Tag Archives: Flour

Una meraviglia di pane di pasta dura. A marvellous bread!!

30 Mag

Non avete idea di che pane meraviglioso mi sia venuto!!! Avevo un cubetto di lievito quasi in scadenza, e quindi da utilizzare, ma non avevo a disposizione moltissimo tempo per le lievitazioni….per cui mi è venuto in mente questo pane che avevo visto fare un po’ di tempo fa, ma che non avevo mai provato…..è stato un vero successo!

Fatelo anche voi, non è difficile e i complimenti fioccheranno…!!

  • 300 g di acqua a temperatura ambiente
  • 10-12 g di sale
  • 30 g di olio extravergine
  • 550 g di farina
  • 25g di lievito di birra
  1. Sciogliete il sale nell’acqua
  2. Aggiungete l’olio e meta’ della farina
  3. Impastate per bene con santa pazienza: gli impasti non amano la fretta e tantomeno il nervosismo
  4. Aggiungete il lievito e, man mano,  la farina rimanente
  5. Impastate per almeno 15 minuti meglio se a macchina.
  6. A questo punto avete l’impasto pronto e, senza fare lievitare, cominciate subito a lavorarlo.
  7. Tagliate l’impasto in quattro parti uguali.
  8. Con un mattarello appiattite il pezzo di pasta e poi arrotolatelo su se stesso fino ad ottenere un panino arrotolato come si vede in foto
  9. Ri- schiacciate il filoncino con il mattarello fino ad ottenere una striscia piatta di pasta come prima
  10. Arrotolatela di nuovo su se stessa fino a formare una pagnotta tipo quella in foto
  11. Questo procedimento da forza alla pasta e piu’ forza ha la pasta, meglio si sviluppa quando la tagliate e la mettete in forno
  12. A questo punto, coprite e lasciate lievitare per 45 minuti meglio se nel forno spento.
  13. Trascorso il tempo, ritroverete i vostri panini mooooooltooooo più grandini. Tirateli fuori dl forno e pre-riscaldatelo a 180-200°
  14. Prima di infornare, con una coltello molto affilato effettuate un taglio profondo nel centro di ogni panino ed infornatelo
  15. Cuocete per 50-55 minuti in tutto, attenzione il tempo ci vuole tutto: è una pasta dura, non scordatelo, altrimenti dentro rimane umida!!!
  16. Lasciate raffreddare bene bene.

You have no idea:  what a wonderful bread! I had a cube of yeast almost due, and then I had to use it, but I had not plenty of time to provide the rising …. so I came up with this bread that I had seen some time ago, but I had never tried ….. it was a real success!

Make it you too, it is not difficult and compliments will come easy!

  •   300 g of water at room temperature
  •   10-12 g of salt
  •    30 grams of extra virgin olive oil
  •    550 g flour
  •    25 g fresh yeast
  1. Dissolve salt in water
  2. Add oil and half of the flour
  3. Mix thoroughly with holy patience, the mix doesn’t  like the hustle and even less jitters……
  4. Add yeast and the remaining flour
  5. Knead for 15 minutes,  if  with food processor is better.
  6. Now you have the dough ready, and without letting it rise, you can begin working with it immediately.
  7. Cut the dough into four equal parts.
  8. With a rolling-pin flatten each  piece of dough and then roll it on itself to form a sandwich roll as shown in photo
  9. Re-crush the loaf with a rolling-pin until you get a flat strip of pasta as a first
  10. Roll it back on itself to form a loaf like that in photos This process gives strength to the dough and “the more force has the dough, the better you develop when you cut it and put it in the oven”
  11. At this point, cover and let it rise for 45 minutes, preferably in the oven.
  12. After this time, you’ll find your sandwiches  bigger.
  13. Take them out from the oven and  pre-warm it at 375 °
  14. Before baking, with a very sharp knife made a deep cut in the center of each bun
  15. Bake for 50-55 minutes in all, pay attention 50-55 minutes are the minimum: it is a hard paste, do not forget it, otherwise it stays wet inside!
  16. Let cool well well.

Porri e prosciutto: una torta salata semplice e gustosa. A leeks and ham pie simple and tasting.

28 Mar

Per 4 persone:

  • 600 g. di porri che puliti e tagliati a rondelle sottili diventano 400 g.
  • 30 g circa di olio extravergine di oliva
  • sale q.b.
  • 50 g. di farina 00
  • 50 g. di prosciutto cotto tagliato a striscioline con il coltello
  • 2 uova
  • 120 g. di latte
  • pepe bianco q.b.
  • semi di finocchio q.b. facoltativi
  • origano secco q.b.
  • 120 g. di emmenthal a pezzetti
  • 1 rotolo di pasta sfoglia già pronto e tirato, rotondo.
  1. Salate e fate saltare i porri a fuoco dolce nell’olio ben caldo per circa 10 minuti mescolando di tanto in tanto.
  2. Spolverizzateli con la farina e mescolate, poi unitevi il prosciutto e proseguite per almeno un paio di minuti ancora. Tenete da parte.
  3. In una ciotola, o nel mixer, mescolate le uova, il latte, il pepe, i semi di finocchio e l’origano.
  4. Aggiungete il formaggio a pezzi e versate il tutto nella ciotola con il composto di porri e prosciutto. Mescolate bene.
  5. Foderate una teglia di circa 20 cm. di diametro con il rotolo di pasta sfoglia tenendo i bordi ben alti.
  6. Versatevi dentro la farcia e ripiegate i bordi all’interno: poichè avrete tenuto i bordi ben alti, questi copriranno quasi tutta la farcia lasciando solo un buco scoperto nel mezzo.
  7. Cuocete in forno caldo a 180° per 45 min.
  8. Servite caldo, tiepido o a temperatura ambiente.

 

 

  • 3-4 large leeks, sliced thinly (upper dark green stalks removed) approximately 14 oz. when ready to be cooked
  • 2 tbsp olive oil
  • salt to taste
  • 1/2 cup all purpose flour
  • 1.8 oz. ham cut in stripes
  • 2 eggs
  • 1/2 cup milk
  • white pepper to taste
  • 1/4 cup fresh dill, finely chopped  to taste
  • dry oregano to taste
  • 4.2 oz. of caciotta cheese (mild cheese) cut into small pieces
  • puff pastry
  1. Heat the olive oil in a pan and sautè the leeks for about 10 minutes.
  2. Sprinkle the flour, add the ham and continue sautèing another 2 minutes.
  3. Season with salt and set aside.
  4. In a large bowl, beat the eggs well, then add the milk, pepper, dill and oregano.
  5. Add cheese and mix.
  6. Grease the sides of a pie dish/pan with some olive oil , pour the mixture and bake for about 45 minutes in a pre-heated oven to 350° F.
  7. Serve hot, warm or room temperature.

La mia focaccia!! My focaccia!!

25 Mar

Questa è una delle mie ricette storiche, di quelle ricette che riescono sempre, di quelle che tutte le volte, ma proprio tutte, vengono nello stesso modo, nessuna sorpresa: che soddisfazione!

Fatene tesoro, non vi deluderà.

Per 6-8 persone:

  • 1 cubetto di lievito di birra fresco
  • 320 g. di acqua tiepida
  • 1 cucchiaio di zucchero
  • 600 grammi di farina 00
  • 50 g. di olio
  • 1 noce di strutto (è facoltativa, ma rende la focaccia moooooooooolto più croccante)
  • 1 cucchiaio di sale
  • sale grosso q.b.
  1. Versate in una ciotola il lievito di birra sbriciolato
  2. Aggiungetevi 100 g. di acqua tiepida e lo zucchero: mescolate fino a quando il lievito non sarà completamente sciolto.
  3. A questo punto versate tutta la farina, il sale, la rimanente acqua, l’olio e lo strutto e impastate, a mano o con un’impastatrice.
  4. Otterrete un impasto morbido, elastico che non si appiccica alle mani: una meraviglia. (Se il vostro impasto fosse troppo granuloso aggiungete pochissima acqua, se appiccicasse un poco, aggiungete pochissima farina: le diversità dal vostro impasto al mio, potrebbe derivare dal tipo di farina utilizzata: più vecchia è, più assorbe acqua.)
  5. Ottenuto il vostro bell’impasto comincia la fase delle coccole dell’impasto……….va messo dentro una ciotola e coperto e lasciato lì in pace per almeno un paio di ore, ma anche di più: l’importante è che stia lontano dall’umidità e dalle correnti d’aria o non lieviterà e sarà un vero disastro………
  6. Bene, trascorso il tempo il vostro impasto sarà raddoppiato di volume. Prendetelo e stendetelo sulla teglia del forno foderata da carta forno.
  7. Condite con un poco di altro olio di oliva ( e chi si lamenta non faccia la focaccia, faccia il pane……..!!!! La focaccia o è unta o non è focaccia) e lasciate lievitare ancora almeno un’ora dentro il forno SPENTO.
  8. Togliete la teglia dal forno, scaldatelo a 200°, rimettete la teglia in forno e cuocete per almeno 30 min.
  9. Non appena la focaccia è ben dorata è pronta.
  10. Buonissima sia calda che tiepida che fredda……!!

This is one of my traditional recipes: focaccia with this dough is always a success. Try it and remember: it must be oily or it is not focaccia: if you want something light, make a bread, not a focaccia….!!!

Serves 6-8:

  • 1 (0,25 oz.) package active dry yeast
  • barely 1 tbsp of sugar
  • 1 and 1/3 cup of warm water
  • 4 and 1/5 cup of all purpose flour
  • 1/4 cup of olive oil
  • 2 tsp of lard (optional)
  • barely 1 tbsp salt
  1. In a small bowl, dissolve yeast and sugar in 1/3 cup of warm water. Let stand until creamy, about 10 minutes.
  2. In a large bowl. combine the yeast mixture with flour; stir well to combine.
  3. Stir in additional water (1 cup), a little at a time,  and knead until all the flour is absorbed.
  4. Add oil, lard and salt and knead for few minutes.
  5. When the dough has pulled together, turn it out onto a lightly floured surface and knead briefly for about 1 minute.
  6. Lightly oil a large bowl, place the dough in the bowl and turn to coat with oil.
  7. Cover with a damp cloth and let rise in a warm place until doubled in volume, about 2 hours.
  8. Preheat oven to 400 degrees F (200 degrees C).
  9. Deflate the dough and turn it out onto a lightly floured surface.
  10. Knead briefly, pat or roll the dough into a sheet and place on a lightly greased baking sheet.
  11. Brush the dough with oil and sprinkle with salt, let rise again in a warm place for about 30 minutes.
  12. Bake focaccia in preheated oven for 30 minutes, until golden brown and serve hot, warm or cold: it’s really delicious!!!

A casa di Cinzia: Pollo alla paprika, stile Marocco. Cinzia’s home, baked paprika chicken, moroccan style.

18 Mar

Oggi  cuciniamo marocchino in onore di climi più dolci e piacevoli!

A casa di Cinzia l’altro giorno c’erano tantissime spezie provenienti dal Marocco, il suo ultimo viaggio, come non approfittarne? Ho scelto la paprika per non cadere nel solito sfruttatissimo curry e il pollo perchè una fettina di pollo non si nega a nessuno….(!). Il risultato è stato da leccarsi i baffi (io no, io i baffi non li ho e nemmeno Cinzia),  tocchetti di pollo impanati, ma non fritti, bensì cotti al forno…..provare per credere!

Per 4 persone:

  • farina bianca q.b. (circa 50 g.)
  • 40 g. parmigiano grattugiato
  • 2 cucchiai di paprika dolce
  • sale q.b.
  • pepe q.b. ma poco
  • 1 -2 uova
  • 30 g. di latte
  • 4  fettine di petto di pollo o tacchino tagliate a pezzettoni
  • olio extravergine di oliva q.b.
  1. Riscaldate il forno a 180°.
  2. Nel frattempo, in una ciotola mischiate farina, parmigiano, paprika, sale e pepe.
  3. In un’altra ciotola sbattete le uova con il latte.
  4. Passare i bocconcini di tacchino nell’uovo e latte e poi nel composto di farine.
  5. Sistemate i pezzettoni  in una pirofila da forno  e  versatevi sopra l’olio .
  6. Cuocete in forno per 20-30 minuti, poi servite immediatamente con insalata fresca: che delizia!!
  7. Inutile aggiungere che al posto della paprika potete usare qualsiasi tipo di spezia o erba fresca vi piaccia!

At Cinzia’s home few days ago, I found some spices as she has just been in Marocco. I chose paprika to cook this lovely baked chicken breast. The combination of these ingredients makes a fantastic dish and I’m sure you’ll love it!!

Serves 4:

  • 1\4 cup all purpose flour
  • 1\2 cup grated parmesan cheese
  • 2 tsp sweet paprika
  • 1 pinch of salt
  • 1 pinch of pepper
  • 1 -2 eggs, beaten
  • 2 tbsp milk
  • 4 slices of chicken or turkey breast cut in pieces
  • extra virgin olive oil to taste
  1. Preheat oven to 350 degrees F.
  2. Combine flour, parmesan, paprika, salt and pepper in a bowl.
  3. Whisk eggs and milk in another bowl.
  4. Dip the chicken pieces in the egg and milk mix.
  5. Dredge it in the flour mix and place in the baking dish.
  6. Season with oil and bake for about 20-30 minutes:  serve immediately.
  7. Of course, you can use any other spice or fresh herb you like instead of paprika.
Kite inNepal

I didn't know, but i love the wind

ravanellocurioso

Chef Anarco Vegan

culturesgroup

Koji • Fermentation • Science • Pickles • Cultures

Cooking Loving Sharing

dentro e fuori la cucina

Con Un Poco Di Zucchero

Food Blog since 2008

Maria Cristina's Kitchen

Il gusto della buona cucina

ci vuole passione

ViaggiandoMangiando

ci vuole passione

feel free, naturalmente, gluten free

Il buon cibo è anche gluten free

la gelida anolina

ci vuole passione

ci vuole passione

Ecocucina

Laboratorio di ricette per una cucina a costo e impatto (quasi) zero

Associazione La Trottola

... La Bottega delle Cose di Casa d'Altri

Con le mani in pasta

Diario culinario di una mamma metà cuoca, metà contadina

Anice e Cannella

ci vuole passione