Archive | Primi con la carne RSS feed for this section

Polpette di carne e verdure avanzate: buonissime.

12 Feb

DSCF0765

Continua la mia crociata contro gli sprechi.

L’altroieri ho cucinato uno splendido carrè di vitella, semplicissimamente al forno con erbe aromatiche raccolte quest’estate nel mio orto e fatte seccare,  un poco di vino rosso…buonissimo. L’abbiamo consumato quasi tutto, ma qualcosina è rimasto, insieme ad un paio di bistecche di manzo che i ragazzi avevano comprato nel week end, cotto e avanzato……..che faccio: riscaldo? Mmmhhhhh……Butto?  Nemmeno per sogno!! Faccio le polpette!

Già che c’ero, ho provato anche a metterci un poco del verde dei porri che avevo in casa: il risultato? Eccellente direi, una fusione di sapori molto soddisfacente, un utilizzo intelligente di parti di verdure che di solito non usiamo e un po’ di verdura che bilancia le proteine della carne. Giusto no??! L’unico consiglio: non eccedete con il verde del porro, ha un sapore deciso e potrebbe coprire quello della carne!

Per 6 persone, preparazione 20 min., cottura 20 min.

  • 300 g di carne cotta spezzettata
  • 50 g di mortadella tritata
  • 120 g di pane ammollato nel latte e molto ben strizzato
  • 1 uovo grande
  • 50 g di parmigiano o grana grattugiato
  • 2 cucchiaini pieni di zenzero in polvere
  • 3-4 coste di porro (le parti verdi) tritate
  • sale q.b.
  • pangrattato q.b.
  • olio extravergine di oliva q.b.
  • 400 g di passata di pomodoro
  • acqua calda q.b.
  1. Mescolate tra loro tutti gli ingredienti formando un composto omogeneo.
  2. Con questo, confezionate tante polpettine fino ad eaurimento del composto.
  3. Passatele nel pangrattato e rosolate nell’olio caldo.
  4. Aggiungete la passata di pomodoro e salate poco.
  5. Fate addensare per pochi minuti (gli ingredienti sono quasi tutti già cotti), 10-15 sono sufficienti.
  6. Servite con purè di patate, polenta….riso…..quello che volete!

 

Spaghetti alla carbonara a regola d’arte.

3 Giu

Certo, fa caldo e non si ha tanta voglia di cucinare……i fornelli riscaldano un’aria già molto pesante a Milano…..ma una carbonara è veloce e, se fatta a regola d’arte, senza concessioni a variazioni inutili e dannose, è anche di grandissima soddisfazione: un vero piatto unico meraviglioso!

Provatela anche voi, è facilissima, bastano due o tre accorgimenti che fanno la differenza e che rendono questo piatto unico e insuperabile!

Per 4 persone:

  • Acqua salata q.b.
  • 320 g di spaghetti
  • 150 g di guanciale (potete usare anche la pancetta affumicata o non, ma secondo me con il guanciale è tutta un’altra cosa…..è grasso? Se lo cucinate come faccio io un po’ meno….)
  • 4 uova (uno a persona)
  • pecorino romano quanto volete, io ne ho utilizzato circa 100 gr. Anche qui: se volete un gusto meno forte utilizzate metà pecorino e metà parmigiano…..ma non sarà la vera carbonara…..
  • pepe nero come se piovesse…..
  1. Portate a bollore l’acqua e cuocetevi gli spaghetti.
  2. Nel frattempo in una padella antiaderente, senza aggiungere nè olio nè cipolla, nè aglio, nè altro, friggete il guanciale tagliato a dadoni, nemmeno tanto piccoli.
  3. Il guanciale, naturalmente, rilascerà tutto il suo grasso: levatene un poco con il cucchiaio se volete, per rendere la vostra carbonara più leggera.
  4. In una tazza rompete le quattro uova e mischiatele con metà del formaggio sbattendo bene con una forchetta.
  5. Quando gli spaghetti saranno cotti, ma al dente, scolateli e velocissimamente versateli nella pentola antiaderente con il guanciale: mescolate per condire a fuoco dolce.
  6. A questo punto versate il tutto nella pentola vuota che avete scolato e aggiungete le uova: A FUOCO SPENTO prechè le uova non devono diventare frittata, ma solo formare quella meravigliosa cremina che caratterizza questo piatto.
  7. Condite con il resto del pecorino e pepe, pepe, pepe.
  8. Buon appetito!!

Pasta di gnocchetti sardi con salsiccia e pomodorini pachino!!!

11 Dic

Che freddo….che nebbia…..siamo proprio alle porte dell’inverno……e così mi è venuta voglia di cucinare qualcosa di colorato….saporito…..sfizioso…..per tirarci un poco su il morale!!

Per 4 persone:

  • olio extravergine di oliva un paio di cucchiai
  • una piccola cipolla tritata finemente
  • 300 g di salsiccia a nastro, di ottima qualità, pelata.
  • 1/2 bicchiere di vino bianco
  • 250 g di pomodori ciliegino tagliati a metà
  • sale q.b.
  • 4 o 5 cucchiai di salsa di pomodoro
  • 320 g di gnocchetti sardi
  • prezzemolo fresco tritato q.b
  • parmigiano reggiano grattugiato q.b.
  • basilico fresco q.b.
  1. In una padella antiaderente versate l’olio e soffriggete la cipolla a fuoco dolce.
  2. Aggiungete  la salsiccia spezzettata e schiacciata grossolanamente con una forchetta, fatela saltare velocemente.
  3.  Sfumatela con il vino e alzate la fiamma per fare evaporare l’alcool.
  4. Aggiungete i pomodori lavati e tagliati, salate e lasciate che i pomodorini buttino fuori tutta la loro acqua, cuocendo per una decina di minuti.
  5. Unite la passata di pomodoro e lasciate cuocere per 5 minuti a fiamma bella vivace.
  6. Nel frattempo cuocete la pasta in abbondante acqua salata.
  7. Scolate la pasta, condite con il sugo, aggiungete il prezzemolo e il parmigiano, guarnite con il basilico e servite!!
  8. Buon appetito.

Torta salata ricotta, uova e prosciutto.

5 Dic

                          .

 

Buongiorno a tutti!

Ieri ho deciso di preparare qualcosa di molto semplice che piacesse ai miei figli e che potesse essere preparato in anticipo con poca fatica. Io infatti ero fuori a cena e quindi si sarebbero trovati soli a tavola e….l’anarchia avrebbe imperato….il che vuol dire che se in tavola non ci fosse stato qualcosa di veramente, ma veramente molto appetitoso…..avrebbero ripiegato su schifezze varie…..

Ecco quindi questa torta salata davvero veloce e semplice, proprio come di solito piace ai ragazzi.

Per 4-6 persone:

  • 1 confezione di pasta sfoglia, io l’avevo in casa rettangolare, ma anche rotonda va benissimo
  • 8 uova
  • 1 confezione di ricotta fresca da 250 g
  • sale q.b.
  • 100 g di latte
  • 180 g di cubetti di prosciutto cotto
  1. Stendete la pasta sfoglia nella teglia e lasciate da parte.
  2. Sbattete le uova insieme alla ricotta, salate e aggiungete il latte.
  3. Continuate a sbattere fino a quando non avrete ottenuto un composto ben omogeneo.
  4. Aggiungete i cubetti di prosciutto e versate il tutto nella tortiera.
  5. Cuocete in forno caldo a 180° per 30-40 min. circa, fino a quando non sarà ben dorato in superficie.
  6. Potete servire caldo, tiepido o anche a temperatura ambiante, con della buona insalata.
  7. Buon appetito!!
culturesgroup

Fermentation • Preservation • Cooking • Cultures • Aspergillus

Fables de Sucre

Fables de Sucre, il blog a quattro mani di Claudio e Eva, che raccontano favole dolci e qualche volta salate, e storie di Casa Fables fatte di amore per la cucina e il cibo

Cooking Loving Sharing

dentro e fuori la cucina

Con Un Poco Di Zucchero

Quel che accade nella cucina di una food blogger

Maria Cristina's Kitchen

Il gusto della buona cucina

ci vuole passione

ViaggiandoMangiando

ci vuole passione

feel free, naturalmente, gluten free

Il buon cibo è anche gluten free

la gelida anolina

ci vuole passione

ci vuole passione

Ecocucina

Laboratorio di ricette per una cucina a costo e impatto (quasi) zero

Associazione La Trottola

... La Bottega delle Cose di Casa d'Altri

Con le mani in pasta

Diario culinario di una mamma metà cuoca, metà contadina

Anice&Cannella

ci vuole passione