Tag Archives: burro

Scaloppine alle castagne e vino bianco

6 Nov

Prima di tutto il mio blog oggi ha avuto ben 140 contatti e questo mi riempie di orgoglio!!!! Sono felice grazie a tutti!

Secondo: vi piace la foto??! Non trovate che sia migliore, e di molto, rispetto alle altre pubblicate? Ebbene si: sto facendo un corso di fotografia perchè in troppi mi avete detto che le foto lasciano moooltooo a desiderare….e avete ragione. La cucina è la mia passione, la fotografia, ahimè, no, ma sto cercando di migliorare…ho comprato anche la macchina fotografica nuova!!!!

Questa sera ho cucinato veloce: delle scaloppine di vitello al vino bianco con una granella di castagne: preparate però in modo diverso dal solito, vi spiego subito come. Innanzitutto non le ho infarinate, ma le ho cotte così, direttamente in padella con un poco di burro perchè qui, a Milano, la scaloppina è al burro…..ma se voi volete usare l’olio fate pure.

Le ho ben rosolate, poi le ho tolte e tenute in caldo.

Questa la ricetta per 4 persone:

  • 4 fette di vitello grandi oppure 8 fettine piccole di fesa di vitello, tagliate sottili
  • due noci di burro
  • sale q.b.
  • 1 cucchiaino di farina setacciata
  • 1 bicchiere di vino bianco buono
  • una decina di castagne bollite e pelate (si trovano anche già pronte al supermercato)
  • prezzemolo tritato q.b.
  1. Rosolate per bene le fettine di carne in padella a fuoco vivace con una noce di burro: state lì, con le vostre scaloppine o bruceranno, sono sottili cuociono in fretta e rosolano in pochi minuti!
  2. Toglietele e tenetele in caldo.
  3. Eliminate tutto il grasso di cottura dala pentola e spolverizzatene il fondo con la farina che farete tostare pochi minuti.
  4. A questo punto versate il vino bianco e fate evaporare l’alcool a fuoco vivo per un paio di minuti.
  5. Aggiungete un poco di acqua calda se necessario per avere più salsina alla fine.
  6. Quando il sugo vi sembrerà abbastanza ridotto (e un pochino cremoso ma non troppo), spegnete il fuoco.
  7. Aggiungete in padella la seconda noce di burro che dovrà essere freddissima e con una frusta, o una forchetta, mescolate sbattendo per 3-4 minuti per montare la salsa che diventerà ancora più cremosa.
  8. Aggiungete le castagne tritate, fatele saltare uno o due minuti, versate il tutto sulle scaloppine e servite!!
  9. Buonissime!
Annunci

Crumble di lamponi con gelato.

28 Lug

Che caldo, che caldo, che caldooooo!!! Certo non ci si mette volentieri ai fornelli…..non si ha nemmeno voglia di mangiare molto…..ma questo crumble di lamponi è una coccola che voglio proprio condividere con voi: fresco e goloso: ne vale proprio la pena!

Per 4 persone:

Per l’impasto:

  • 150 g di burro
  • 200 g di farina 00
  • 70 g di farina di mandorle
  • un tuorlo d’uovo
  • 120 g di zucchero di canna
  • 50 g di burro
  • 80 g di zucchero bianco
  • 40 g di zucchero di canna
  • mezza stecca di vaniglia
  • 120 g di lamponi lavati
  • 30 g di succo di limone
  1. Iniziate impastando il crumble, mischiando  in una ciotola le due farine , lo zucchero di canna,  il burro (freddissimo di frigorifero  in cubetti) e il tuorlo d’uovo.
  2. Lavorateli velocissimamente con la punta delle dita, in modo da non amalgamarli completamente ma di lasciarli ben sgranati, ottenendo delle briciole d’impasto.
  3. Lasciate riposare l’impasto per 30 minuti in frigorifero.
  4. Nel frattempo  in una padella fate sciogliere il burro, aggiungete lo zucchero bianco  e i semi di vaniglia.
  5. Unite i lamponi  e fateli saltare per pochi minuti  con il limone e lo zucchero di canna: lasciateli raffreddare.
  6. Versate la frutta in una tortiera ben imburrata, cospargetevi sopra le briciole ricoprendo tutta la frutta uniformemente.
  7. Cuocete in forno ventilato a 180 gradi fino a che il crumble non risulterà ben dorato (ci vorranno circa 20 -30 minuti).
  8. Sfornate e servite tiepido, o a temperatura ambiente, con una pallina di gelato.
  9. Buon Crumble!!

Torta di mele e mandorle gluten free!!!!

17 Apr

Le torte gluten free non lievitano molto perchè le farine utilizzate sono deboli: è per questo che rimangono sempre un po’ bassine…..ma perchè non  farne un vantaggio anzichè uno svantaggio?

Se si fa una torta di frutta, fresca e secca, allora non è più così importante che sia alta no? L’importante, in questo caso, è che sia ben umida all’interno e che gli ingredienti siano equilibrati tra loro.

Vi propongo quindi questo dolce che a noi è piaciuto molto: è una vera torta di mele, senza compromessi, davvero interessante, se invece non siete interessati al gluten free, o non ne avete bisogno, potete sostituire la farina per celiaci con la farina 00.

Per 2 tortine piccole o una torta grande:

  • 100 g di burro morbido
  • 100 g di zucchero a velo
  • 4 uova
  • 1 fialetta di estratto di vaniglia o una stecca di vaniglia (i semi interni) , io uso un estratto naturale.
  • 100 g di farina per celiaci o fecola di patate
  • 1 bustina di lievito
  • 40 g di mandorle pelate e tritate fini, o farina di mandorle
  • 2 mele golden pelate e tagliate a dadini
  1. Lavorate con una frusta elettrica il burro con lo zucchero e, quando saranno ben amalgamati, unite i tuorli (solo i tuorli) uno per volta incorporandoli con attenzione.
  2. Aggiungete la vaniglia, le farine e il lievito: mescolate fino a quando non avrete ottenuto un composto omogeneo.
  3. Unite le mandorle e le mele: mescolate di nuovo e tenete da parte.
  4. A questo punto montate gli albumi a neve ben ferma e uniteli al composto tenuto da parte lavorando con la spatola dal basso verso l’alto o smonterete gli albumi! (Non mescolate mai in tondo)
  5. Versate il composto in una tortiera da 24 cm. o due tortiere da 20 cm. ben imburrate.
  6. Cuocete in forno caldo non ventilato a 200° per 30 min. se avete scelto di cuocere due tortine piccole, 40 min circa se ne state cuocendo una grande.
  7. Fate la prova stecchino: se funziona sfornate, lasciate raffreddare e servite!

Polpettone di manzo e maiale al parmigiano e spinaci

29 Mar

Lo so, sto un po’ latitando in questi giorni, ma sto cucinando molto, uscendo molto, trafficando molto……e tempo per il blog ne avanza poco…..prossimamente però posterò un sacco di ricette: la torta di zucchine ed emmenthal, la pasta con i pomodorini, le olive e la ricotta salata, la corona di riso prosciutto e piselli, l’insalata grana e pere…..insomma vi ho dato le anticipazioni, voi seguitemi e ne vedrete delle belle!!

Per fare questo polpettone ho usato carne di manzo, di maiale, salsiccia e prosciutto cotto: un signor polpettone!!

Vi dò gli ingredienti per un polpettone per 6 persone abbondanti:

  • 200 g di carne di manzo scelta, tritata
  • 100 g di carne di maiale tritata
  • 80 g di salsiccia a nastro, senza pelle
  • 80 g di prosciutto cotto magro tritato
  • 2 uova
  • 2 fette di pan carrè senza crosta ammollato nel latte
  • 50 g di parmigiano grattugiato
  • pane grattugiato q.b.
  • 1/2 bicchiere di vino bianco
  • 200 g di spinaci sbollentati in acqua salata e ben strizzati
  • 1 noce di burro
  • sale q.b.
  1. Mescolate con le mani in una terrina le carni, aggiungete le uova e il pane.
  2. Unite anche il parmigiano e continuate a mescolare fino a quando tutto sarà ben amalgamato, controllate di sale e se necessario salate un poco.
  3. Fate saltare in padella gli spinaci con una noce di burro e non fate i difficili: io uso sempre l’olio, ma ci sono cose, tipo gli spinaci, che vanno saltati nel burro oppure si sentirà la differenza, salate q.b..
  4. Appoggiate sul tavolo un rettangolo di carta forno ed appiattitevi sopra il composto di carne trita formando un rettangolo il più possibile regolare.
  5. Farcite il rettangolo al centro con una striscia di spinaci.
  6. Aiutandovi con la carta da forno arrotolate il polpettone dalla parte più lunga e sigillate premendo con la mano.
  7. Ripassate il vostro “salsicciotto” nel pangrattato, questo aiuterà in cottura a tenere all’interno i succhi della carne, a rendere più morbido il polpettone e anche più bello.
  8. Scaldate il forno a 220° e cominciate la cottura del polpettone.
  9. Dopo 10 min. bagnate con il vino bianco ed abbassate il forno a 200°
  10. Cuocete per 50 min. circa, lasciate raffreddare fuori dal forno e tagliate a fette.
  11. E’ molto bello e buonissimo perchè il mix delle carni utilizzate fa davvero la differenza!
  12. Buon appetito.
ravanellocurioso

Chef Anarco Vegan

culturesgroup

Fermentation • Preservation • Cooking • Cultures • Aspergillus

Fables de Sucre

Fables de Sucre, il blog a quattro mani di Claudio e Eva, che raccontano favole dolci e qualche volta salate, e storie di Casa Fables fatte di amore per la cucina e il cibo

Cooking Loving Sharing

dentro e fuori la cucina

Con Un Poco Di Zucchero

Quel che accade nella cucina di una food blogger

Maria Cristina's Kitchen

Il gusto della buona cucina

ci vuole passione

ViaggiandoMangiando

ci vuole passione

feel free, naturalmente, gluten free

Il buon cibo è anche gluten free

la gelida anolina

ci vuole passione

ci vuole passione

Ecocucina

Laboratorio di ricette per una cucina a costo e impatto (quasi) zero

Associazione La Trottola

... La Bottega delle Cose di Casa d'Altri

Con le mani in pasta

Diario culinario di una mamma metà cuoca, metà contadina

Anice e Cannella

ci vuole passione