Tag Archives: gluten free

Polpettone con ripieno di verdura e mozzarella anche per celiaci

21 Gen

dscf03771-e1358787028413

Avete mai comprato uno di quei polpettoni di tacchino di una nota marca e poi l’avete cucinato? Vi siete accorti di quanto sia grasso? Si vede sia dal sugo, impregnato del grasso che rilascia la carne, sia quando si mette in frigorifero e si forma quella patina gialla…..ma insomma, dico io, ma la carne di tacchino non dovrebbe essere magra? Boh…..

E allora facciamocelo noi in casa il polpettone, è così facile, buono, scalda il cuore: il classico “comfort food”. E poi è comodissimo per riciclare quello che c’è in frigorifero, ma sta per scadere: della verdura cruda o cotta avanzata? Del formaggio ormai un po’ datato, ma ancora buono? Tenete in freezer, come faccio io, un pacchetto di carne trita (circa 400 g) di manzo o tacchino, o vitello come volete. Se poi avete un 150 g di salsiccia (sempre surgelata), ancora meglio, oppure, di nuovo, approfittatene per “fare fuori” quelle fette di affettato avanzate e tritatele.

Il risultato è garantito. Un buon piatto unico leggero e con pochi grassi preparato in meno di un’ora!!

Per correttezza, vi devo dire che la foto è mia, ma il polpettone no, il mio non ho potuto fotografarlo perchè se lo sono mangiato tutto in un battibaleno come cavallette……ma questo ci assomiglia abbastanza…grazie comunque a Barbara!

Per 6 persone, tempo di preparazione 15 min. tempo di cottura 45 min. circa.

  • 400 g di carne trita di manzo, o quello che volete voi
  • 150 g di salsiccia pelata
  • 2 uova
  • sale q.b.
  • erbe aromatiche miste tritate q.b.
  • prezzemolo fresco un piccolo mazzetto, tritato
  • 150 g di parmigiano grattugiato
  • 200 g di mozzarella per pizza a dadini o altro formaggio a piacere
  • 150 g di verdura cruda tritata (zucchine, carote, radicchio) oppure 250 g di verdura cotta (spinaci, erbette, carciofi…)
  • pangrattato q.b. (per celiaci se volete fare gluten free)
  • poco olio extravergine di oliva
  • 2 bicchieri di vino bianco buono
  1. Mettete in una zuppiera capiente la carne, la salsiccia, le uova, le erbe e il parmigiano: mischiate con cura e attenzione fino a quando avrete ottenuto un composto omogeneo.
  2. Stendete il composto su un foglio di carta forno spolverizzata di pangrattato e, aiutandovi con un altro foglio, appiattitelo con le mani per formare un rettangolo abbastanza largo.
  3. Spalmatevi al centro la verdura cruda tritata, o posizionatevi quella cotta ben distribuita. Lasciate i bordi liberi per almeno un cm e mezzo.
  4. Ricoprite la verdura con il formaggio e arrotolate il rettangolo formando un salsicciotto.
  5. Se faticate a far combaciare i lembi non preoccupatevi: il polpettone in questo momento è come il pongo: potete modellarlo facilmente, tagliando per esempio della carne dai bordi e utilizzandola per coprire le parti rimaste aperte, di modo che in cottura il ripieno non fuoriesca.
  6. Oliate il fondo di una pirofila con poco olio.
  7. Posizionatevi il polpetton, dopo averlo spolverizzato con altro pangrattato.
  8. Versatevi il vino bianco e cuocete in forno caldo a 180° per 45 min. circa.

Quiche per celiaci prosciutto e formaggio

2 Gen

    Eccoci dunque al 2013. Il 13 mi è proprio simpatico e quasi mi dispiace, quando sono a NYC, di vederlo sparire negli ascensori per esempio…..perchè loro non lo amano proprio e il 13esimo piano non lo calcolano……Da noi invece porta fortuna e io sono sicura che il 13 quest’anno porterà fortuna alla mia amica che sta impegnandosi in politica, a quella che probabilmente si trasferirà da Savona a Milano, a chi quest’anno darà il suo primo esame importante all’Università e a chi sta affrontando il primo anno di magistratura……..tante persone, tanti volti cari che mi stanno a cuore. E sono sicura che porterà fortuna anche a me, che sto per iniziare una delle avventure più impegnative e stimolanti della mia vita….sorpresa, ve ne parlerò a tempo debito!
    Ho pensato di iniziare l’anno con qualcosa di buonissimo (davvero) che possa essere gustato anche da chi è intollerante al glutine. Questa torta salata è una delle mie preferite, la base di mandorle è fantastica e si sposa benissimo con il prosciutto e il formaggio. Provatela e sappiatemi dire: diventerà un must anche da voi!!! Solo una precisazione: per i gluten free tutti gli ingredienti, naturalmente, devono essere del tipo consentito dal prontuario!
      Torta per 6 persone, tempo di peparazione 40 min. Tempo di cottura 45 min.
    Per l’impasto:
  • 150 g di farina di mandorle
  • 1/2 cucchiaino di sale
  • 1/2 cucchiaino bicarbonato di sodio
  • 50 g di olio di semi (meglio se di girasole)
  • 1 cucchiaio di acqua

Per il ripieno:

  • grana grattugiato 2 cucchiai
  • 100 g di cubetti di prosciutto cotto
  • 2 uova
  • 200 g di ricotta
  1. Preparate l’impasto: portate gli ingredienti a temperatura ambiente e impastateli con le mani o con il mixer dando la forma di un panetto. Se necesssario aggiungete ancora un poco di olio o acqua.
  2. Lasciate riposare 15 minuti, poi stendete l’impasto in una teglia ben oliata, lasciando i bordi alti circa  due dita.
  3. Spolverizzate il fondo con il grana, farcitelo con il prosciutto cotto e versatevi sopra il composto di uova e ricotta ben amalgamato.
  4. Cuocete in forno già caldo a 180 gradi per 35-40 minuti, fino a doratura, e togliete dal forno.
  5. Servite e buon appetito!!!!
Kite inNepal

I didn't know, but i love the wind

ravanellocurioso

Chef Anarco Vegan

culturesgroup

Koji • Fermentation • Science • Pickles • Cultures

Cooking Loving Sharing

dentro e fuori la cucina

Con Un Poco Di Zucchero

Food Blog since 2008

Maria Cristina's Kitchen

Il gusto della buona cucina

ci vuole passione

ViaggiandoMangiando

ci vuole passione

feel free, naturalmente, gluten free

Il buon cibo è anche gluten free

la gelida anolina

ci vuole passione

ci vuole passione

Ecocucina

Laboratorio di ricette per una cucina a costo e impatto (quasi) zero

Associazione La Trottola

... La Bottega delle Cose di Casa d'Altri

Con le mani in pasta

Diario culinario di una mamma metà cuoca, metà contadina

Anice e Cannella

ci vuole passione