriamo allegramente RSS feed for this section

Vellutata di topinambur e carote: sana e gustosa!

10 Feb

Flagellata da doppia, ma che dico, tripla influenza….., resisto…e cucino….meno di prima, ma cucino………l’unica differenza è che proprio non ce la faccio a mettermi alla macchina fotografica…..per cui abbiate pazienza! La foto, quindi, non è mia. Unknown

In questi giorni ho cercato di mangiare più sano possibile, soprattutto verdure che in tempi duri non appesantiscono l’intestino e aiutano a sentirsi meglio. Fatelo anche voi, mangiate verdura, rinfresca, mentre la carne riscalda e se l’intestino ha già problemi di suo, non aiuta. Tra le varie ricette di verdura-verde che ho elaborato in questi ultimi giorni, oggi vi propongo l’unica non-verde, un piatto che costa pochissimo, ma che è ricco di elementi utili alla nostra salute.

Il topinambur, che qualcuno conosce anche come tartufo di canna, carciofo di Gerusalemme o patata americana, è composto all’80% del suo peso  solamente di acqua, è quindi indicato per chi vuole dimagrire, ma è ottimo anche per una pulizia dell’intestino!! Il suo uso abbassa l’assorbimento degli zuccheri  e del colesterolo da parte dell’intestino ed è quindi molto indicato per i diabetici. Contiene anche Vit. A, B e arginina, una sostanza che aiuta il fegato e favorisce la cicatrizzazione delle ferite. Assumere topinambur significa inoltre riequilibrare la flora intestinale  e ridurre la formazione di gas!!!

Per 4-6 persone:

  • 1 cucchiaio di olio extravergine di oliva più q.b. per condire la vellutata alla fine
  • 50 g di porro, la parte bianca) tagliata sottiler
  • 500 g di topinambur, lavati bene, pelati e tagliati a pezzetti. (NON BUTTATE LE BUCCE, SERVIRANNO PER UNA PROSSIMA RICETTA!!)
  • 250 g di carote ben lavate, pelate e tagliate a tocchetti (NON BUTTATE LE BUCCE, SERVIRANNO PER UNA PROSSIMA RICETTA!!)
  • 1 lt di acqua calda
  • sale q.b.
  • 300 g di ricotta fresca
  • la scorza grattugiata di un’arancia biologica
  • crostini di pane
  1. Scaldate l’olio in una pentola a bordi alti e soffriggete a fuoco molto dolce il porro.
  2. Aggiungete i topinambur, le carote e fate saltare per qualche minuto alzando la fiamma e mescolando.
  3. Quando la verdure sarà ben insaporita, versate l’acqua che dovrà essere molto calda o fermerete la cottura delle verdure. Salate q.b.
  4. Cuocete per circa 30-40 min. fino a quando la verdura non sarà diventata bella tenera.
  5. Aggiungete la ricotta e frullate tutto finemente. controllate di sale.
  6. Versate in una zuppiera, guarnite con la buccia d’arancia e crostini e servite!!

Salmone al cartoccio per una dieta gustosa

25 Feb

Il salmone è uno dei pesci che preferisco, è gustoso e si presta a moltissime preparazioni. Questa in particolare porta via pochissimo tempo, ma dà risultati veramente eccellenti! Provatela anche se siete a dieta, se metterete poco olio avrete anche pochissime calorie…..che volete di più??!!

Per 4 persone:

  • 6 tranci di salmone, del tipo a ferro di cavallo con l’osso centrale.
  • sale aromatico q.b.
  • un filo di olio di oliva
  • un bicchiere di vino bianco buono
  • prezzemolo tritato q.b.
  1. Pulite il salmone toglirndo la pelle, l’osso centrale ed eventuali spine rimaste nel trancio.
  2. Prendete una pirofila piccola, a misura, e rivestitene la base con della carta d’argento che sbordi su tutti i lati.
  3. Ungete il fondo della carta con poco olio e sistematevi sopra il pesce.
  4. Salate con il sale aromatico alle erbe,  bagnate con il vino bianco e spolverizzate con il trito di prezzemolo.
  5. Chiudete il cartoccio facendo attenzione che sia ben chiuso.
  6. Mettete in forno caldo a 200° per 20 min.
  7. Aprite il cartoccio e gustatevi questa meraviglia di salmone!

La coda di rospo dietetica: poco tempo e poche calorie

12 Feb

Eccomi qua!! Come state?

Oggi avevo voglia di qualche cosa di veramente buono, sfizioso, ma poco poco calorico….che fare? Ho visto dal pescivendolo una coda di rospo di 1300 grammi che era una meraviglia…..compatta, bianchissima, soda e profumata….come potevo lasciarla lì?

Me la sono comprata e l’ho portata a casa. L’ho sciacquata per bene ed asciugata con la carta assorbente, poi l’ho strofinata con un misto di erbe aromatiche ed aglio tritati finissimamente e…voilà, la ricetta di sotto.

Per 6 persone:

  • 1 coda di rospo (pescatrice) intera, a cui avrete tolta la pelle, sciacquata ed asciugata
  • una manciata di erbe aromatiche miste (alloro, timo, maggiorana), mischiate a sale fino e aglio (poco) tritate finemente
  • olio extra vergine di oliva q.b.
  • 6-7 patate medie, pelate e tagliate a pezzettoni
  • acqua salata q.b. per le patate
  • un bicchiere di vino bianco buono
  1. Rotolate più volte la pescatrice, sopra e sotto, nelle erbe aromatiche.
  2. Appoggiatela in una pirofila e conditela con un filo di olio, quanto decidetelo voi.
  3. Mettetela in forno caldo a 200° per 15 min.
  4. Nel frattempo portate a bollore una pentola di acqua e cuocetevi le patate per una quindicina di minuti.
  5. Trascorsi i 15 min. togliete  il pesce dal forno e bagnatelo con il vino bianco, aggiungete le patate, che avrete scolato.
  6. Rimettete il tutto in forno e portate a cottura, ci vorranno circa 40 min. in tutto, dipende da quanto la coda di rospo è spessa nella sua parte più alta: quando la prova forchetta vi dirà che quella parte è cotta, toglietela dal forno.
  7. Non dimenticatevi, durante la cottura, di bagnare il vostro pesce con il sughetto che si crea.
  8. Buon appetito!!!!

I finocchi al forno

9 Gen

Eccoci qui, tutto è ricominciato, abbiamo già iniziato a correre e le vacanze sono ormai un pallido ricordo….la dieta no però……per cui diamoci dentro.

Oggi vi propongo dei finocchi al forno perchè….si, a me i finocchi cotti piacciono moltissimo, mentre ad alcuni proprio non vanno giù lo so…..questa variante al forno con il parmigiano però è molto, molto gustosa, perchè non provarla?

I finocchi, oltre ad essere ricchi di vitamine e sali minerali sono particolarmente utili per:  inappetenza e  reumatismi, hanno ottimi effetti sul fegato e sui sistemi di disintossicazione regolarizzando e migliorando la funzione epatica.

Le calorie dipendono da voi, da quando condimento metterete, per cui fate i bravi.

Per 4 persone:

  • 4 finocchi puliti e tagliati a metà.
  • acqua salata q.b.
  • Parmigiano reggiano grattugiato circa 80 g, ma anche 100 se volete.
  • un poco di burro per la pirofila.
  1. Tagliate i finocchi a metà e cuoceteli  in acqua salata fino a quando non saranno ben teneri all’interno (la prova forchetta non delude mai….)
  2. Scolateli e tagliateli di nuovo a metà, ottenendo così dei quarti.
  3. Imburrate una piccola pirofila da forno e sistematevi i finocchi.
  4. Spolverizzateli per bene con il parmigiano ricoprendoli tutti
  5. Passateli in forno per 10 min. circa, o ancora meglio sotto il grill per farli gratinare e prendere colore: saranno ancora più belli!!
culturesgroup

Fermentation • Preservation • Cooking • Cultures • Aspergillus

Fables de Sucre

Fables de Sucre, il blog a quattro mani di Claudio e Eva, che raccontano favole dolci e qualche volta salate, e storie di Casa Fables fatte di amore per la cucina e il cibo

Cooking Loving Sharing

dentro e fuori la cucina

Con Un Poco Di Zucchero

Quel che accade nella cucina di una food blogger

Maria Cristina's Kitchen

Il gusto della buona cucina

ci vuole passione

ViaggiandoMangiando

ci vuole passione

feel free, naturalmente, gluten free

Il buon cibo è anche gluten free

la gelida anolina

ci vuole passione

ci vuole passione

Ecocucina

Laboratorio di ricette per una cucina a costo e impatto (quasi) zero

Associazione La Trottola

... La Bottega delle Cose di Casa d'Altri

Con le mani in pasta

Diario culinario di una mamma metà cuoca, metà contadina

Anice&Cannella

ci vuole passione