Tag Archives: onion

Sua maestà la peperonata! Her Majesty the peperonata!

1 Lug

Buon Luglio!!! Oggi ho deciso di inaugurare questo mese, che per me sarà molto particolare e nelle prossime settimane scoprirete perchè, con un classico dell’estate: la peperonata! Ve ne presento una versione molto semplice, solo verdura, peperoni, naturalmente, patate, cipolle e pomodori, perchè la semplicità paga sempre.

Per 6-8 persone:

  • 800 g di peperoni  rossi
  • 200 g di cipolle
  • 2 spicchi d’aglio
  • olio extravergine di oliva
  • 2 carote pelate e tagliate a rondelle
  • 2 zucchine tagliate a rondelle
  • 300 g. di patate pelate e tagliate a tocchi
  • sale e pepe q.b.
  • 500 g di pomodori pelati
  1. Pulite i peperoni aprendoli, togliendo i semi interni e le parti bianche e tagliandoli a listarelle.
  2. Se volete una peperonata più leggera, potete anche sbucciarli: in questo caso per eliminare la pelle metteteli in forno a  200° per una mezz’ora circa, poi  sfornateli e metteteli in una sacchetto  di carta, tipo quelli che usa il panettiere per vendervi il pane, chiudetelo e aspettate una decina di minuti; infine scartateli e spellateli .
  3. Sbucciate le cipolle e affettatele molto sottili; mettetele in una padella capiente e fatele imbiondire insieme all’aglio con un poco di  olio extravergine.
  4. Unite poi le carote, le zucchine, le patate e i peperoni,  salate e pepate.
  5. Mescolate e fate cuocere con il coperchio per circa 30 minuti.
  6. Aggiungete i  pomodori pelati  e continuate la cottura per dieci minuti.
  7. Controllate che le patate siano cotte, spegnete il fuoco, fate riposare per qualche minuto e servite.

Happy July! Today I decided to open this month, which will be very special for me and in the coming weeks you’ll discover why, with a classic of the summer: the peperonata! There I post  a very simple version, only vegetables: peppers, of course, potatoes, onions and tomatoes, because  simplicity is better.

Serves 6 to 8 :

  •      800 grams of red pepper
  •      200 g onions
    More peperoni

    Image by Rachel Black via Flickr

  •      2 cloves of garlic
  •      extra virgin olive oil to taste
  •      2 carrots, peeled and sliced
  •      2 zucchini sliced
  •      300 g. potatoes peeled and cut in pieces
  •      salt and pepper to taste
  •      500 g of peeled tomatoes

1. Clean the peppers opening them, removing all the seeds and white parts and cutting them into strips.
2. If you want a lighter version, roast the  peppers;  in this case, to remove the skin  place them in oven at 200° for about half an hour, then take them out and place them in a paper bag,  close it and wait about ten minutes, then peel and discard them.
3. Peel the onions and slice them thinly, put them in a large skillet with the garlic and let them brown with some olive oil.
4. Then add carrots, zucchini, potatoes and peppers, season with salt and pepper.
5. Stir and cook covered for about 30 minutes.
6. Add the tomatoes and continue cooking for ten minutes.
7. Check that potatoes are cooked, turn the fire off, let the peperonata rest for few minutes and serve.

Annunci

Le verdure saltate presentate bene. Sautè vegetables well presented.

21 Giu

Buongiorno!! Questa ricetta l’ho gustata durante un viaggio recente e l’ho trovata geniale: perchè non offrire un antipasto, per esempio, di verdurine saltate, ma presentate in modo sfizioso e diverso, soprattutto quando è semplice e veloce??

Ed ecco fatto, verdurine saltate semplicemente e velocemente con una bellissima idea di presentazione, provatela e ne rimarrete sicuramente soddisfatti.

Per 4 persone:

  • olio extravergine di oliva q.b.
  • 1\2 cipolla pelata e tagliata finissima
  • 1 peperone giallo o rosso tagliato a strisce
  • sale q.b.
  • 1 melanzana piccola tagliata a strisce dello stesso spessore delle zucchine
  • 1 zucchina lavata e tagliata a strisce
  • 4 olive, se volete, o 4 filetti di acciuga sott’olio, di quelli buoni.
  1. Scaldate l’olio e fatevi soffriggere la cipolla piano piano, aggiungendo un poco di acqua calda se necessario.
  2. Continuate fino a quando la cipolla si è quasi disfata ed è diventata traslucente.
  3. A questo punto unite al soffritto il peperone, salatelo e saltatelo per almeno 5 minuti.
  4. Aggiungete ora la melanzana, salatela  e saltatela per qualche minuto insieme al peperone.
  5. Per ultima, aggiungete la zucchina, salatela e portate tutto a cottura.
  6. Su un piatto individuale posizionate le vostre verdure cotte a spirale, alternando le une alle altre.
  7. Se vi piace, mettete al centro un’oliva o un’acciuga.
  8. Buon appetito!!

Hello! I enjoyed this recipe during a recent trip and found it brilliant: why not offer an appetizer, for example, of saute vegetables, but presented in a delicious and different way, especially when it is quick and easy?

Eggplant

Image via Wikipedia

And here it is, simply and quickly saute vegetables with a great idea of presentation, try it and you’ll be delighted.

Serves 4 persons:

  • extra virgin olive oil to taste
  • 1 \ 2 onion, peeled and finely chopped
  • 1 yellow pepper or red, cut into strips
  • salt to taste
  • 1 small eggplant, cut into strips the same thickness of  zucchini
  • 1 zucchini, washed and cut into strips
  • 4 olives, if you will, or 4 anchovy fillets in oil, the good ones.

1. Heat oil and fry the onion slowly, adding a little hot water if necessary.
2. Continue until the onion is almost translucent and has become very soft.
3. At this point add the pepper, salt and sauté for 5 minutes.
4. Now add the eggplant, add salt and toss with the peppers for a few minutes.
5. Last, add the zucchini, salt it and bring it to cooking.
6. Place on individual dishes in spiral, alternating one kind of vegetable with each other.
7. If you like, put an olive or an anchovy in the center.
8. Bon appetit!

Le zucchine speciali della mia mamma. My mum’s zucchini.

17 Giu

Ma che caldo faaaaaaaaaaa??!!!! Avevo pensato ad un bel branzino al forno, ma come si fa con questo caldo??? Non si può!!!

E allora che cosa ne dite  di due zucchine due che in questo periodo sono anche di stagione e sono davvero belle??

Le potete preparare anche la sera prima e poi mangiare riscaldate o ancora meglio a temperatura ambiente, come si fa con la caponata, e dato che la temperatura ambiente al momento è altina, mi sembra che questo piatto sia perfetto.

Di fatto le cose sono andate così: avevo voglia di un bel piatto di zucchine trifolate e le avevo appena messe sul fuoco quando il telefono si è messo a squillare: era la mia mamma ed io ho proprio colto la palla al balzo e le ho chiesto:”Mamma ma come fai tu a fare quelle zucchine trifolate buonissime che si mangiano solo da te??”” E lei: “Il trucco è, quando sono cotte, quello di alzare il fuoco e, senza mai abbandonarle, farle colorire per bene!”

Così ho fatto e devo dire che sono venute proprio benissimo!!! Se vi piacciono le zucchine belle cotte, provatele, i

o ci ho aggiunto anche un po’ di maggiorana fresca che con le zucchine ci va a nozze.

Per 4 persone:

  • 800 g. di zucchine lavate
  • 2 cipolle pelate
  • olio extravergine di oliva q.b.
  • sale q.b.
  • maggiorana q.b.
  1. Tagliate le zucchine a pezzettoni e tenetele da parte.
  2. Tagliate le cipolle sottilissime.
  3. Riscaldate l’olio in una padella e soffriggetevi le cipolle senza farle bruciare, altrimenti la mamma vi tira le orecchie……..
  4. Aggiungete le zucchine e la maggiorana e cuocete piano piano fino a quando quasi si disfano, aggiungete un poco di acqua calda di tanto in tanto se necessario.
  5. Quando la cottura è ultimata, alzate il fuoco e continuate a mescolare altrimenti le zucchine si attaccheranno al fondo.
  6. In questo modo, le zucchine si coloriranno eprenderanno quel saporino particolarmente gustoso che, finora, solo la mia mamma sa dare.

It’s so hot!!!! I had thought of a nice baked sea bass, but how to do it in this heat?? You can not!

Zucchini

Image via Wikipedia

So what do you think about some nice zucchini? In this period  they are  season vegetables and they are really nice!

The can also be prepared the night before and then eaten  at room temperature, as is done with the caponata, and since the temperature at the time is quite high, it seems to me that this dish is perfect.

I want to tell you the story: I felt like to cook a nice dish of sautéed zucchini and I had just put the pan on the fire when the phone rang. This was my mom and I  asked “Mom, but how do you make those delicious sautéed zucchini that are eaten only by you?” “and she answered:” the trick is, when they are cooked, to turn up the fire, and never abandon them, coloring them for good! “

So I did and I must say it came just fine! If you like beautiful cooked zucchini, try them, I’ve also added a little ‘fresh marjoram: absolutely fabulous with zucchini.

Serves 4:

* 800 g. rinsed zucchini
* 2 onions peeled
* Extra virgin olive oil to taste
* Salt  to taste
* Marjoram to taste

1. Cut the zucchini into chunks and set them aside.
2. Slice the onions thinly.
3. Heat the oil in a frying pan and sauté onions, but do not burn them, otherwise my mother will get angry!
4. Add the zucchini and marjoram and cook slowly until they almost come overcooked and creamy, add a little hot water from time to time if necessary.
5. When the cooking is finished, turn up the heat and continue stirring the zucchini otherwise they will stick to the bottom.
6. In this way, zucchini will get colored and tasty: that particular taste, so far, only my mother can give.

Un vero hamburger americano. – A real american hamburger

27 Apr

Eccoci qua….! Pasate le festività pasquali e quasi pronti per il ponte del primo maggio, vi propongo la ricetta di un hamburger all’americana, in attesa di quella del mio amico Marty, americano vero genio degli hamburger…..chissà….magari prima o poi mi svelerà il segreto dei suoi……

Per 4 persone:

  • 500 g. di carne trita di ottima qualità: la potete scegliere mista o scelta, dipende dai vostri gusti
  • mezza cipolla tritata finissima
  • 1 cucchiaio di salsa Worcestershire (si trova ovunque nei supermercati)
  • un pizzico di pepe appena macinato
  • 2 cucchiai di mollica di pane
  • 1 uovo sbattuto
  • 1/4 di dado di carne sciolto in un paio di cucchiai di acqua (non di più)
  • erbe aromatiche fresche se vi piacciono
  1. Mischiate tra di loro tutti gli ingredienti e controllare la salatura.
  2. Dividete il composto in quattro parti uguali e date la forma di quattro hamburger.: attenzione, più freddi saranno gli ingredienti, più facile sarà lavorarli e metterli insieme senza che si attacchino alla dita
  3. Lasciateli in frigorifero per un paio d’ore, o anche più se volete,  prima di cuocerli.
  4. Portateli alla cottura desiderata in padella con vino bianco e pomodorini come nella foto, oppure sul barbecue

    English: A bottle of Worcestershire sauce. Fra...

    English: A bottle of Worcestershire sauce. Français : Une bouteille de sauce Worcestershire. (Photo credit: Wikipedia)l barbecue, oppure surgelateli e utilizzateli quando vi farà comodo!!!

  5. Buon appetito!!

After Easter we start again with our recipes and today, waiting for my friend Marty’s recipe….., I post that one for an american hamburger….may be a little italian style…..

Serves 4:

  • 1lb/500g ground beef, preferably good quality coarse ground
  • 1 half onion finely chopped
  • 1 tbsp Worcestershire sauce
  • a little pepper, fresh ground
  • 2 tbsp fresh bread crumbs
  • 1 egg lightly beaten
  • 1 quarter beef stock cube dissolved in 2 tbsp water
  • aromatic fresh herbs if you like
  1. Mix all ingredients thoroughly.
  2. Make sure the mixture is cool and divide it in four equal balls.
  3. Mold them into patties.
  4. Cook on medium heat under the grill or into a fry pan with white wine and pachino tomatoes to your preferred degree fo doneness.
  5. Buon appetito!!!
ravanellocurioso

Chef Anarco Vegan

culturesgroup

Fermentation • Preservation • Cooking • Cultures • Aspergillus

Fables de Sucre

Fables de Sucre, il blog a quattro mani di Claudio e Eva, che raccontano favole dolci e qualche volta salate, e storie di Casa Fables fatte di amore per la cucina e il cibo

Cooking Loving Sharing

dentro e fuori la cucina

Con Un Poco Di Zucchero

Quel che accade nella cucina di una food blogger

Maria Cristina's Kitchen

Il gusto della buona cucina

ci vuole passione

ViaggiandoMangiando

ci vuole passione

feel free, naturalmente, gluten free

Il buon cibo è anche gluten free

la gelida anolina

ci vuole passione

ci vuole passione

Ecocucina

Laboratorio di ricette per una cucina a costo e impatto (quasi) zero

Associazione La Trottola

... La Bottega delle Cose di Casa d'Altri

Con le mani in pasta

Diario culinario di una mamma metà cuoca, metà contadina

Anice e Cannella

ci vuole passione