Archive | Happy slimming RSS feed for this section

Roast beef di scamone con funghi e purè di patate.

19 Feb

DSCF0798

Parliamo subito di numeri e di prezzi: il roastbeef costa dai 25 ai 35 euro al chilo, dipende dalla qualità, dal punto vendita etc…., lo scamone dai 18 ai 22, una bella differenza no? Lo scamone è spesso usato per i brasati, ma cotto come roastbeef è assolutamente spaziale: tenero, gustoso, magro e il nostro portafoglio ci guadagna! Vi trascrivo i nomi più utilizzati nelle varie regioni italiane per lo scamone: codata, culaccia, groppa, prezza, sottocodata, straculo.

Per 4 persone: tempo di preparazione 5 min.,  tempo di cottura 30-40 min.

  • un pezzo di scamone da un chilo circa
  • sale aromatico q.b.
  • olio extravrgine di oliva q.b.
  • 1 spicchio di aglio
  • 300 g di funghi porcini, anche surgelati
  • sale q.b.
  • prezzemolo tritato q.b.
  1. Prendete lo scamone: se riuscite fatevi tagliare dal macellaio la parte centrale, quella più regolare nella forma. Una volta a casa passatela nel composto di sale e aromi, se ne trovano di tanti tipi: scegliete quello che preferite.
  2. Accendete il forno a 180° e, quando avrà raggiunto la temperatura, infilatevi il vostro scamone precedentemente sistemato in una pirofila con un goccio d’olio.
  3. Dimenticatevelo, letteralmente dimenticatevelo, in forno per almeno 30 minuti. La cosa migliore sarebbe usare il termometro (non l’avete ancora comprato? Cosa aspettate..??!!) e raggiungere la temperatura al cuore di 55 gradi, se non avete il termometro potete fare così: bucate il centro dello scamone con un ago: se esce un liquido leggermente rosato è pronto.
  4. A questo punto lasciatelo riposare fuori dal forno per almeno 10 minuti perchè i succhi non escano al primo taglio, poi tagliate.
  5. Nel tempo in cui la carne è in forno fate un piccolo soffritto di aglio in camicia (con la buccia) e olio. Aggiungete i funghi e salate, trifolateli per una ventina di mimuti fino a quando non avranno perso la loro acqua: togliete l’aglio e spolverizzate con il prezzemolo.
  6. La ricetta del purè di patate la tralascio, è davvero semplice.
  7. Servite la carne a fette con funghi e patate: buon appetito!!!!

Filetto intero di maiale in padella con piselli

12 Set

Buongiorno!

Sto panificando come una pazza perchè impastare mi  diverte davvero un sacco: ormai poolish, lievito madre e licoli hanno pochi segreti per me, ma di questo vi parlerò nei prossimi post, oggi voglio raccontarvi il mio filettino.

L’ho cotto in padella perchè non avevo voglia di accendere il forno e devo dire che è stato velocissimo ed è venuto proprio buono! Dietetico quanto basta e saporito: cosa volete di più?

Per 4 persone:

  • olio extravergine di oliva q.b.
  • una carota, una cipolla e un gambo di sedano puliti e tagliati a cubetti piccolissimi
  • acqua o brodo caldi q.b.
  • un intero filetto di maiale (sono piccolini)
  • un buon bicchiere di vino bianco
  • 700 g di piselli, anche scongelati se volete
  • sale q.b.
  1. Scaldate l’olio in una padella che possa contenere di misura il filetto e i piselli, aggiungetevi le verdure e soffriggete a fuoco basso.
  2. Non fate bruciare il vostro soffritto, mi raccomando, o dovrete buttare tutto, quando si starà asciugando troppo, aggiungete un paio di cucchiai di acqua calda o brodo vegetale se lo avete e terminate il soffritto.
  3. A questo punto aumentate la fiamma e  rosolate per bene il filetto, girandolo da tutte le parti, ma attenzione, aspettate che si stacchi da solo quando avrà formato la crosta, non toccatelo prima o rimarrà attaccato al fondo!
  4. E’ arrivato il momento di  bagnare con il vino bianco e il vostro filettino ve ne sarà grato ripagandovi con un bel rumore tipo shhhhhhhhhhhhhhh che vuol dire che era proprio il momento di aggiungere liquidi!
  5. Lasciate sfumare il vino qualche minuto e aggiungete i piselli: salate, coprite, abbassate la fiamma e lasciate cuocere una ventina di minuti se lo volete rosato all’interno come da foto, di più se vi piace la carne molto cotta, ma non cuocete troppo, sarebbe un peccato.
  6. Tagliate a fette, guarnite con i piselli e il vostro piatto è pronto!!!
  7. Buon appetito!!

Taccole, ricotta e parmigiano: una torta salata sana e leggera

4 Giu

Oggi mi è arrivata la cassetta biologica e per la prima volta c’erano loro, le taccole! Le taccole fanno proprio primavera, mi informano che l’inverno ormai è lontano, mentre l’estate arriverà in un battibaleno!

Io le adoro, sono molto dietetiche, soprattutto se cotte a vapore come ho fatto io e poi saltate con pochissimo olio, hanno un sacco di sali minerali…vitamine……ma che volete di più? Hanno un sapore delicato che si sposa con tantissimi abbinamenti: insomma danno proprio soddisfazione!!!

A preparare questa torta salata ci ho messo non più di 30-40 minuti per portare in tavola un piatto assolutamente completo: ne vale la pena no??!!!

Per una torta di 24-26 cm di diametro (4-6 persone)

  • 1 dose di pasta brisè o, se preferite, un rotolo già pronto
  • 500 g di taccole spuntate
  • acqua per cuocere a vapore q.b.
  • 10 foglie di salvia
  • 3 uova
  • 250 g di ricotta
  • 70 g di parmigiano grattugiato
  • sale q.b.
  • semi di papavero tostati se volete (io me li sono dimenticati….)
  1. Foderate una teglia con la pasta e tenete da parte.
  2. Cuocete a vapore le taccole fino a quando non saranno abbastanza tenere, ma non sfatte.
  3. Appena cotte passatele sotto l’acqua corrente molto fredda per conservarne il colore verde vivo.
  4. Tagliatele a tocchetti e fatele saltare in padella con pochissimo olio e la salvia che risulterà croccantina e che farà la differenza nel vostro capolavoro…..cuocete per una decina di minuti circa.
  5. In una ciotola sbattete le uova insieme alla ricotta e al parmigiano e tenete da parte.
  6. Versate le vedure sul fondo della teglia e coprite con il composto di uova e formaggi, spolverizzate con i semi di papavero.
  7. Infornate in forno caldo a 180° per 30 minuti circa fino a quando non sarà ben dorata in superficie.
  8. Servite caldo, ma anche tiepido o a temperatura ambiante
  9. E voilà!

Salmone al cartoccio per una dieta gustosa

25 Feb

Il salmone è uno dei pesci che preferisco, è gustoso e si presta a moltissime preparazioni. Questa in particolare porta via pochissimo tempo, ma dà risultati veramente eccellenti! Provatela anche se siete a dieta, se metterete poco olio avrete anche pochissime calorie…..che volete di più??!!

Per 4 persone:

  • 6 tranci di salmone, del tipo a ferro di cavallo con l’osso centrale.
  • sale aromatico q.b.
  • un filo di olio di oliva
  • un bicchiere di vino bianco buono
  • prezzemolo tritato q.b.
  1. Pulite il salmone toglirndo la pelle, l’osso centrale ed eventuali spine rimaste nel trancio.
  2. Prendete una pirofila piccola, a misura, e rivestitene la base con della carta d’argento che sbordi su tutti i lati.
  3. Ungete il fondo della carta con poco olio e sistematevi sopra il pesce.
  4. Salate con il sale aromatico alle erbe,  bagnate con il vino bianco e spolverizzate con il trito di prezzemolo.
  5. Chiudete il cartoccio facendo attenzione che sia ben chiuso.
  6. Mettete in forno caldo a 200° per 20 min.
  7. Aprite il cartoccio e gustatevi questa meraviglia di salmone!
culturesgroup

Fermentation • Preservation • Cooking • Cultures • Aspergillus

Fables de Sucre

Fables de Sucre, il blog a quattro mani di Claudio e Eva, che raccontano favole dolci e qualche volta salate, e storie di Casa Fables fatte di amore per la cucina e il cibo

Cooking Loving Sharing

dentro e fuori la cucina

Con Un Poco Di Zucchero

Quel che accade nella cucina di una food blogger

Maria Cristina's Kitchen

Il gusto della buona cucina

ci vuole passione

ViaggiandoMangiando

ci vuole passione

feel free, naturalmente, gluten free

Il buon cibo è anche gluten free

la gelida anolina

ci vuole passione

ci vuole passione

Ecocucina

Laboratorio di ricette per una cucina a costo e impatto (quasi) zero

Associazione La Trottola

... La Bottega delle Cose di Casa d'Altri

Con le mani in pasta

Diario culinario di una mamma metà cuoca, metà contadina

Anice&Cannella

ci vuole passione