Tag Archives: maggiorana

Il polpettone di verdure alla ligure. Ligurian vegetable loaf.

8 Lug
E’ un piatto molto semplice, ma che racchiude sapori che si sposano perfettamente tra di loro, facendone un polpettone veramente unico. Non lasciatevelo scappare!!!
  • 300 g di fagiolini
  • 400 g di patate
  • olio q.b.
  • 1/2 cipolla piccola, pelata e tagliata sottile
  • 2 uova
  • 70 g di parmigiano
  • 2 cucchiai di pesto
  • 40 g di pangrattato
  • sale q.b.
  • pepe q.b.
  • maggiorana solo le foglie, un generoso mazzetto
  1. Lessate i fagiolini, scolateli e teneteli da parte.
  2. Lessate anche le patate, schiacciatele con una forchetta e fatele  raffreddare un po’.
  3. Aggiungetevi i fagiolini precedentemente lessati e soffriggete il tutto in poco olio con la cipolla.
  4. Amalgamatevi  a questo punto le uova, il parmigiano, il pesto, un poco di pangrattato (poco poco, il resto serve per la teglia), sale, pepe e maggiorana.
  5. Ungete la teglia a forno e versateci un poco di pangrattato, eliminate quello in eccesso.
  6. Versatevi il composto di verdure, spianatelo e ricopritelo con una bella spolverata di pangrattato.
  7. Con una forchetta disegnate delle righe per tutta la lunghezza del polpettone.
    Green-beans

    Image via Wikipedia

  8. Aggiungete un filo di olio e infornate in forno caldo a 180-200° per circa mezz’ora.
  9. Sfornate e servite a temperatura ambiente o tiepido.
  10. Buon appetito!!
This is one of my favorite dishes: Vegetables and vegetables that are beautiful and inviting in the summer and very healthy too!
It ‘a very simple dish,  that includes flavors that go perfectly together, making it a truly unique meatloaf. Do not miss it!

  •     300 g green beans
  •     400 grams of potatoes
  •     Oil to taste
  •     1 / 2 small onion, peeled and thinly sliced
  •     2 eggs
  •     70 g Parmesan cheese
  •     2 tablespoons pesto
  •     40 g breadcrumbs
  •     Salt to taste
  •     Pepper to taste
  •     Marjoram leaves, a generous bunch

1. Boil the green beans, drain and keep aside.
2. Boil the potatoes, mash with a fork and let cool a bit ‘.
3. Add beans and sautè them in a little oil with the onion.
4. Mix in the eggs at this point, together with Parmesan, pesto, bread crumbs a little (very little, the rest will be used for the pan), salt, pepper and marjoram.
5. Grease the baking pan and pour a bit of bread crumbs, remove the excess.
6. Pour the mixture of vegetables, flatten and cover with a fine dusting of breadcrumbs.
7. With a fork, draw lines along the length of the loaf.
8. Add a little oil and bake in a preheated oven at 180-200 degrees for about half an hour.
9. Remove from the oven and serve warm or at room temperature.
10. Bon appetit!

Annunci

Le zucchine speciali della mia mamma. My mum’s zucchini.

17 Giu

Ma che caldo faaaaaaaaaaa??!!!! Avevo pensato ad un bel branzino al forno, ma come si fa con questo caldo??? Non si può!!!

E allora che cosa ne dite  di due zucchine due che in questo periodo sono anche di stagione e sono davvero belle??

Le potete preparare anche la sera prima e poi mangiare riscaldate o ancora meglio a temperatura ambiente, come si fa con la caponata, e dato che la temperatura ambiente al momento è altina, mi sembra che questo piatto sia perfetto.

Di fatto le cose sono andate così: avevo voglia di un bel piatto di zucchine trifolate e le avevo appena messe sul fuoco quando il telefono si è messo a squillare: era la mia mamma ed io ho proprio colto la palla al balzo e le ho chiesto:”Mamma ma come fai tu a fare quelle zucchine trifolate buonissime che si mangiano solo da te??”” E lei: “Il trucco è, quando sono cotte, quello di alzare il fuoco e, senza mai abbandonarle, farle colorire per bene!”

Così ho fatto e devo dire che sono venute proprio benissimo!!! Se vi piacciono le zucchine belle cotte, provatele, i

o ci ho aggiunto anche un po’ di maggiorana fresca che con le zucchine ci va a nozze.

Per 4 persone:

  • 800 g. di zucchine lavate
  • 2 cipolle pelate
  • olio extravergine di oliva q.b.
  • sale q.b.
  • maggiorana q.b.
  1. Tagliate le zucchine a pezzettoni e tenetele da parte.
  2. Tagliate le cipolle sottilissime.
  3. Riscaldate l’olio in una padella e soffriggetevi le cipolle senza farle bruciare, altrimenti la mamma vi tira le orecchie……..
  4. Aggiungete le zucchine e la maggiorana e cuocete piano piano fino a quando quasi si disfano, aggiungete un poco di acqua calda di tanto in tanto se necessario.
  5. Quando la cottura è ultimata, alzate il fuoco e continuate a mescolare altrimenti le zucchine si attaccheranno al fondo.
  6. In questo modo, le zucchine si coloriranno eprenderanno quel saporino particolarmente gustoso che, finora, solo la mia mamma sa dare.

It’s so hot!!!! I had thought of a nice baked sea bass, but how to do it in this heat?? You can not!

Zucchini

Image via Wikipedia

So what do you think about some nice zucchini? In this period  they are  season vegetables and they are really nice!

The can also be prepared the night before and then eaten  at room temperature, as is done with the caponata, and since the temperature at the time is quite high, it seems to me that this dish is perfect.

I want to tell you the story: I felt like to cook a nice dish of sautéed zucchini and I had just put the pan on the fire when the phone rang. This was my mom and I  asked “Mom, but how do you make those delicious sautéed zucchini that are eaten only by you?” “and she answered:” the trick is, when they are cooked, to turn up the fire, and never abandon them, coloring them for good! “

So I did and I must say it came just fine! If you like beautiful cooked zucchini, try them, I’ve also added a little ‘fresh marjoram: absolutely fabulous with zucchini.

Serves 4:

* 800 g. rinsed zucchini
* 2 onions peeled
* Extra virgin olive oil to taste
* Salt  to taste
* Marjoram to taste

1. Cut the zucchini into chunks and set them aside.
2. Slice the onions thinly.
3. Heat the oil in a frying pan and sauté onions, but do not burn them, otherwise my mother will get angry!
4. Add the zucchini and marjoram and cook slowly until they almost come overcooked and creamy, add a little hot water from time to time if necessary.
5. When the cooking is finished, turn up the heat and continue stirring the zucchini otherwise they will stick to the bottom.
6. In this way, zucchini will get colored and tasty: that particular taste, so far, only my mother can give.

Baccalà ammollato come lo fa Sabrina – Il Falco e la sua musa. – Steamed dried salt codfish.

17 Feb

Buongiorno!!

Ho cambiato idea, niente torta con la pasta frolla avanzata da ieri che ci aspetta in freezer, può tranquillamente aspettare ancora un po’.

Oggi facciamo il merluzzo ammollato come lo fa Sabrina, la chef de “Il Falco” un ristorante assolutamente-fantastico a Rivalta, un borgo medioevale vero-e-non-rifatto in provincia di Piacenza, a un’ora da Milano. Vi posto la recensione più tardi, così se ci voleste andare………

Torniamo al nostro merluzzo, che ho acquistato sotto sale al supermercato. Avete presente quelle confezioni con i pezzi di pesce bianco con tutto il sale sopra, che si presentano durissimi?

Ecco, proprio quelli, bisogna avere pazienza e tenerli immersi nell’acqua per 2 giorni, CAMBIANDO L’ACQUA ALMENO 4 VOLTE AL GIORNO (non fate i furbi, non sono ammessi sconti), un po’ macchinoso lo so, ma il risultato è eccezionale e voi mangerete un pesce buonissimo.

Sabrina infatti, che lei si che se ne intende, ha utilizzato questo tipo di merluzzo, lo ha dissalato e ha  preparato un piatto leggerissimo, dietetico, ma soprattutto pieno di sapori, con l’aceto di mele che fa la differenza.

Ora io lo copio e  anche se la ricetta originale di Sabrina non ce l’ho, credo di potervene proporre una versione magari riveduta e corretta, ma sempre valida :

IL MERLUZZO A VAPORE CON ACETO DI MELE

Per 4 persone:

  • 800 g. di merluzzo dissalato e spinato.
  • acqua q.b. per cuocere a vapore
  • sale grosso poco
  • 1 bicchiere di vino bianco
  • 1 cipolla pelata e tagliata a metà
  • timo, alloro, maggiorana, pepe q.b.
  • olio q.b.
  • aceto di mele a piacere
  • prezzemolo tritato a go-go
  1. Portate a bollore l’acqua con il sale, il vino, la cipolla e gli odori, inserire il cestello del vapore con dentro il pesce e cuocete per circa 20 min. fino a quando il pesce non sarà cotto, ma morbido: non stracuocete o diventa stopposo e avrete rovinato tutto.
  2. Nel frattempo sbattete in una tazza l’olio insieme all’aceto di mele, che darà all’emulsione quel non so che di dolce, ma anche di aspro allo stesso tempo. Se gradite, spremete anche un paio di goccie di limone, ma non troppe, c’è già l’aceto.
  3. Aggiungete del prezzemolo bello e freschissimo: che sia freschissimo altrimenti mi rovinate tutto: no se alberga in frigorifero da asettimane e no se è surgelato!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!
  4. Servite accompagnato da foglie di insalata che, come vedete dalla foto del piatto preparato da Sabrina, se è colorata è anche più bella.
  5. Buona salute!

DRIED SALT CODFISH AS SABRINA LIKES

Sabrina is the chef of “Il Falco” restaurant, a lovely place not far from Milan.

Her codfish is really simple, but different, healthy and full of taste.

4 servings:

  • 800 g. dried salt codfish kept into water for 2 days. (Remember to change the water at least 4 times a day)
  • water to steam
  • salt, not too much
  • 1 glass of white wine
  • 1 small onion peeled and cut into halves
  • time, laurel, marjoram, pepper to taste
  • extra virgin oil to season
  • apple vinegar to taste
  • parsley in a good quantity
  1. Put water, salt, wine, onion, herbs and spices into the steamer or into a saucepan fitted to steam with. Bring it to boil.
  2. Steam the fish cut into pieces for 20 minutes, until it’s cooked but not overcooked or it will turn stringy.
  3. Meantime, prepare a seasoning with oli, apple vinegar and add some lemon juice drops if you like, but only few drops as you are seasoning with vinegar too.
  4. <last of all add some very fresh minced parsley, not old and not defrost, just fresh, fresh, fresh.
  5. Keep healthy!
Kite inNepal

I didn't know, but i love the wind

ravanellocurioso

Chef Anarco Vegan

culturesgroup

Koji • Fermentation • Science • Pickles • Cultures

Cooking Loving Sharing

dentro e fuori la cucina

Con Un Poco Di Zucchero

Food Blog since 2008

Maria Cristina's Kitchen

Il gusto della buona cucina

ci vuole passione

ViaggiandoMangiando

ci vuole passione

feel free, naturalmente, gluten free

Il buon cibo è anche gluten free

la gelida anolina

ci vuole passione

ci vuole passione

Ecocucina

Laboratorio di ricette per una cucina a costo e impatto (quasi) zero

Associazione La Trottola

... La Bottega delle Cose di Casa d'Altri

Con le mani in pasta

Diario culinario di una mamma metà cuoca, metà contadina

Anice e Cannella

ci vuole passione