Archivio | giugno, 2011

Il baccalà al verde: nulla di più semplice e gustoso. Dried salt cod in green: simple and tasty.

30 Giu

Buongiornooooooooooooo!!! Ma lo sapete che ieri con la mia pasta ho avuto una marea, ma davvero una marea di contatti? Ma che soddisfazione…! Sono felicissima!!!

Grazie!

Oggi facciamo il baccalà al verde, un piatto ligure buonissimo e facilissimo che si cuoce in pochissimo tempo ed è davvero gradito da tutti. L’unica accortezza che dovete avere è quella di dissalare il baccalà lasciandolo un paio di giorni immerso in acqua fredda che dovrete cambiare spesso, almeno 3-4 volte al giorno.

Questa non è proprio la ricetta originale, che prevede anche i funghi, la farina, il latte……è una versione più semplice, come piacciono a me e anche a voi mi pare…!

Se non ne avete voglia, acquistatelo già ammollato e in pochissimo tempo cucinerete una vera delizia!!

Per 4 persone:

  • Olio extravergine di oliva q.b.
  • 1 carota tagliata a dadini piccoli
  • 250 g. di patate tagliate a fettine sottilissime
  • prezzemolo tritato una bella manciata, se no che verde è…??!!
  • mezzo spicchio di aglio tritato finissimo se volete
  • sale q.b. ma poco
  • una manciata di pinoli
  • 400 g. di baccalà ammollato e ben scolato
  • mezzo bicchiere di vino bianco secco
  1. In una casseruola o pirofila oliata, versate le carote e fate uno strato di patate.
  2. Condite con un giro di olio, spolverizzate con il prezzemolo, l’aglio e pochissimo sale.
  3. Aggiungete i pinoli e il pesce.
  4. Condite con un altro giro di olio e bagnate con il vino.
  5. Cuocete a fuoco medio con il coperchio per circa 30 min. NON cuocete troppo o il baccalà diventerà stopposo!
  6. Qualche minuto prima della fine scoperchiate e, se c’è bisogno di fare asciugare, alzate il fuoco, ma state attenti a non bruciare!

Buongiornooooooooooooo! Do you know that yesterday with my blog I got a flood, but really a lot of contacts? What a satisfaction …! I’m so happy!

Thanks!

Shelled pine nuts.

Image via Wikipedia

Today we cook the cod “al verde” , delicious and easy dish from Liguria that cooks in a very short time and is really appreciated by everybody. The only care you need to have is to desalinate dried salt cod leaving it a couple of days immersed in cold water.  You have to change the water often, at least 3-4 times a day. If you do not like desalinating it, buy it already soaked and cook in a short  time a real treat!

This is not quite the original recipe, which also includes mushrooms, flour, milk …… it is a simpler version, like those we (you and me) appreciate…..!

Serves 4 persons:

  • extra virgin olive oil to taste
  • 1 carrot peeled and cut in very small pieces
  • 250 g.  potatoes cut into very thin slices
  • a handful of chopped parsley, ( otherwise it’s not green!!)
  • half a clove of garlic chopped very thinly, if you want
  • salt to taste but very little
  • a handful of pine nuts
  • 400 g. salt cod, soaked and well-drained
  • ½ cup dry white wine

1. In a casserole, greased, put the carrot and make a layer of potatoes.
2. Garnish with olive oil, a sprinkle of parsley, garlic and a little salt.
3. Add the pine nuts and fish.
4. Season with another round of oil and add the wine.
5. Cook over medium heat with the lid for about 30 min. Do not overcook or it will become stringy!
6. A few minutes before the end uncover and, if you need to dry, turn up the fire, but be careful not to burn!

Annunci

Pasta verdure e prosciutto! Vegetables and ham pasta.

29 Giu

Buongiorno!!! Oggi ho trascorso la giornata preparando il baccalà per cucinarlo “al verde” come si usa in Liguria.

Domani lo cucinerò e vi posterò la ricetta, ma oggi non avevo poi più tanto tempo per cucinare e quindi vi propongo una pasta con le verdurine preparate al forno come vi avevo postato un poco di tempo fa. Se non ve le ricordate cliccate qui!

Per 4 persone:

  • Mezza teglia da forno di verdurine come vi ho già raccontato sopra
  • 320 g. di pasta
  • 200 g. di prosciutto cotto in cubetti
  • olio extravergine di oliva q.b.
  1. Preparate le verdure come descritto nel link sopra.
  2. Quando le verdure sono quasi pronte, portate a bollore l’acqua salata e cuocetevi la pasta per il tempo indicato sulla confezione.
  3. Scolate la pasta, conditela con le verdure al forno e il prosciutto.
  4. Condite, se necessario, con dell’altro olio e servite subito.
  5. Semplice, veloce, sana….non vi lamenterete vero??!!

Hello! Today I spent the day preparing  the cod to be cooked “al verde” as used in Liguria.

Tomorrow I will cook it and I will post the recipe, but then today I had not so much time to cook and then I propose you  a pasta with the vegetables prepared in the oven as I had posted a little while ago. If you do not remember click here!

vegetables

Image via Wikipedia

For 4 persons:

  •      half of baking vegetables as I have already posted above
  •      320 g. pasta
  •      200 g. diced  ham
  •      extra virgin olive oil to taste

1. Prepare the vegetables as described in the link above.
2. When the vegetables are almost ready, bring salted water to a boil and cook the pasta for the time indicated on the package.
3. Drain the pasta, season it with the vegetables and ham.
4. Garnish, if necessary, with more oil and serve immediately.
5. Simple, fast, healthy …. do not complain!!

Le sarde ripiene alla semplice. Very simple stuffed sardines.

28 Giu

Qui in Liguria le sarde e le alici sono di casa. Inoltre sono un alimento fantastico come tutto il pesce azzurro: ricco di sali minerali (tra cui il selenio, molto  antiossidante, calcio, fosforo, ferro e iodio) e vitamine (in particolare A e B),  e contiene anche un’altissima concentrazione di omega-3, gli acidi grassi polinsaturi che svolgono effetti benefici sul cuore e la circolazione in generale, abbassando il livello di colesterolo. Si tratta di grassi che non vengono prodotti dal nostro organismo e che quindi dobbiamo introdurre attraverso l’alimentazione!

Attenzione però! Le proprietà di questo pesce si deteriorano facilmente alle alte temperature; (es. fritture ) è quindi bene cuocere questo pesce per poco tempo, meglio al cartoccio, al forno o marinato nel limone, per mantenere inalterate le sue qualità!

Allora decidete subito di volervi bene e cuocetevi un gustoso piatto di sarde al forno con il mio ripieno!

Per 4 persone:

  • mollica tritata q.b.
  • 80 g. di parmigiano grattugiato
  • due manciate di pinoli tostati
  • qualche chicco di uvetta ammollata nell’acqua tiepida e ben strizzata
  • prezzemolo tritato q.b.
  • sale q.b.
  • olio extravergine di oliva q.b.
  • una ventina di sarde, o alici, ma le sarde sono più grandi e si farciscono meglio, aperte a libro, pulite e senza lisca centrale
  1. Mescolate la mollica  con il formaggio, i pinoli, l’uvetta, il prezzemolo tritato, il sale ed un generoso giro d’olio.
  2. Accoppiate le sarde mettendo in mezzo il composto preparato.
  3. Appoggiatele su una teglia da forno oliata e cuocetele in forno caldo a 180° per una ventina di minuti.
  4. Servitele subito con un’insalatina fresca fresca.

Here in Liguria sardines and sardines are very popular. They are also great as food as they are  blue fish: rich in minerals (including selenium, much antioxidant, calcium, phosphorus, iron and iodine) and vitamins (especially A and B), and has high concentrations of omega-3 polyunsaturated fatty acids which plays a positive effect on the heart and circulation in general, lowering the cholesterol level. These are fats that are not

Sardines as seen at the Monterey Bay Aquarium.

Image via Wikipedia

produced by the body and therefore we need to introduce them with our diet!

But be careful! The properties of this fish is easy to deteriorate at high temperatures (eg frying)  so I recommend to cook this fish for a short time, better baked or marinated in lemon, to maintain its quality!

Then let’s  cook a tasty dish of sardines baked with my stuffing!

Serves 4:

  • Crumbs, chopped
  • 80 g. grated parmesan cheese
  • two handfuls of toasted pine nuts
  • a few grains of raisins soaked in warm water and squeezed
  • chopped parsley to taste
  • salt to taste
  • extra virgin olive oil to taste
  • Ten  sardines, or anchovies, but sardines are larger and it’s easier to stuff them, opened, cleaned and without backbone

1. Mix the crumbs with cheese, pine nuts, raisins, parsley, salt and a generous dribble of oil.
2. Staff sardines in the middle with the mixture.
3. Place them on an oiled baking sheet and cook in preheated oven at 180 degrees for about twenty minutes.
4. Serve immediately with fresh salad.

Crostata di albicocche ricoperta. Apricot crostata.

27 Giu

Buongiorno!!! Questa è la ricetta numero 101, ebbene sì! Abbiamo superato il centinaio e devo dire che sono proprio orgogliosa di questo blog e dei suoi quasi 4800 contatti!

Proviamo insieme allora questa crostata, un poco diversa dalle solite perchè ricoparta da un secondo strato di frolla che nasconde marmellata, ma anche albicocche intere!

Per 6-8:

  • 450 g farina
  • 225 g burro
  • 1 uovo e 1 tuorlo
  • 225 g zucchero
  • sale q.b.
  • 1/2 bustina di lievito
  • 250 g di marmellata di albicocche
  • 6-8 albicocche piccole e mature snocciolate e tagliate a pezzetoni regolari
  1. Mescolate la farina con il burro molto molto velocemente per  non scaldare l’impasto.
  2. Aggiungete le uova, lo zucchero, il pizzico di sale e il lievito e amalgamate per bene anche questi  ingredienti, ma sempre abbastanza velocemente.
  3. Rivestite, con la metà di questo impasto, uno stampo rotondo lasciando i bordi abbastanza alti e regolari.
  4. Farcite con la marmellata e la frutta a pezzettoni.
    List of Vietnamese ingredients

    Image via Wikipedia

  5. Coprite con un disco di pasta unendolo alla pasta sottostante.
  6. Infornate a 190 gradi per 30-45 minuti circa.
  7. Attendete che si raffreddi e servite!

Hello! This is the recipe number 101, yes! We have passed the hundred and I must say I’m just proud of this blog and its nearly 4,800 contacts!

Let us getting on  with this tart, a little different from the usual italian tart, because covered by a second layer of pastry that hides jam, but also whole fresh apricots!
Serves 6 to 8:

  • 450 g flour
  • 225 g butter
  • 1 egg and 1 egg yolk
  • 225 g sugar
  • a pinch of salt
  • 1 tbsp of yeast
  • 250 g apricot jam
  • 6-8 ripe apricots, pitted and cut into small and regular pieces
  1. Mix the flour with the butter very quickly, not to heat the mixture.
  2. Add the eggs, sugar, salt and baking powder and mix well to these ingredients, but always fast enough.
  3. Roll out half the pastry to the size of an oven proof plate.
  4. Stuff with jam and fruit.
  5. Roll remaining pastry to cover the jam.
  6. Dampen edge of base pastry with cold water to seal.
  7. Press top pastry over jam to make the tart.
  8. Seal the edges by using the back of a knife to form a crust.
  9. Cover with a disc of dough to the pasta uniting below.
  10. Bake at 190 degrees for 30-45 minutes.
  11. Wait for it to cool and serve!
ravanellocurioso

Chef Anarco Vegan

culturesgroup

Fermentation • Preservation • Cooking • Cultures • Aspergillus

Fables de Sucre

Fables de Sucre, il blog a quattro mani di Claudio e Eva, che raccontano favole dolci e qualche volta salate, e storie di Casa Fables fatte di amore per la cucina e il cibo

Cooking Loving Sharing

dentro e fuori la cucina

Con Un Poco Di Zucchero

Quel che accade nella cucina di una food blogger

Maria Cristina's Kitchen

Il gusto della buona cucina

ci vuole passione

ViaggiandoMangiando

ci vuole passione

feel free, naturalmente, gluten free

Il buon cibo è anche gluten free

la gelida anolina

ci vuole passione

ci vuole passione

Ecocucina

Laboratorio di ricette per una cucina a costo e impatto (quasi) zero

Associazione La Trottola

... La Bottega delle Cose di Casa d'Altri

Con le mani in pasta

Diario culinario di una mamma metà cuoca, metà contadina

Anice e Cannella

ci vuole passione