Tag Archives: Ricotta

Quiche rovesciata di carciofi e formaggio

24 Feb

DSCF0791

Accidenti come nevica!!!! Siamo stati in campagna, nonostante tutto, e sembrava di essere nel regno di Narnia!! Bella la neve, grandi disagi per spostarsi (e anche grande paura da parte mia a camminare con un polso steccato…), ma mi piace pensare che, sotto questa coltre bianca, la terra finalmente riposi dopo tanto caldo estivo, dopo tanta sete. Quest’idea mi piace, mi rassicura perchè noi non pensiamo mai che tutto quello che abbiamo viene dalla terra, ma che della terra ci occupiamo davvero poco..per cui ben venga una stagione in cui tutto è ricoperto e anche l’uomo si deve rassegnare ed attendere.

La stagione dei carciofi sta per finire, ormai è tempo di quelli senza spine che io amo particolarmente, non me li sono lasciati scappare quindi e ho provato a cucinarli alla moda della tarte tatin, come dicono i francesi, o della torta rovesciata, come piace a me. E’ venuta bella, ma soprattutto buona, finita in un battibaleno! preparatela con le verdure che volete, broccoli, cavolfiori, finocchi…cercate però di disporre la verdura armoniosamente: anche l’occhio vuole la sua parte!

E’ una proposta valida anche come “svuotafrigor”, adoro le ricette svuotafrigor, voi no??!!! Abbinate due verdure se volete, anche quatro se le avete, utilizzate i formaggi avanzati, ma abbinate con criterio: se la verdura ha un gusto deciso, il formaggio deve essere delicato.

P.s. l’inter pareggia il derby a 6 min. dalla fine…………

Per 4 persone: tempo di preparazione 30 min. tempo di cottura 30 min.

  • 4 carciofi puliti dalle foglie esterne più dure e senza gambi (tenete foglie e gambi, vi serviranno per il prossimo post!!!!)
  • olio extravergine di oliva q.b.
  • 1 spicchio di aglio con la buccia
  • sale q.b.
  • acqua calda q.b.
  • 250 g di ricotta fresca
  • 150 g di formaggio tipo caciotta, fontina, bel paese o quello che avete.
  • latte q.b.
  • parmigiano grattugiato q.b.
  • 1 confezione di pasta brisè pronta
  1. Tagliate a metà i carciofi e tenerli da parte.
  2. Scaldate l’olio, asciate imbiondire l’aglio, tiratelo via e rosolate i carciofi.
  3. Salate e cuocete almeno per 15 min. fino a quando non saranno ammorbiditi: aggiungete un poco di acqua calda se necessario.
  4. In una ciotola, mescolate la ricotta con il formaggio tritato, aggiungete solo un pochino di latte se necessario per rendere più morbido il composto.
  5. Foderate uno stampo rotondo o quadrato, come preferite, con la carta forno.
  6. Appoggiate le otto metà di carciofo sul fondo.
  7. Versatevi sopra il composto di formaggio
  8. Coprite il tutto con il foglio di pasta “rimboccandolo” ai lati.
  9. Cuocete in forno caldo ventilato a 200° per 30-40 min. fino a quando la pasta non sarà ben colorita.
  10. Sfornate e ribaltate.
  11. Servite e buon appetito!!!
Annunci

Quiche per celiaci prosciutto e formaggio

2 Gen

    Eccoci dunque al 2013. Il 13 mi è proprio simpatico e quasi mi dispiace, quando sono a NYC, di vederlo sparire negli ascensori per esempio…..perchè loro non lo amano proprio e il 13esimo piano non lo calcolano……Da noi invece porta fortuna e io sono sicura che il 13 quest’anno porterà fortuna alla mia amica che sta impegnandosi in politica, a quella che probabilmente si trasferirà da Savona a Milano, a chi quest’anno darà il suo primo esame importante all’Università e a chi sta affrontando il primo anno di magistratura……..tante persone, tanti volti cari che mi stanno a cuore. E sono sicura che porterà fortuna anche a me, che sto per iniziare una delle avventure più impegnative e stimolanti della mia vita….sorpresa, ve ne parlerò a tempo debito!
    Ho pensato di iniziare l’anno con qualcosa di buonissimo (davvero) che possa essere gustato anche da chi è intollerante al glutine. Questa torta salata è una delle mie preferite, la base di mandorle è fantastica e si sposa benissimo con il prosciutto e il formaggio. Provatela e sappiatemi dire: diventerà un must anche da voi!!! Solo una precisazione: per i gluten free tutti gli ingredienti, naturalmente, devono essere del tipo consentito dal prontuario!
      Torta per 6 persone, tempo di peparazione 40 min. Tempo di cottura 45 min.
    Per l’impasto:
  • 150 g di farina di mandorle
  • 1/2 cucchiaino di sale
  • 1/2 cucchiaino bicarbonato di sodio
  • 50 g di olio di semi (meglio se di girasole)
  • 1 cucchiaio di acqua

Per il ripieno:

  • grana grattugiato 2 cucchiai
  • 100 g di cubetti di prosciutto cotto
  • 2 uova
  • 200 g di ricotta
  1. Preparate l’impasto: portate gli ingredienti a temperatura ambiente e impastateli con le mani o con il mixer dando la forma di un panetto. Se necesssario aggiungete ancora un poco di olio o acqua.
  2. Lasciate riposare 15 minuti, poi stendete l’impasto in una teglia ben oliata, lasciando i bordi alti circa  due dita.
  3. Spolverizzate il fondo con il grana, farcitelo con il prosciutto cotto e versatevi sopra il composto di uova e ricotta ben amalgamato.
  4. Cuocete in forno già caldo a 180 gradi per 35-40 minuti, fino a doratura, e togliete dal forno.
  5. Servite e buon appetito!!!!

Arrosto di vitello nappato al finocchio riciclato.

29 Dic

DSCF0464

Che dite? Ricominciamo con il riciclo? Per esempio prendete i finocchi: quanto scarto abbiamo? Un sacco e l’abbiamo sempre dato per normale!! Ma noi, quello scarto, lo paghiamo eccome!!! Non sarebbe ora quindi di trovare il modo di utilizzarlo? Mica è cattivo! E’ solo bruttino, un poco rovinato, come la parte più esterna, o duro come il gambo.

Allora provate questa ricettina e vi riempirà di orgoglio. E’ bello, in tempi come questi, essere capaci di non sprecare, ingegnarsi per non buttare come insegna Lisa Casali: il mondo ha assolutamente bisogno di una coscienza diversa, dobbiamo imparare a utilizzare e non buttare, provare a sperimentare e non buttare, far riparare e non buttare………….DSCF0321

La ricetta è per 6 persone, e da oggi troverete sempre anche: tempo di preparazione e tempo di cottura perchè Margherita, a cui voglio un mondo di bene, mi ha fatto notare, con garbo, che sarebbero stati utlili e graditi.

Tempo di preparazione: 30 min. Tempo di cottura: 60 min.

  • cipolla tritata sottile sottile q.b.
  • olio extravergine di oliva q.b.
  • le foglie esterne di 4 finocchi e i loro gambi, qualche barbetta per guarnire
  • un pezzo di fesa di vitello di circa un kilo
  • sale alle erbe aromatiche q.b.
  • 1 bicchiere di vino bianco secco, buono
  • acqua calda o brodo vegetale q.b.
  • ricotta fresca 250 g
  • latte q.b.
  • sale e pepe q.b.
  • paprika dolce q.b.
  1. In una padella che possa contenere la carne abbastanza di misura, scaldate l’olio e soffriggete la cipolla piano piano.
  2. Aggiungete le foglie e i gambi di sedano tagliati grossolanamente e un poco di verde tritato: mescolate per insaporirli.
  3. Rotolate la carne nel sale aromatico e unitela alla verdura:  alzate leggermente il fuoco per poterla rosolare velocemente da tutte le parti: non abbandonatela in questo momento o tutto brucerà!
  4. Sfumate con il vino, aggiungete dell’acqua calda (o brodo) se necessario, di modo che l’arrosto sia immerso per metà ne liquido, coprite e lasciate cuocere a fuoco lento lento.
  5. L’arrosto sarà pronto quando al cuore la temperatura sarà di 72°. Vi consiglio di comprare un termometro per carni, è utilissimo e non costa molto, se proprio non lo avete, cuocete per circa 1 ora o fino a quando, forandolo con una forchetta o uno spillone, non uscirà liquido trasparente e non rosso; aggiungete brodo caldo se tenderà ad attaccare.
  6. Togliete la carne dalla pentola e tenetela in caldo.
  7. Frullate tutto il fondo con la ricotta aggiungendo il latte se la salsa risulterà troppo densa, salate e pepate.
  8. Tagliate la carne a fette, nappatela con il sugo, spolverizzate con la paprika e servite!!

Torta salata alici, pomodorini e ricotta: che buona!!

12 Giu

Sono sincera, quando ho deciso di provare questa torta salata non pensavo mi avrebbe dato queste soddisfazioni!!!

E’ venuta bellissima, buonissima, molto colorata ed allegra, ma soprattutto è un modo per mangiare, e far mangiare, il pesce anche a chi non lo ama molto!

Provatela anche voi e vedrete che entrerà tra le vostre preferite, soprattutto in questo periodo in cui il pesce azzurro, che fa sempre benissimo, è molto conveniente!!

Per una torta di 24-26 cm di diametro (4 persone)

  • Una dose di pasta brisè di circa 300 g
  • 250 g di ricotta
  • 2-3 uova
  • 2  cucchiai di parmigiano 36 mesi grattugiato
  • 2 cucchiai di pecorino romano stagionato grattugiato
  • sale q.b.
  • 12-14 alici lavate e pulite (senza testa, nè coda, ne lisca centrale)
  • una decina di pachino tagliati a metà, o altri pomodorini tagliati a fettine
  • prezzemolo tritato q.b.
  • buccia di limone grattugiata q.b.
  • pangrattato un cucchiaino
  1. Foderate con la pasta la vostra teglia, tenendo i bordi medio-alti, ma non troppo.
  2. In un mixer, mischiate la ricotta alle uova e aggiungete i formaggi.
  3. Continuate a mischiare fino a quando non avrete ottenuto una crema spumosa.
  4. Assaggiate e salate q.b.
  5. Versate il composto di ricotta sul fondo della teglia.
  6. Appoggiatevi sopra a raggera le alici aperte a libro.
  7. Guarnite con i pomodorini.
  8. Spolverizzate con prezzemolo e buccia di limone grattugiata, terminate con il pangrattato.
  9. Cuocete in forno caldo a 200° per 20-30 minuti.
  10. Buon appetito!!
culturesgroup

Fermentation • Preservation • Cooking • Cultures • Aspergillus

Fables de Sucre

Fables de Sucre, il blog a quattro mani di Claudio e Eva, che raccontano favole dolci e qualche volta salate, e storie di Casa Fables fatte di amore per la cucina e il cibo

Cooking Loving Sharing

dentro e fuori la cucina

Con Un Poco Di Zucchero

Quel che accade nella cucina di una food blogger

Maria Cristina's Kitchen

Il gusto della buona cucina

ci vuole passione

ViaggiandoMangiando

ci vuole passione

feel free, naturalmente, gluten free

Il buon cibo è anche gluten free

la gelida anolina

ci vuole passione

ci vuole passione

Ecocucina

Laboratorio di ricette per una cucina a costo e impatto (quasi) zero

Associazione La Trottola

... La Bottega delle Cose di Casa d'Altri

Con le mani in pasta

Diario culinario di una mamma metà cuoca, metà contadina

Anice e Cannella

ci vuole passione

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: