Tag Archives: seppie

La paella di pesce del mio amico Albert.

31 Ago

Albert e Silvia sono due amici carissimi e noi trascorriamo almeno una serata da loro ogni estate per assaggiare la mitica Paella di Albert, catalano doc e pittore di grande talento.

L’altra sera ci siamo trovati e, una volta ancora, abbiamo condiviso questa magnifica paella di pesce che ho provato a rifare e di cui vi posto la ricetta: condividetela anche voi con gli amici, è una meraviglia, una festa per gli occhi e una delizia per il palato, vi farà fare un figurone!!!

Per 4 persone:

  • 500 gr di cozze
  • 500 g di vongole
  • 8 gamberoni
  • una manciata di code di gamberi (circa 2 o 3 etti)
  • 3 etti gr di seppioline (van bene quelle surgelate)
  • 1 peperone
  • vino bianco un bicchiere
  • un litro di brodo di pesce o acqua e dado di pesce
  • 2-3 cucchiai di passata di pomodoro
  • olio extra vergine di oliva q.b.
  • una cipolla tagliata sottilissima
  • un pizzico di paprika dolce
  • 150 gr di piselli
  • 1 filetto di pesce bianco
  • 300 gr di riso (va bene il parboiled 15 min.)
  1. Pulire e lavare le cozze e le vongole,  lavate i gamberoni e sgusciate e lavate le code di gamberi.
  2. Lavate le seppioline e pulite se non sono già state pulite in
  3. Aprite il peperone ed eliminate  i semi,  tagliatelo a listerelle.
  4. Fare aprire le cozze e le vongole in padella con un goccio di vino bianco su fiamma nè alta nè bassa per qualche minuto. Sistematele da parte e filtrate il liquido rimasto con un colino. Aggiungetelo quindi al brodo di pesce e al pomodoro e portate a ebollizione.
  5. Scaldate in una larga padella due tre cucchiai di olio  con la cipolla.
  6. Unite quindi gamberi e i gamberoni e fateli rosolare per alcuni minuti, poi toglieteli e teneteli da parte.
  7. Unite ora  le seppie e fatele rosolare qualche minuto, aggiungete quindi il filetto di pesce tagliato a pezzettini.
  8. Unite i peperoni  e cuocete per 5 minuti. aggiungete un po’ di paprika e i piselli.
  9. Mescolate tutti gli ingredienti, unite il riso e subito coprite con il brodo bollente: cuocete a fuoco vivo per qualche minuto.
  10. Moderate la fiamma e cuocete il tutto per il tempo di cottura del riso senza mescolare: se il brodo dovesse asciugarsi troppo, unirne un po’ senza mescolare.
  11. Trascorso il tempo,  aggiungete le i gamberi e i gamberoni, le cozze, le vongole e cuocete per uno o due minuti ancora.
  12. Servite la paella calda .
Annunci

Ragù di pesce: un must. Fish ragù: a must!

26 Ago

Buongiorno a tutti! Continua il grande caldo, ma noi guardiamo avanti, verso la fine della settimana quando le temperature dovrebbero scendere un poco e quindi tornare la voglia di mettersi ai fornelli……!

Oggi ho deciso di proporvi il mio ragù di pesce, una ricetta di quelle che si tengono care per sempre, dato che non tradisce mai. Con questo ragù potete condire un piatto di ravioli di verdura, come ho fatto io, ed ottenere così un invidiabile piatto unico, oppure semplicemente abbinarlo a dei tagliolini…..fate come volete, ma fatelo questo ragù, non ve ne pentirete!!!!

Per 6 persone:

  • olio extravergine di oliva q.b.
  • uno scalogno pelato e tagliato finissimo
  • 300 g. di seppioline o calamaretti già puliti, anche gli anelli di calamari vanno bene
  • un cucchiaio o due di salsa di pomodoro ristretta, oppure 300 g di salsa di pomodoro buona
  • 150 g. di filetti di scorfano o gallinella a cubetti
  • 150 g. di filetti di branzino o orata a cubetti
  • 1 fette di pesce spada a cubetti
  • una decina di gamberoni bellissimi e di ottima qualità
  • un bicchiere di vino bianco secco buono
  • sale q.b.
  • pepe se vi piace
  • peperoncino se volete, ma io non lo metto
  1. Scaldate l’olio in una padella capiente (l’ideale sarebbe di rame o di coccio…) e rosolatevi a fuoco dolce lo scalogno aggiungendo di tanto in tanto poca acqua calda.
  2. Continuate fino a quando lo scalogno non sarà trasparente, poi aggiungete le seppie e la salsa ristretta di pomodoro:  mescolate per fare insaporire.
  3. Bagnate con un terzo del vino bianco e lasciate cuocere qualche minuto.
  4. Unite i filetti di pesce e il pesce spada, salate e  fate insaporire qualche minuo mescolando, poi bagnate con un terzo del vino bianco e cuocete qualhe minuto.
  5. Aggiungete i gamberoni e il rimanente vino bianco, salate poco e  alzate il fuoco: cuocete qualche minuto mescolando.
  6. Pepate e aggiungete il peperoncino se vi piace piccante, fate restringere il sugo se ce ne fosse bisogno, condite la pasta e servite!!

Hello everyone! It’s very hot here, but we look forward to the weekend when temperatures are expected to fall slightly and then we will be able to return to the  stove ……!

Today I decided to write about my fish sauce, a recipe that you can hold  forever……. With this sauce you can season a dish of ravioli filled with vegetables, like I did, and thus make an enviable unique dish, or just combine it with the noodles ….. do as you like, but do this sauce, you will not regret!

For 6 persons:

  • Extra virgin olive oil to taste
  • A shallot, peeled and finely chopped
  • 300 g. of cuttlefish or squid already cleaned, even the squid rings are good
  • 300 g of tomato sauce
    Shallot bulbs

    Image via Wikipedia

  • 150 g. of rockfish fillets cut in small pieces
  • 150 g. of sea bass or bream fillets cut in small pieces
  • 1 slice of swordfish cut in small cubes
  • A dozen prawns beautiful and of excellent quality
  • A  glass of good dry white wine
  • Salt to taste
  • Pepper if you like
  • If you like chili, but I do not for this recipe

1. Heat the oil in a large skillet (ideally copper or earthenware …) on low heat and brown the shallots  adding from time to time a little hot water.
2. Continue until the shallot is transparent, then add the cuttlefish and tomato sauce: mix.
3. Sprinkle with one-third of white wine and simmer a few minutes.
4. Add the fish fillets and the swordfish, season with salt and cook few minutes stirring, then pour one-third of white wine and cook some minutes.
5. Add the prawns and the remaining white wine, season with salt, and lower the fire, cook a few minutes while stirring.
6. Season with pepper and hot pepper if you like spicy, restrict the sauce if it’s needed, add  pasta and serve!

Il segreto delle seppie in umido con piselli e patate!! The squid’s secret. (with peas and potatoes).

4 Ago

Buongiorno!!! Lo sapete qual’è il segreto per cucinare le seppie?? Il segreto è cuocerle poco, altrimenti induriscono! Ma non è finita qui!!! C’è il-segreto-numero-due-la-vendetta…: ed è il seguente: se le avete cotte troppo e sono diventate troppo dure, andate avanti a cuocerle e torneranno morbide…!!!! Incredibile ma vero!!!

Per 5-6 persone:

  • olio extra vergine di oliva q.b.
  • 1 spicchio di aglio in camicia (cioè non pelato)
  • 1 cipolla pelata e tagliata sottile
  • 250 g. di patate pelate e tagliate a pezzetti piccoli
  • 800 gr di seppie pulite
  • 250 gr di piselli freschi precedentemente lessati, o in scatola o surgelati finissimi
  • 200 gr salsa di pomodoro
  • prezzemolo q.b.
  • qualche foglia di salvia
  • sale q.b.
  1. Versate l’olio in una padella meglio se di coccio, ma vanno bene tutte
  2. Pelate e tagliate la cipolla  e soffriggetela  insieme allo spicchio di aglio che poi toglierete.
  3. Aggiungete le seppie ed i piselli e saltateli  per 10 minuti
  4. A questo punto aggiungete la salsa di pomodoro e cuocete per altri 30 minuti.
  5. A cottura ultimata unite le foglie  di prezzemolo e la salvia.
  6. Lasciate riposare qualche minuto e servite.
  7. Buon appetito!!

Hello! Do you know what’s the secret to cooking the squid? The secret is to cook them for a short time, otherwise they get hard!! But there’s more! There is the-secret-number-two…: and is as follows: if you have cooked them too much and they have become too hard, go ahead in cooking th

Tomato sauce

Image by Aelle via Flickr

em and they return soft…!!!! Incredible but true!

Serves 5-6 people:

  • Extra virgin olive q.b.
  • 1 clove of garlic  (unpeeled)
  • 1 onion, peeled and thinly sliced
  • 250 g. potatoes peeled and diced small
  • 800 grams of cleaned cuttlefish
  • 250 grams of green peas previously boiled, or canned (in this case you do not have to boil them)  or frozen
  • 200 grams of tomato sauce
  • Parsley to taste
  • A few leaves of sage
  • Salt to taste

1. Pour the oil in a frying pan preferably made of earthenware, but all are fine
2. Peel and slice the onion and fry together with the clove of garlic, then remove the garlic.
3. Add the cuttlefish and peas and sauté for 10 minutes
4. At this point add the tomato sauce and cook for another 30 minutes.
5. When cooked, add the parsley and sage.
6. Let stand a few minutes and serve.
7. Bon appetit!

Seppie al vapore su purè di patate al pesto – Steamed cattlefish with pesto mashed potatoes.

19 Apr

E stiamo leggeri…va…..che chissà cosa succederà a finesettimana con la Pasqua………chissà che abbuffate………

Facciamoci del pesce al vapore oggi, insaporito e reso goloso da una crema di patate al pesto di basilico e mandorle, una ricetta che ho gustato al ristorante Il Falco (se non ve lo ricordate cliccateci sopra) e che ho voluto rifare.

Il risultato è stato più che soddisfacente, provatelo anche voi e vedrete che ne rimarrete soddisfatti!

Per 4 persone:

  • 600 g. di seppie già pulite e, ancora meglio, tagliate a julienne, altrimenti le tagliate voi
  • acqua per cuocere a vapore
  • 2-3 rametti di timo
  • 3-4 foglie di alloro
  • 3-4 rametti di maggiorana
  • grani di pepe q.b.
  • 600 g. di patate cotte e passate al passapatate
  • 1 mazzetto di basilico (le foglie), lavato e asciutto.
  • olio extravergine di oliva q.b.
  • latte caldo q.b. (poco)
  • 50 g. di mandole pelate e tritate
  • sale q.b.
  1. Cuocete le seppie a vapore per una decina di minuti con acqua salata e aromatizzata dalle erbe aromatiche e dal pepe.
  2. Tritate con il mixer le foglie di basilico insieme all’olio (lo so…non si dovrebbe fare perchè le foglie anneriscono un poco, ma poco…..possiamo accettarlo.)
  3. Mescolate le patate alla crema di basilico, allungando un poco con del latte caldo se necessario.
  4. Aggiungetevi le mandorle, salate e mescolate.
  5. Prendete un piatto da portata preferibilmente caldo e riempitelo con le patate al pesto.
  6. Versatevi sopra le seppie caldissime precedentemente salate, condite con olio buonissimo e servite subito.
  7. E’ davvero delicato e facile: che volete di più…??!!!
  8. Buon appetito!!!
Basil leaves (Ocimum basilicum).

Image via Wikipediaamed fish today, tasty and simple.

Light light…..we must eat light in these days…..waiting for Easter time…..that’s why I cook some steamed, but tasty fish.

I have tried this recipe at the Falco Restaurant (if you don’t remember it, click over its name) and I’ve enjoyed it so much….try it and you’ll appreciate it.

Serves 4:

  • 21 oz. fresh cuttlefish, cleaned and cut in stripes
  • boiling water
  • fresh thyme, laurel and marjoram
  • pepper to taste
  • 1 bunch of fresh basil leaves, cleaned and dried
  • extra virgin olive oil to taste
  • 21 oz. mashed potatoes
  • hot milk (just a little bit)
  • 2 oz. peeled almonds, finely grated
  • salt to taste
  1. Heat the water with herbs, salt and pepper and steam the fish for 10 minutes.
  2. In a food processor, blend together basil leaves and oil while still mixing.
  3. Stir in salt and add to mashed potatoes.
  4. If the result is too thick, add some milk to softened.
  5. Add almond and blend until well mixed.
  6. Stir in salt.
  7. Take a hot serving dish and coat with mashed pesto potatoes.
  8. Coat with the fish previously seasoned with oil.
  9. It’s simply and delicate: enjoy it!!
Kite inNepal

I didn't know, but i love the wind

ravanellocurioso

Chef Anarco Vegan

culturesgroup

Koji • Fermentation • Science • Pickles • Cultures

Cooking Loving Sharing

dentro e fuori la cucina

Con Un Poco Di Zucchero

Food Blog since 2008

Maria Cristina's Kitchen

Il gusto della buona cucina

ci vuole passione

ViaggiandoMangiando

ci vuole passione

feel free, naturalmente, gluten free

Il buon cibo è anche gluten free

la gelida anolina

ci vuole passione

ci vuole passione

Ecocucina

Laboratorio di ricette per una cucina a costo e impatto (quasi) zero

Associazione La Trottola

... La Bottega delle Cose di Casa d'Altri

Con le mani in pasta

Diario culinario di una mamma metà cuoca, metà contadina

Anice e Cannella

ci vuole passione