Archivio | giugno, 2012

Il salmone al forno con mandorle tritate: light light light.

24 Giu

Lo so, fa caldo e non si ha voglia di cucinare, accendere il forno poi!!!???

Assolutamente da scartare? In teoria sì, in pratica 15 minuti di forno sono proprio pochi per regalarci un piatto sano, gustoso e light!

Il pesce, quando è buono, della migliore qualità, non ha bisogno di essere troppo “pasticciato” in cottura, per non perdere il suo aroma e il suo gusto.

Semplice e veloce: la ricetta migliore per (quasi) tutti i tipi di pesce! Provatelo!

Per 4 persone:

  • 4 o 6 tranci si salmone spinati e senza pelle (attenzione, il tipo a ferro di cavallo ha le spine attaccate all’osso centrale: si devono togliere con la pinzetta!!!)
  • olio extravergine dio oliva q.b.
  • sale q.b.
  • timo fresco tritato q.b.
  • mezzo bicchiere di vino bianco molto buono
  • 40 g di mandorle pelate tritate finemente
  1. Sistemate i tranci si salmone su una placca da forno rivestita di alluminio
  2. Irrorate con l’olio e salate.
  3. Spolverizzate abbondantemente con il timo fresco tritato e con le mandorle.
  4. Cuocete in forno caldo a 220 ° C per 5 minuti.
  5. Bagnate c0n il vino bianco e continuate la cottura per altri 10 minuti.
  6. Sfornate e gustate subito!!!
  7. Buon Appetito!!
Annunci

Torta salata alici, pomodorini e ricotta: che buona!!

12 Giu

Sono sincera, quando ho deciso di provare questa torta salata non pensavo mi avrebbe dato queste soddisfazioni!!!

E’ venuta bellissima, buonissima, molto colorata ed allegra, ma soprattutto è un modo per mangiare, e far mangiare, il pesce anche a chi non lo ama molto!

Provatela anche voi e vedrete che entrerà tra le vostre preferite, soprattutto in questo periodo in cui il pesce azzurro, che fa sempre benissimo, è molto conveniente!!

Per una torta di 24-26 cm di diametro (4 persone)

  • Una dose di pasta brisè di circa 300 g
  • 250 g di ricotta
  • 2-3 uova
  • 2  cucchiai di parmigiano 36 mesi grattugiato
  • 2 cucchiai di pecorino romano stagionato grattugiato
  • sale q.b.
  • 12-14 alici lavate e pulite (senza testa, nè coda, ne lisca centrale)
  • una decina di pachino tagliati a metà, o altri pomodorini tagliati a fettine
  • prezzemolo tritato q.b.
  • buccia di limone grattugiata q.b.
  • pangrattato un cucchiaino
  1. Foderate con la pasta la vostra teglia, tenendo i bordi medio-alti, ma non troppo.
  2. In un mixer, mischiate la ricotta alle uova e aggiungete i formaggi.
  3. Continuate a mischiare fino a quando non avrete ottenuto una crema spumosa.
  4. Assaggiate e salate q.b.
  5. Versate il composto di ricotta sul fondo della teglia.
  6. Appoggiatevi sopra a raggera le alici aperte a libro.
  7. Guarnite con i pomodorini.
  8. Spolverizzate con prezzemolo e buccia di limone grattugiata, terminate con il pangrattato.
  9. Cuocete in forno caldo a 200° per 20-30 minuti.
  10. Buon appetito!!

Padellata di zucchine, pomodorini secchi e crumble con olive: delizioso!!

7 Giu

Le zucchine, si sa, non sanno di molto…..certo quelle estive sono fragranti e profumate, ma durante l’anno il loro sapore è abbastanza neutro. Questo, da un certo punto di vista è un vantaggio, perchè possono essere abbinate a tantissimi ingredienti!

Provate questo abbinamento: è fantastico, colorato, gustoso, allegro e facilissimo: che volete di più??!!

Può essere un contorno come dire….rinforzato, un piatto forte per un buffet freddo estivo, un piatto unico se abbinato a dei salumi e formaggi…..un passe partout insomma!

Per 4 persone:

  • olio extravergine di oliva q.b.
  • carotina, sedanino e cipollina tagliate finissime per il soffritto
  • 4 zucchine abbastanza grosse tagliate finissime con la mandolina
  • mezzo barattolino di pomodorini secchi sott’olio sgocciolati
  • 60 g di olive taggiasche snocciolate
  • 4 fette di pancarrè alle quali avrete tagliato via i bordi
  • sale q..b
  1. Fate un soffrittino dolce dolce con olio, cipolla, carota e sedano e cuocetevi le zucchine portandole a metà cottura.
  2. A questo punto aggiungete i pomodorini tagliati fini fini e le olive e portate a termine la cottura. Salate se necessario.
  3. In un mixer tritate il pane insieme a 3-4 pomodorini : otterrete un composto “bricioloso” rossastro.
  4. Cuocetelo in una pentola antiaderente caldissima, senza aggiunta di grassi, fino a quando il pane non diventerà bello croccante (attenzione, se lo abbandonate potrebbe bruciacchiare facilmente)
  5. Unite il “crumble” alle zucchine. mescolate per bene e servite!!

Taccole, ricotta e parmigiano: una torta salata sana e leggera

4 Giu

Oggi mi è arrivata la cassetta biologica e per la prima volta c’erano loro, le taccole! Le taccole fanno proprio primavera, mi informano che l’inverno ormai è lontano, mentre l’estate arriverà in un battibaleno!

Io le adoro, sono molto dietetiche, soprattutto se cotte a vapore come ho fatto io e poi saltate con pochissimo olio, hanno un sacco di sali minerali…vitamine……ma che volete di più? Hanno un sapore delicato che si sposa con tantissimi abbinamenti: insomma danno proprio soddisfazione!!!

A preparare questa torta salata ci ho messo non più di 30-40 minuti per portare in tavola un piatto assolutamente completo: ne vale la pena no??!!!

Per una torta di 24-26 cm di diametro (4-6 persone)

  • 1 dose di pasta brisè o, se preferite, un rotolo già pronto
  • 500 g di taccole spuntate
  • acqua per cuocere a vapore q.b.
  • 10 foglie di salvia
  • 3 uova
  • 250 g di ricotta
  • 70 g di parmigiano grattugiato
  • sale q.b.
  • semi di papavero tostati se volete (io me li sono dimenticati….)
  1. Foderate una teglia con la pasta e tenete da parte.
  2. Cuocete a vapore le taccole fino a quando non saranno abbastanza tenere, ma non sfatte.
  3. Appena cotte passatele sotto l’acqua corrente molto fredda per conservarne il colore verde vivo.
  4. Tagliatele a tocchetti e fatele saltare in padella con pochissimo olio e la salvia che risulterà croccantina e che farà la differenza nel vostro capolavoro…..cuocete per una decina di minuti circa.
  5. In una ciotola sbattete le uova insieme alla ricotta e al parmigiano e tenete da parte.
  6. Versate le vedure sul fondo della teglia e coprite con il composto di uova e formaggi, spolverizzate con i semi di papavero.
  7. Infornate in forno caldo a 180° per 30 minuti circa fino a quando non sarà ben dorata in superficie.
  8. Servite caldo, ma anche tiepido o a temperatura ambiante
  9. E voilà!
ravanellocurioso

Chef Anarco Vegan

culturesgroup

Fermentation • Preservation • Cooking • Cultures • Aspergillus

Fables de Sucre

Fables de Sucre, il blog a quattro mani di Claudio e Eva, che raccontano favole dolci e qualche volta salate, e storie di Casa Fables fatte di amore per la cucina e il cibo

Cooking Loving Sharing

dentro e fuori la cucina

Con Un Poco Di Zucchero

Quel che accade nella cucina di una food blogger

Maria Cristina's Kitchen

Il gusto della buona cucina

ci vuole passione

ViaggiandoMangiando

ci vuole passione

feel free, naturalmente, gluten free

Il buon cibo è anche gluten free

la gelida anolina

ci vuole passione

ci vuole passione

Ecocucina

Laboratorio di ricette per una cucina a costo e impatto (quasi) zero

Associazione La Trottola

... La Bottega delle Cose di Casa d'Altri

Con le mani in pasta

Diario culinario di una mamma metà cuoca, metà contadina

Anice e Cannella

ci vuole passione