Tag Archives: mele

Apple Pie senza burro, per Claudia.

13 Feb

DSCF0740

Questa ricetta è dedicata a Claudia.

Claudia è l’angelo custode che ha seguito la riabilitazione del mio polso, che per me non è solo un polso, ma la possibilità di cucinare e quindi di vivere meglio ed essere più felice……, lei è la persona che mi ha incoraggiata quando sono arrivata demoralizzata, spronata quando ero stanca…, sgridata quando facevo i capricci.

E’ stata il mio punto di riferimento per settimane e settimane, il mio appuntamento con i miei progressi, ma anche lo specchio per i miei piccoli fallimenti.

Lei è stata grande.

Per questo, io le dedico questo dolce di mele: semplice perchè lei non ama le inutili esagerazioni, solido, uno di quelli che riesce sempre, perchè lei è una seria che avrà tante soddisfazioni nella vita, morbido perchè sembra severa, ma quando sorride è di zucchero e, infine, tradizionale perchè Claudia non ha grilli per la testa, ma allo stesso tempo innovativo perchè è lei  la donna del futuro.

Per 6-8 persone. Preparazione 30 min. riposo 30 min., cottura 45 min.

Per la pasta:

  • 300 g di farina 00
  • mezzo cucchiaino di lievito
  • il succo e la buccia di un limone bio
  • 1 tuorlo d’uovo
  • 100 g di zucchero di canna
  • 100 g di olio di semi di mais
  • zucchero a velo a piacere

Per il ripieno

  • 1 kg di mele sbucciate e tagliate a pezzi
  • 60 g di zucchero di cannaa
  • acqua qb.
  1. Setacciate la farina con il lievito e impastatela con la buccia grattugiata del limone, l’uovo e lo zucchero.
  2. Amalgamate, incorporate il succo di mezzo limone e poi l’olio di semi, impastando  fino ad ottenere un panetto morbido e omogeneo.
  3. Avvolgerlo nella pellicola, schiacciatelo  (impiegherà meno tempo per raffreddarsi) e fatelo riposare in frigo per 30 min. Nel frattempo preparate il ripieno.
  4. Mettete le mele in una casseruola con due dita d’acqua e lo zucchero,  lasciatele cuocere a fuoco basso fino a quando sono belle morbide, poi lasciatele intiepidire. Nel frattempo preriscaldate il forno a 180°.
  5. Riprendete l’impasto dal frigo, dividetelo in due parti, 2/3 e 1/3 del tutto.
  6. Prendete la parte di impasto più grande e stendetela sulla spianatoia infarinata in una sfoglia sottile un paio di mm al massimo.
  7. Trasferitela sul fondo di  una tortiera di 24 cm rivestita di un foglio di carta forno bagnato e strizzato.
  8. Versate il ripieno di mele livellandolo bene, ricavate una sfoglia dalla pasta rimanente e coprite con essa il ripieno di mele, sigillando i bordi.
  9. Infornate e cuocete per 45-50 minuti. Spolverizzate di zucchero a velo se volete e servitela tiepida.
  10. Se preferite la versione classica, potete sostituire l’olio con il burro a pezzetti.
Annunci

Tarte Tatin di pere caramellata

3 Ott

Ma sarà vero che questa torta è stata inventata dalle sorelle Tatin, che gestivano una locanda nella Valle della Loira? Sembra infatti che  l’albergo fosse strapieno e che la maggiore delle sorelle si fossse dimenticata di preparare la torta di mele…..nella fretta corse in cucina imburrò e cosparse di zucchero una tortiera, ci mise sopra le mele e infornò il tutto. Fu solo a metà cottura della torta che si accorse di non avere foderato lo stampo con la pasta briseé…
Ormai era tardi, non ci pensò un attimo, ricoprì le mele con un solo strato di pasta e rimise il tutto nel forno.
Quando arrivò a cottura, la rovesciò sul piatto di portata e rimase piacevolmente sorpresa nel constatare quanto fosse apprezzata da tutti!

Questa tecnica di cottura invertita è diventata ormai un classico delle nostre tavole, soprattutto d’inverno, oggi vi propongo la mia versione (con le pere) versione che arriva direttamente dai miei pomeriggi newyorkesi!.

Per 6 persone:

  • 2 cucchiai di burro
  • 2 tazze di zucchero
  • 4  pere william o kaiser, sbucciate, pulite dal torsolo e tagliate a spicchi grossi
  • una dose (220 g) di pasta brisè, che potete fare voi o acquistare già pronta
  1. Per prima cosa preparate il caramello:  in un pentolino medio, perfetto sarebbe di rame……, fate sciogliere il burro a fuoco medio: non deve nocciolare.
  2. Aggiungete quindi lo zucchero e fatelo cuocere, mescolando spesso con un cucchiaio di legno, fino a quando la miscela sarà di colore ambra scuro .
  3. Quando il caramello sarà pronto, con attenzione versatelo in una  tortiera non a cerniera, o colerà tutto fuori…..
  4. Fate attenzione a non toccare la tortiera con le mani – sarà molto calda!
  5. Tenete da parte fino a quando il caramello non sarà  intiepidito.
  6. Preriscaldare il forno a 180 gradi.
  7. Disponete le pere sopra il caramello, partendo dal centro e proseguendo a raggera, appoggiandole dal loro lato  piatto. Mi raccomando, disponetele in bell’ordine perchè  questa diventerà poi la parte superiore della torta!
  8. Terminate con le mezze pere rimanenti  per formare il secondo strato.
  9. Se le pere vi sembreranno troppe, non vi preoccupate,  si restringono  durante la cottura.
  10. Cuocete in forno per circa 50 minuti .
  11. Nel frattempo preparate la pasta brisè e tenetela in frigorifero dopo averla tirata in forma circolare un poco più grande della teglia. Lasciate riposare.
  12. A pere cotte, rimuovete la teglia dal forno e trasferitela in una superficie piana, facendo attenzione perchè il caramello sarà molto caldo.
  13. Pungete  il cerchio di pasta brisèe con una forchetta almeno 15 volte e posizionatela con delicatezza sopra le pere cotte.
  14. Rimettete la  crostata in forno e cuocete per 35 minuti o fino a quando la pasta sarà  gonfia e dorata.
  15. Lasciate intiepidire ma non raffreddare del tutto, o il caramello si attaccherà al fondo.
  16. Capovolgete, se le pere dovessero rimanere attaccate alla padella, rimuovetele con una spatola metallica e ricollocatele sulla crostata.
  17. Questa torta è migliore se servita tiepida!

Apple tart: la torta di mele per iniziare bene la settimana

28 Feb

Buongiorno!!!!

Come è iniziata la vostra settimana? la mia benissimo: domani prendo il volo e me ne vado a New York non è fantastico?

Ho lavorato indefessamente per voi e ho già programmato diversi post di ricettine che usciranno, come al solito, ogni giorno.  Ho lasciato però qualche data vuota in cui vi scriverò dalla Grande Mela per raccontarvi le novità e condividere con voi gli indirizzi golosi e non.

Vi ricordate quella pasta frolla che avevamo lasciato in freezer? Se non la ricordate, ritornate qui. Bene allora: togliete la pasta frolla dal freezer, lasciatela scongelare, ma non riscaldare, deve rimanere bella fredda, come se fosse appena uscita dal frigorifero e………. via che la trasformiamo in una delizia!

Per 6 persone:

  • metà dose della pasta frolla della ricetta che trovate qui
  • 80 g. di burro fuso
  • 3 mele Golden o Granny Smith o Renette, ma non stressatevi per le mele, alla fine vanno bene tutte.
  • scorza grattugiata di mezza arancia e il suo succo
  • scorza grattugiata di un limone
  • un pizzico di sale
  • 100 g. di zucchero di canna
  • se volete un risultato speziato: cannella e  chiodi di garofano a piacere, ma in questo caso non aggiungete più i pinoli.
  • 2 manciate di pinoli tostati in una pentola antiaderente, a fuoco vivo,  senza mai abbandonarli o bruciano!! (10-15 min. circa)
  1. Fate saltare per 5 min. nel burro le mele precedentemente pelate e tagliate a dadini. Attenzione, se ci mettete troppo a pelare le mele, diventeranno scure, per cui, man mano che lo fate vi conviene immergerle nell’acqua e limone e poi scolarle quando le utilizzate.
  2. Unitevi le scorze di agrumi, il succo di arancia e il sale.
  3. Aggiungete lo zucchero e le spezie (se volete), o i pinoli come ho fatto io;  lasciate sciogliere a fuoco lento fino a quando le mele saranno morbidine, ma non sfatte. 
  4. Fate intiepidire e, nel frattempo, tirate la frolla tra due fogli di carta forno ( è più facile),  ottenendo due sfoglie sottili che possano coprire una teglia, di quelle con i bordi apribili, di 20 cm. di diametro, ma se non l’avete di 20 non importa, anche 22 o 23 cm. va bene, solo dovrete tirare la sfoglia un po’ di più.
  5. Con una della due frolle rivestite il fondo e i bordi della teglia: non è necessario andare troppo in alto sui bordi.
  6. Riempite con la vostra farcia alle mele  e poi richiudete con il secondo disco di frolla, ripiegando sui bordi, di modo che i due dischi di pasta si saldino.
  7. Se, durante la lavorazione, la frolla si scalda e diventa troppo molle, rimettetela in frigorifero per una decina di minuti e poi andate avanti.
  8. Fate una croce al centro della torta, così in cottura il vapore delle mele potrà uscire e cuocete in forno caldo a 180° per 30 min.
  9. Lasciate intiepidire e servite con panna fresca o gelato o anche senza nulla.
  10. Non mangiatevela tutta voi, ma lasciatene un po’ anche per gli altri.

APPLE TART: A SWEET WAY TO START THE WEEK.

Hi! This is my last day in Milan, tomorrow I will fly to NYC and I’m really thrilled!

I have posted several planned posts that will appear on your dashboard when you enter my blog and we will keep in touch! Some days you’ll find a recipe, some others you’ll read something about my staying in NYC.

Now, using the half left over of dough of the tarte tatin recipe (if you don’t remember it, just click “tarte tatin recipe” here), today we will cook a lovely tart very classic, but with something different.

Serves 6:

  • 1/2 the dough you made here
  • 80 g. of melted butter
  • 3 large cooking apples peeled, cored and cut in small cubes.
  • zest of a lemon and half an orange
  • the juice of half an orange
  • 1 pinch of salt
  • 100 g. of brown sugar
  • cinnamon and  cloves, if you like, but in this case do not add pine kernels.
  • 1/2 a cup of pine kernels toasted.

  1. In a large saucepan, melt the butter and add the apples, sautè for 5 min.
  2. Add the zest, the juice, the  salt together with the sugar and let it cook for 10-15 minutes stirring from time to time. Add the spices and let it cool out of the fire.
  3. Meantime, roll out half of the pastry to the shape of an oven proof 20 cm. diameter plate.
  4. Arrange the apples on the pastry and sprinkle them with pine kernels if you haven’t added the spices.
  5. Roll the remaining dough to cover the apples and dampen the edge of the base pastry with cold water to seal.
  6. Press the top pastry over the apples to make the tart. Seal the edges.
  7. Put a cut on top of the pastry to allow steam to escape.
  8. Bake for 35 min. approx. at 200 C°.
  9. Serve with ice cream, custard or cream and do not it all of it by yourself.

A casa di Cinzia, curiosando in dispensa: la torta melarancia. – Apple and orange tarte tatin.

16 Feb

Cinzia è stata affettuosa, ma soprattutto preziosa per l’avvio del mio blog: mi ha incoraggiata tutte le mattine con i suoi suggerimenti imperdibili e i suoi sorrisi fiduciosi.

Ho deciso, quindi di scegliere proprio lei e di  entrare una volta alla settimana nella sua dispensa.  Mi inventerò una bella ricetta sfiziosa partendo dagli ingredienti che vi troverò………una bella sfida no? Effettivamente…come dire….la cucina non è una delle priorità di Cinzia…per cui la creatività mi sarà molto di aiuto…….!

Sarà la dimostrazione che per cucinare non sono necessarie scorte esagerate, ma che anche con poco, purchè di ottima qualità e freschezza,  si può fare un’ottima figura!!!

E ora………..avventuriamoci!! Che passa il convento oggi?

Arance, arance, ARANCE…..mai viste tante arance così!! Ma cosa te ne fai?? “Pensavo di fare scorta di vitamina C…., ma non ho mai tempo di spremerle……..” mi ha risposto. E poi non dimentichiamo che l’arancio è importantissimo a casa di Cinzia: la sua cucciola: una ragazzina mooooolto carina, si chiama, appunto Arancia!!

Ma in dispensa vedo anche delle MELE…….

Potremmo fare delle mele ripiene….ma oggi fa freddo e una bella torta di mele e arance mi attira di più……….Proviamo.

LA TORTA MELARANCIA IN ONORE DI ARANCIA

Per 6 persone:

Per la pasta:

  • 320 g. di farina, più q.b. per la teglia
  • 230 g. di burro freddissimo a tocchetti, più q.b. per la teglia
  • 110 g. zucchero a velo
  • 3 tuorli

Per il ripieno:

  • 2-3 mele golden o renette (quelle di Cinzia sono Golden), pelate, pulite  e tagliate in quarti
  • il succo di mezzo limone
  • 1-2 arance pelate al vivo e tagliate a spicchi
  • 110 g. di zucchero
  • 110 g. di burro
  1. Mettete le mele a bagno nel limone o diventeranno scure e bruttissime. Tenete da parte.
  2. Preparate la pasta: impastate in un food processor (o anche a mano se preferite) la farina, il burro e lo zucchero fino a quando non formeranno un composto granuloso.
  3. Ora aggiungete velocissimamente le uova: tenete presente che state facendo una frolla: meno la lavorate meglio è!!
  4. Ottenuto un bell’impasto giallo dividetelo in due parti e mettetelo in freezer (attenzione: congelatore, non frigorifero) per almeno un’ora.
  5. A questo punto preparate il ripieno: versate 85 g. di zucchero in una padella antiaderente ( se è di quelle che vanno in forno ancora meglio) e mettetelo su fuoco medio. Mescolate fino a quando lo zucchero non sarà caramellato e liquefatto (attenzione, ci mette pochissimo, solo qualche minuto non lo abbandonate a se stesso!!)
  6. Togliete la padella dal fuoco e appoggiate sopra il fondo (ricoperto dallo zucchero,) le  fette di mela e di arancia a raggiera, secondo il vostro gusto.
  7. Cuocete a fuoco basso fino a quando le mele non si saranno ammorbidite (circa 15-20 min.) e cominceranno a rilasciare un poco del loro liquido.
  8. Spegnete il fuoco e spolverizzate con lo zucchero rimasto (25 g.), aggiungete i 110 g. di  burro a fiocchetti.
  9. Togliete metà della pasta dal freezer e, con una grattugia (meglio quelle lunghe e strette che ci sono ora in commercio), grattugiatela sopra la frutta, formando uno strato omogeneo di circa 2,5 cm. di altezza: non pressate.
  10. Se invece preferite, tirate una sfoglia e appoggiatela sulla frutta rivoltando i bordi verso il basso.
  11. Passate in forno a 220° per 20 min. circa fino a quando la pasta non sarà bella colorata. Lasciare riposare un paio di minuti e poi, con grande attenzione, rovesciate la torta su un piatto GRANDE.
  12. Ecco fatto!!! Potete servire con una pallina di gelato, se volete.
  13. E l’altra metà della pasta frolla direte voi??? O la surgelate per la prossima volta o……a domani!

APPLE AND ORANGE TARTE TATIN

Today, we start to visit Cinzia’s cupboard . Once a week I will enter her home and cook something using what I’ll be able to find in her cupboard.

I will show you that it’s easy to cook with a little bit of fantasy even with few ingredients (less is more in the kitchen…!), provided that they ae fresh and of the best quality!!

Today I have found some apples and some oranges in Cinzia’s cupboard and I’ve decided to cook an apple and orange upside down cake (tarte tatin in french.) Follow me!!!

Serving 6:

For the pastry:

  • 320 g. of plain flour
  • 220 g. of ice-cold butter
  • 110 g. of icing sugar
  • 3 egg yolks

For the filling:

  • 2 apples (Cox), peeled, cored and cut into 8 wedges, placed in a bowl and squeezed with lemon.
  • the juice of half lemon
  • 1 orange peeled off (no white, only orange) and cut in segments.
  • 110 g. of sugar
  • 110 g. of butter
  1. Make the pastry mixing in a food processor flour, butter and icing sugar just until they form a crumble. Add the yolks and mix until it turns into a dough.
  2. Divide it into two parts, wrap in clingfilm and put in the freezer for at least one hour.
  3. Prepare the filling sprinkling 85 g. of sugar in a heavy bottomed pan. Put it over a medium heat turning frequently: it doesn’t have to burn!!!
  4. When the sugar is a little caramelized, remove from the heat and arrange the drained apple pieces and orange segments in one layer over the bottom of the pan.
  5. Cook over slow heat until the apples have softened (15 to 20 mn.)
  6. Remove from the oven, sprinkle with the remaining sugar and dot the butter on the top.
  7. Remove one half of the pastry from the freezer and grate it with long steady strokes over the fruit, until it forms an even layer at least 2,5 cm. thick: use a cheese grater and do not press down. If you prefer, flatten the dough into a disk larger than your pan dish and place it on top of the fruit, tucking the edges into the dish.
  8. Cook into the oven at 220 C/425 F for 20-30 min. until the pastry is golden brown.
  9. Remove from the oven, leave to rest for few min. and turn the cake upside down over a large serving dish.
  10. Serve warm with double cream or ice cream.
  11. And the remaining half of the pastry??? You can keep it for the next time or…….see you tomorrow!!!
Kite inNepal

I didn't know, but i love the wind

ravanellocurioso

Chef Anarco Vegan

culturesgroup

Koji • Fermentation • Science • Pickles • Cultures

Cooking Loving Sharing

dentro e fuori la cucina

Con Un Poco Di Zucchero

Food Blog since 2008

Maria Cristina's Kitchen

Il gusto della buona cucina

ci vuole passione

ViaggiandoMangiando

ci vuole passione

feel free, naturalmente, gluten free

Il buon cibo è anche gluten free

la gelida anolina

ci vuole passione

ci vuole passione

Ecocucina

Laboratorio di ricette per una cucina a costo e impatto (quasi) zero

Associazione La Trottola

... La Bottega delle Cose di Casa d'Altri

Con le mani in pasta

Diario culinario di una mamma metà cuoca, metà contadina

Anice e Cannella

ci vuole passione