Tag Archives: limone

Fesa di vitello con salsa verde capperi, olio e limone

1 Set

Che frrrreeeedddoooo!!!!!!!

Adoro questa temperatura! Finalmente il lenzuolino e il coprilettino! Tutti e due insieme!!! E poi in cucina mi sono scatenata! Ho fritto le melanzane dell’orto per la parmigiana, ho sbollentato in acqua e aceto la buccia di anguria (si, avete capito bene), ho fatto il pesto…….una meraviglia!!!

Avevo poi in frigorifero un bellissimo pezzo di magatello del mio mitico Amedeo (il macellaio di cui parlo spesso, il mio mitico macellaio di campagna che cresce e macella le sue bestie così sappiamo bene cosa hanno mangiato….e cosa di conseguenza mangeremo noi…..), uno di quei pezzi di magatello che non “spariscono” in cottura perchè sono pieni di ormoni per cui lo metti in pentola per 6 e te lo ritrovi si e no per 3…….che rabbia…..(!)

Bene, la temperatura avrebbe suggerito un bell’arrostino, ma non avevo le verdurine giuste, nè il tempo per seguirlo per cui sono tornata alla prima idea, quella per cui avevo comprato il magatello inizialmente ed ora ve la passo volentieri perchè è venuto benissimo!!!!

Per 6-8 persone:

  • brodo vegetale o acqua q.b.
  • sale q.b.
  • 1 carota pelata e tagliata in due
  • 1 cipolla pelata e tagliata in due
  • 1 gambo di sedano pulito
  • 1 cucchiaio di aceto bianco
  • 800 g di magatello di vitello
  • 4 cucchiai di capperi sotto sale, dissalati
  • la scorza e il succo di 1 limone bio
  • olio extravergine q.b.
  1. Legate il magatello con lo spago  da cucina e lessatelo in brodo o acqua calda salata con carota, cipolla, sedano, un cucchiaio abbondante d’aceto e uno d’olio.
  2. Cuocete a fuoco basso e coperto per circa 2 ore.
  3. Lasciate raffreddare la carne nel suo brodo e poi tagliatela a fettine sottilissime (meglio con l’affettatrice se ce l’avete).
  4. In una ciotola a parte, mescolate con una frusta l’olio al limone emulsionandoli bene.
  5. Aggiungete capperi e buccia di limone grattugiata.
  6. Versate la salsina sulla carne e portate in tavola!
  7. Bon appetit!!
Annunci

Il gelo di limone alla salsa di cachi.

28 Dic

Il gelo di limone è uno dei dolci della tradizione siciliana che amo di più. E’ fresco, facilissimo da fare, riscuote sempre un grande successo e non è inflazionato come il sorbetto.

Vi passo volentieri la mia ricetta,  recentemente ho servito il gelo con una salsa di cachi buonissima e altrettanto semplice, tanto per cambiare, provatela anche voi!

Per 6 persone:

  • 5-6 limoni biologici grandi
  • 600 g di acqua
  • 200 g di succo di limone
  • 200 g di zucchero
  • 70 g di maizena

Per la salsa di cachi:

  • 2-3 cachi  puliti
  • 100 g di zucchero
  1. Pelate i limoni facendo bene attenzione a prendere solo la parte gialle e non la bianca, altrimenti il risultato sarà amaro.
  2. Mettete le bucce in infusione nell’acqua per 24 ore.
  3. Filtrate l’acqua, aggiungetevi il succo di limone e lo zucchero.
  4. Versate la maizena in una casseruola e diluitela con l’acqua al limone aggiungendola a poco a poco per non formare grumi.
  5. Ponete il tutto sul fuoco e scaldate.
  6. Assaggiate il composto e decidete se vi piace: io non lo farei molto dolce, altrimenti non rinfresca, nè disseta, ma se a voi piace di più, aggiungetevi dello zucchero.
  7. Non appena portate a bollore, controllate il tempo e, sempre mescolando, fate passare dai 3 ai 5 minuti di modo che il gelo possa, appunto, solidificarsi e assumere una consistenza cremosa.
  8. Non importa se non è molto cremoso, si solidificherà raffreddandosi.
  9. Bagnate degli stampini individuali o uno stampo grande e versateci il vostro gelo.
  10. Lasciate raffreddare e poi mettetelo in frigorifero per almeno 6-8 ore.
  11. Nel frattempo preparate la salsa come se fosse una marmellata, facendo sciogliere lo zucchero nella polpa di cachi e poi filtrando il tutto.
  12. Servite il gelo con la salsa di cachi: buonissimo.

Arrosto di tacchino e olive: un must. Roasted turkey with olives: a must!

24 Giu

Buongiorno!! Questo arrosto è uno dei miei cavalli di battaglia, soprattutto in estate. I suoi punti di forza sono: si cuoce praticamente da solo senza che si debba curarlo più di tanto, è gustosissimo, piace a tutti, anche ai bambini più difficili, si può mangiare benissimo anche il giorno dopo oppure congelare e quando si scongela è come nuovo. In più è fresco e gradevolissimo in estate, ma anche nelle altre stagioni fa la sua figura…e allora? Che volete di più…???!!!!

Per 6 persone:

  • 2 limoni belli grossi e succosi
  • olio extravergine di oliva: la stessa quantità del succo ricavato dai  limoni
  • 1000 g. circa di fesa di tacchino in un solo pezzo
  • 250 g di olive snocciolate, quelle che volete voi, ma le taggiasche sono le migliori
  • una manciata di capperi dissalati
  • NON ci vuole sale
  1. Spremete per bene i limoni e versate il succo in una pentola
  2. Aggiungetevi tanto olio quanto è il succo (più o meno, andate pure a occhio, non è importante)
  3. Adagiate nella pentola la vostra bella fesa di tacchino che dovrebbe coprire tutto o quasi tutto il fondo della pentola (il che significa che la pentola dovrebbe essere quasi a misura delo pezzo di carne, non usate i pentoloni da brodo…..!)
  4. Spargetevi sopra le olive e i capperi, mescolate un poco e cuocete a fuoco bassissimo per un’ora e mezza, coprendo con un coperchio per almeno metà della cottura.
  5. Lasciate raffreddare un poco e tagliate a fettine sottili se si è in estate, un poco più grosse se si è in altre stagioni.
  6. Servite con il suo sughetto e gustate preferibilmente in compagnia!!

Hello! This roasted turkey is one of my strong points, especially in summer. Its plus are: it cooks almost  without needing to take care of, it is tasty, everyone likes it, even the most difficult child, you can eat it even  the next day or freeze it and defro

The rind of a lemon is exceptionally bitter, w...

Image via Wikipedia

st it when you  like….. Plus it’s cool and pleasant in summer, but also in other seasons it’s very appreciated … and then? What more do you want …???!!!!

For 6 persons:

  • 2 lemons and juicy big beautiful.
  • extra virgin olive oil: the same amount of the lemon juice.
  • 1000 g turkey breast in one piece.
  • 250 g of pitted olives, the ones you want.
  • one handful of capers
  • you do not need salt

1. Squeeze lemons and pour the juice in a saucepan
2. Add as much oil as roughly the juice (more or less)
3. Put in the pot your  turkey that should cover all or most of the bottom of the pot (which means that the pot should  almost tailor the piece of meat, do not use the big pans …..!)
4. Sprinkle over  olives and capers, stir a little and cook over low heat for an hour and a half, covering with a lid for at least half of the cooking.
5. Let cool slightly and cut into thin slices if you are in summer, a little bigger if in other seasons.
6. Serve with sauce and enjoy it together with friends or family!

Come servire una macedonia elegante! How to serve a fancy fruit salad!!

13 Giu

Buongiorno!!! Come vi sentite all’inizio di questa settimana?? Dicono che l’estate sia finalmente alle porte!! Godiamoci allora questa macedonia di frutta che non è nulla di nuovo, ma ci tengo a proporvela se non altro per il modo in cui è stata preparata!

L’ho gustata da DicoCibo un ristorantino delizioso a Milano dalle parti di via Washington, aperto tutti i giorni a mezzogiorno e una sera la settimana  in via Cecchi 10, (per prenotare: 338.3850830) e gestito da tre “ragazze” come me…..andate a vedere il sito, è molto carino!

Per 4 persone:

  • 1 mela pelata e tagliata a dadini piccoli
  • 5-6 fragole lavate, asciugate e tagliate a dadini piccoli
  • 1 arancia pelata e tagliata a pezzetti piccoli
  • 2 kiwi pelati e tagliati a dadini piccoli
  • succo di limone q.b.
  • liquore a piacere q.b. se volete
  • zucchero, se volete, q.b.
  1. Mischiate la frutta in una ciotola.
  2. Aggiungere il limone e il liquore che volete e michiare di nuovo.
  3. Unire lo zucchero e mischiare.
  4. Riempire con la macedonia quattro formine quadrate e schiacciare bene bene.
  5. Lasciare riposare per almeno un’ora in frigorifero.
  6. “Sformare” in piattinin individuali  e guarnire con una pallina di gelato.
  7. Servire subito!

Hello! How do you feel at the beginning of this week? They say that summer is finally at the gates! So let’s enjoy this fruit salad which is nothing new, but i it has been proposed in a new style!

I’ve tasted it during a lunch by DicoCibo, a  delicious restaurant in  Milan which  is open daily for lunch and one evening a week. It’s in Cecchi street number 10, (to book: 338.3850830) and operated by three “girls” like me … .. go and visit  the web site: it’ is very nice!

Serves 4:

  • 1 apple, peeled and cut into small cubes
  • 5-6 strawberries, washed, dried and cut into small cubes
  • 1 orange peeled and cut into small pieces
  • 2 kiwi, peeled and cut into small cubes
  • lemon juice q.b.
  • liquor to taste, if you like
  • sugar if you like, q.b.

1. Mix the fruit in a bowl.
2. Add the lemon juice and the liquor you have chosen and mix again.
3. Add the sugar and mix.
4. Fill with fruit salad four square forms and crush well well.
5. Let stand for at least an hour in the refrigerator.
6. “Turn out” in  individual dish and garnish with a scoop of ice cream.
7. Serve immediately!

ravanellocurioso

Chef Anarco Vegan

culturesgroup

Fermentation • Preservation • Cooking • Cultures • Aspergillus

Fables de Sucre

Fables de Sucre, il blog a quattro mani di Claudio e Eva, che raccontano favole dolci e qualche volta salate, e storie di Casa Fables fatte di amore per la cucina e il cibo

Cooking Loving Sharing

dentro e fuori la cucina

Con Un Poco Di Zucchero

Quel che accade nella cucina di una food blogger

Maria Cristina's Kitchen

Il gusto della buona cucina

ci vuole passione

ViaggiandoMangiando

ci vuole passione

feel free, naturalmente, gluten free

Il buon cibo è anche gluten free

la gelida anolina

ci vuole passione

ci vuole passione

Ecocucina

Laboratorio di ricette per una cucina a costo e impatto (quasi) zero

Associazione La Trottola

... La Bottega delle Cose di Casa d'Altri

Con le mani in pasta

Diario culinario di una mamma metà cuoca, metà contadina

Anice e Cannella

ci vuole passione