Archive | marzo, 2012

Polpettone di manzo e maiale al parmigiano e spinaci

29 Mar

Lo so, sto un po’ latitando in questi giorni, ma sto cucinando molto, uscendo molto, trafficando molto……e tempo per il blog ne avanza poco…..prossimamente però posterò un sacco di ricette: la torta di zucchine ed emmenthal, la pasta con i pomodorini, le olive e la ricotta salata, la corona di riso prosciutto e piselli, l’insalata grana e pere…..insomma vi ho dato le anticipazioni, voi seguitemi e ne vedrete delle belle!!

Per fare questo polpettone ho usato carne di manzo, di maiale, salsiccia e prosciutto cotto: un signor polpettone!!

Vi dò gli ingredienti per un polpettone per 6 persone abbondanti:

  • 200 g di carne di manzo scelta, tritata
  • 100 g di carne di maiale tritata
  • 80 g di salsiccia a nastro, senza pelle
  • 80 g di prosciutto cotto magro tritato
  • 2 uova
  • 2 fette di pan carrè senza crosta ammollato nel latte
  • 50 g di parmigiano grattugiato
  • pane grattugiato q.b.
  • 1/2 bicchiere di vino bianco
  • 200 g di spinaci sbollentati in acqua salata e ben strizzati
  • 1 noce di burro
  • sale q.b.
  1. Mescolate con le mani in una terrina le carni, aggiungete le uova e il pane.
  2. Unite anche il parmigiano e continuate a mescolare fino a quando tutto sarà ben amalgamato, controllate di sale e se necessario salate un poco.
  3. Fate saltare in padella gli spinaci con una noce di burro e non fate i difficili: io uso sempre l’olio, ma ci sono cose, tipo gli spinaci, che vanno saltati nel burro oppure si sentirà la differenza, salate q.b..
  4. Appoggiate sul tavolo un rettangolo di carta forno ed appiattitevi sopra il composto di carne trita formando un rettangolo il più possibile regolare.
  5. Farcite il rettangolo al centro con una striscia di spinaci.
  6. Aiutandovi con la carta da forno arrotolate il polpettone dalla parte più lunga e sigillate premendo con la mano.
  7. Ripassate il vostro “salsicciotto” nel pangrattato, questo aiuterà in cottura a tenere all’interno i succhi della carne, a rendere più morbido il polpettone e anche più bello.
  8. Scaldate il forno a 220° e cominciate la cottura del polpettone.
  9. Dopo 10 min. bagnate con il vino bianco ed abbassate il forno a 200°
  10. Cuocete per 50 min. circa, lasciate raffreddare fuori dal forno e tagliate a fette.
  11. E’ molto bello e buonissimo perchè il mix delle carni utilizzate fa davvero la differenza!
  12. Buon appetito.

Il pane zafferano e mandorle di Mr Thiercelin

23 Mar

Mi sono scatenata con il pane……!!!

Faccio di tutto: con le olive, le noci, di mais, no kneaded, nero, 5 cereali…..e non ancora contenta……sono andata a scovare una ricetta che ricordavo sul libro “Saffron” (Agnés Viènot Edition), scritto da questo francese che ho tentato di contattare anche per mail ma non mi ha risposto (ahi ahi ahi……Mr Thiercelin…! Si risponde sempre ad una Signora…!)

Comunque il pane è buono, diverso dai soliti e molto di presenza, anche se non regalato perchè tra zafferano e mandorle il conto sale. Ma pazienza, alla fine non sono grosse cifre, dopotutto si parla sempre di pane.

Per 4-5 panini

  • 10 g di lievito di birra o pasta madre se l’avete
  • 200 g circa di acqua tiepida più q.b. per rendere elastica la pasta
  • 500 g di farina 00
  • sale q.b.
  • 10 g di zucchero
  • 30 g di olio extravergine di oliva
  • 1 uovo più un tuorlo
  • 1 bustina di zafferano
  • 50 g di mandorle pelate e tritate
  1. Diluite lievito e zafferano in un poco di acqua tiepida, aggiungendo anche lo zucchero che aiuterà il lievito ad attivarsi.
  2. Aggiungete olio, farina, uova ed il resto dell’acqua.
  3. Impastate fino a quando non avrete ottenuto un bell’impasto elastico, aggiungendo acqua se necessario.
  4. Mettete a lievitare in luogo asciutto e riparato per almeno un paio d’ore, ma se sono di più non preoccupatevi, meno forzate la lievitazione meglio è.
  5. A questo punto formate tanti piccoli panini, ungeteli nell’olio di oliva e rotolateli nelle mandorle.
  6. Lasciate lievitare ancora almeno una mezz’ora.
  7. Cuocete in forno caldo a 180° per 20 min. circa.
  8. Lasciate raffreddare e servite!!

La pizza patate e pancetta con erbe aromatiche

20 Mar

Voglia di pizza?? Io molta in questo periodo, sarà la primavera che invoglia a pasti colorati, sarà che la pizza è sempre una festa in tavola, sarà che ai ragazzi è sempre gradita…..insomma perchè no?

Ho trovato su Sale e Pepe una pizza che mi è piaciuta molto e ho provato a farla…….ma non pensavo venisse così buona!! Una bontà, ve la consiglio vivamente anche se io non ho usato la passata di pomodoro, ho peferito i miei pomodorini al forno.

Per una pizza per 4 persone:

Per la pasta:

  • 375 g di farina
  • 15 g di lievito di birra
  • 150 g di acqua e anche un po’ di più se necessario, dipende da quanto assorbe la vostra farina
  • 2 cucchiai di olio extravergine di oliva
  • un cucchiaio di zucchero
  • un cucchiaio di sale fino

Per il condimento:

  • 120 g di pancetta dolce a dadini
  • olio extravergine di oliva q.b.
  • la scorza di un’arancia grattugiata
  • erbe aromatiche tritate (timo, rosmarino, salvia, origano)
  • pepe q.b.
  • 2 patate da circa 70 g, lessate, pelate e tagliate a fettine
  • passata di pomodoro q.b.
  • 200 g di mozzarella per pizza
  1. Preparate la pasta lavorando per almeno 5 minuti tutti gli ingredienti, ma facendo attenzione che lievito e sale non vengano a contatto, o la lievitazione sarà difficile!
  2. Riponete in un posto asciutto e riparato l’impasto (per esempio il forno spento con la sola lucina accesa, oppure una ciotola chiusa) e lasciate lievitare per almeno un paio d’ore: fate conto che l’impasto deve raddoppiare di volume.
  3. A questo punto sgonfiatelo e lavoratelo a mano ancora un poco, riponetelo dove era prima e lasciate lievitare almeno ancora un’oretta.
  4. Nel frattempo marinate la pancetta, mettendola in una ciotola con l’olio extravergine, le erbe aromatiche tritate finemente, la scorza di arancia e il pepe.
  5. Sempre nel frattempo, lessate le patate in acqua leggermente salata e pelatele. Tagliatele a fettine e mettetele da parte.
  6. Quando l’impasto sarà pronto, stendetelo in una teglia ben oliata o ricoperta da carta forno e versatevi sopra la passata di pomodoro e le patate: salate moderatamente e cuocete in forno a 220 gradi per 10 minuti.
  7. Nel frattempo tagliate la mozzarella a dadini o fettine sottili.
  8. Trascorsi i 10 minuti, tirate fuori la teglia dal forno e conditela con la mozzarella: cuocete altri 5 minuti.
  9. Trascorso questo tempo ri-tirate fuori la teglia dal forno e conditela con la marinata di pancetta: cuocete ancora per 5 minuti e servite.
  10. Buon appetito!!!!!

Sugo carciofi, asparagi e stracchino: arriva la primavera.

14 Mar

Come si fa a non cucinare verde in giornate magnifiche come queste? Come si fa a non avere voglia di primavera? Io ne ho molta,  ho voglia di cucinare verdure nuove e diverse….anche se di nuovo c’è ancora pochino.

Insomma, mi sono confezionata questo sugo che è colorato, leggero e veloce (a parte la pulitura dei carciofi…..) e che mi ha soddisfatto in pieno!! Fatelo anche voi, portate un poco di primavera in tavola, se poi, come è successo a me, trovate gli asparagi freschi in offerta al supermercato, è anche meglio!!

Per 4 persone:

  • 4 carciofi
  • acqua q.b.
  • succo di limone q.b.
  • 1 mazzo di asparagi
  • olio extravergine di oliva q.b.
  • 1-2 spicchi di aglio in camicia (non sbucciati)
  • sale q.b.
  • 300 g di stracchino del tipo morbidissimo
  • latte q.b.
  1. Pulite i carciofi, togliete la barba interna, tagliateli a spicchi e metteteli a bagno in acqua e limone altrimenti si anneriranno.
  2. Tagliate le estremità dure degli asparagi e cuoceteli a vapore, tenete da parte.
  3. In una padella capiente scaldate un filo di olio (io ho aggiunto anche un cucchiaino di ghee che fa la differenza!) e fate rosolare gli spicchi di aglio.
  4. aggiungete i carciofi scolati dall’acqua acidulata, salate  e portateli lentamente a cottura, aggiungendo acqua calda di tanto in tanto.
  5. Quando saranno quasi cotti, aggiungete gli asparagi tagliati a rondelle, salate ancora un poco  e fate saltare il tutto insieme.
  6. Togliete gli spicchi di aglio.
  7. Nel frattempo cuocete la pasta.
  8. Aggiungete lo stracchino a pezzi al sugo e lasciatelo sciogliere a fuoco molto dolce, aggiungete pochissimo latte se necessario.
  9. Quando la pasta sarà arrivata a cottura, scolatela e conditela con il sugo, se necessario aggiungete un poco di acqua di cottura calda,: mescolate bene e buon appetito!!!
culturesgroup

Fermentation • Preservation • Cooking • Cultures • Aspergillus

Fables de Sucre

Fables de Sucre, il blog a quattro mani di Claudio e Eva, che raccontano favole dolci e qualche volta salate, e storie di Casa Fables fatte di amore per la cucina e il cibo

Cooking Loving Sharing

dentro e fuori la cucina

Con Un Poco Di Zucchero

Quel che accade nella cucina di una food blogger

Maria Cristina's Kitchen

Il gusto della buona cucina

ci vuole passione

ViaggiandoMangiando

ci vuole passione

feel free, naturalmente, gluten free

Il buon cibo è anche gluten free

la gelida anolina

ci vuole passione

ci vuole passione

Ecocucina

Laboratorio di ricette per una cucina a costo e impatto (quasi) zero

Associazione La Trottola

... La Bottega delle Cose di Casa d'Altri

Con le mani in pasta

Diario culinario di una mamma metà cuoca, metà contadina

Anice&Cannella

ci vuole passione