Tag Archives: erbe aromatiche

La coda di rospo dietetica: poco tempo e poche calorie

12 Feb

Eccomi qua!! Come state?

Oggi avevo voglia di qualche cosa di veramente buono, sfizioso, ma poco poco calorico….che fare? Ho visto dal pescivendolo una coda di rospo di 1300 grammi che era una meraviglia…..compatta, bianchissima, soda e profumata….come potevo lasciarla lì?

Me la sono comprata e l’ho portata a casa. L’ho sciacquata per bene ed asciugata con la carta assorbente, poi l’ho strofinata con un misto di erbe aromatiche ed aglio tritati finissimamente e…voilà, la ricetta di sotto.

Per 6 persone:

  • 1 coda di rospo (pescatrice) intera, a cui avrete tolta la pelle, sciacquata ed asciugata
  • una manciata di erbe aromatiche miste (alloro, timo, maggiorana), mischiate a sale fino e aglio (poco) tritate finemente
  • olio extra vergine di oliva q.b.
  • 6-7 patate medie, pelate e tagliate a pezzettoni
  • acqua salata q.b. per le patate
  • un bicchiere di vino bianco buono
  1. Rotolate più volte la pescatrice, sopra e sotto, nelle erbe aromatiche.
  2. Appoggiatela in una pirofila e conditela con un filo di olio, quanto decidetelo voi.
  3. Mettetela in forno caldo a 200° per 15 min.
  4. Nel frattempo portate a bollore una pentola di acqua e cuocetevi le patate per una quindicina di minuti.
  5. Trascorsi i 15 min. togliete  il pesce dal forno e bagnatelo con il vino bianco, aggiungete le patate, che avrete scolato.
  6. Rimettete il tutto in forno e portate a cottura, ci vorranno circa 40 min. in tutto, dipende da quanto la coda di rospo è spessa nella sua parte più alta: quando la prova forchetta vi dirà che quella parte è cotta, toglietela dal forno.
  7. Non dimenticatevi, durante la cottura, di bagnare il vostro pesce con il sughetto che si crea.
  8. Buon appetito!!!!
Annunci

Gli scones salati. Savoury scones.

28 Lug

Buongiorno!!

Gli scones sono una specialità anglosassone e sono davvero molto buoni. Generalmente si trovano dolci e hanno un unico difetto: sono ricchissimi di burro e molto grossi….ecco perchè  oggi ve ne voglio proporre una versione salata alle erbe, da servire in dimensioni molto piccole come stuzzichino, o come accompagnamento ad una cena nel cestino del pane.

Per 6 persone

  • 250 g di farina bianca
  • 1 cucchiaino. zucchero
  • 10 g  di prezzemolo fresco tritato
  • 1 cucchiaino di  timo fresco tritato
  • 1 cucchiaino di dragoncello fresco tritato
  • 1 cucchiaino di maggiorana fresca tritata
  • pepe nero macinato a piacere
  • 1 uovo grande
  • 125 g  di latte
  • 120 g di burro freddo
  • 3 cucchiaini. lievito in polvere
  • ½ cucchiaino. sale

1. Preriscaldate il forno a 200 °
2. Setacciate la farina, lo zucchero, il lievito e il sale in una ciotola grande. Aggiungete le erbe  e il pepe macinato al momento e mescolare fino a quando il tutto sarà ben miscelato.
3. Tagliate il burro freddo nella miscela di farina fino a quando non otterrete una consistenza friabile.
4. Sbattete l’uovo e il latte in una piccola ciotola; aggiungete il composto di uova alla farina e mescolate fino a quando non sarà ben  amalgamato.
5. Girate la pasta su  una superficie infarinata e impastate per 10 volte.
6. Formate con  l’impasto tanti piccole palline e posizionatele sulla teglia preparata.
7. Infornate per 10-50 minuti fino a quando gli scones saranno dorati.
8. Sono migliori  serviti caldi per godere a pieno il profumo delle erbe.

Hello!

The scones are a specialty of english cuisine and they are really very good. Generally they are sweet and have only one fault: they are rich in butter and very big …. that’s why I want you today to propose a savory version with herbs, to be served in very small as a snack or as an accompaniment to a dinner in bread basket.

Herbs: basil, scallion

Image via Wikipedia

Serves 6:

  • 2 cups all-purpose white flour
  • 1 tsp. sugar
  • 3 tsp. baking powder
  • ½ tsp. salt
  • 1/3 cup cold butter
  • ¼ cup chopped fresh parsley
  • 1 tsp. chopped fresh thyme
  • 1 tsp. chopped fresh tarragon
  • 1 tsp. chopped fresh marjoram
  • Freshly ground black pepper to taste
  • 1 large egg
  • ½ cup milk


  1. Preheat oven to 400°
  2. Sift the flour, sugar, baking powder and salt in a large bowl. Add the chopped fresh herbs and freshly ground pepper. Stir until blended.
  3. Cut the cold butter into the flour mixture with a pastry cutter until it has a coarse, crumbly texture.
  4. Beat the egg and milk in a small bowl. Add the egg mixture to the flour mixture and stir until just blended.
  5. Turn the scone dough out onto a floured surface and knead 10 times.
  6. Shape the scone into small balls and place them on the prepared cookie sheet.
  7. Bake for 10-15 minutes until the scones are golden brown.
  8. This scone recipe is best served warm to fully enjoy the fragrance of the herbs.

Rossella e Claudio a Siracusa, erbe aromatiche e formaggi: quando un incontro tocca il cuore

3 Mag

Ortigia, l’isola che rappresenta il cuore pulsante di Siracusa, ha un mercato storico alimentare all’aperto, in Piazza Cesare Battisti,  che si tiene tutte le mattine.

Adoro andare a quel mercato perchè è pieno di odori e colori, è allegro e interessante, vi si possono trovare frutta e verdura, ma anche pesce buonissimo e poi……poi c’è anche il banco di Rossella e Claudio.

Mi ha attirato subito per la disposizione ordinata della merce, per la varietà…e…. per le “chicche”: come il timo selvatico, che non si trova facilmente ma bisogna andarlo a cercare con pazienza in montagna e come l’origano selvatico, a cui mi sono avvicinata con garbo per odorare…..

…….e Rossella subito mi ha detto: “Lo prenda in mano e lo sfreghi tra le dita!” e io timorosa…”Ma sa….non sapevo se si potesse  toccare….” e lei: ” Ci tengo! Lo tocchi e lo sfreghi tra le dita, sentirà la differenza con l’origano normale!” beh… aveva davvero ragione: una meraviglia, un profumo che si sprigiona come un’esplosione ed è pungente, ma anche dolce, ma anche amaro….

E’ così che ci siamo messi a chiacchierare: Rossella, Claudio ed io ed ho scoperto che hanno una azienda agricola nell’entroterra di Siracusa, a 18 km, dove l’aria è sopraffina.

Claudio ci tiene moltissimo a mantenere vive le vecchie tradizioni: quando il suo vicino, contadino di 80 anni, non è riuscito più a vendere il latte delle sue pecore, Claudio gli ha detto: “Se tu mi insegni a fare il formaggio, il latte te lo compro tutto io, ma devi insegnarmi il metodo vecchio, quello di una volta, nulla di industriale!!”

E così è andata: ora tutte le notti a mezzanotte Claudio comincia a fare la sua ricotta e il suo primo sale e la mattina li vende al mercato: l’altro giorno però erano quasi terminati perchè chi li assaggia una volta, torna!

Il banco di Rossella e Claudio ha un’ottimo rapporto qualità prezzo, è pulito, ordinato e ben tenuto e loro sono assolutamente fantastici. Vanno personalmente a cercare le erbe che fanno essiccare e vendono tutto quello che caratterizza la loro amata Sicilia: dalle mandorle ai pistacchi, dalle erbe ai pomodorini secchi, ai formaggi (quelli stagionati però per il momento no, perchè li hanno esauriti).

Claudio si definisce “Cercatore di aromi selvatici, cioè spontanei. Coltiva anche due varietà di aloe dalla quale prepara anche alcuni sciroppi (e l’aloe è un vero portento per la salute).  Da giugno ad agosto organizza corsi di etnobotanica con escursioni in montagna dove insegna a riconoscere le piante, a coglierle e ad  essiccarle, ma anche a cucinare siciliano (è un ottimo cuoco) e a preparare qualche rimedio officinale tipo tisane o sciroppi.

Segnatevi l’indirizzo e se andate a Siracusa contattateli per una visita o andateli a trovare al mercato: sarà un’esperienza di quelle vere, come le parole che Claudio scrive per trasmettere la sua filosofia: “……..le persone più grandi amano condividere i momenti preziosi che la vita riserva loro, come le piccole cose dell’esistenza per cui vale la pena di vivere ogni giorno……..

Grazie a Rossella e Claudio.

Banco al mercato:  via Emanuele De Benedectis 7 davanti alla macelleria “da Carmelo”

L’azienda: Claudio Romano contrada Melilli, Palazzolo Acreide tel. 338 – 6576745

Un vero hamburger americano. – A real american hamburger

27 Apr

Eccoci qua….! Pasate le festività pasquali e quasi pronti per il ponte del primo maggio, vi propongo la ricetta di un hamburger all’americana, in attesa di quella del mio amico Marty, americano vero genio degli hamburger…..chissà….magari prima o poi mi svelerà il segreto dei suoi……

Per 4 persone:

  • 500 g. di carne trita di ottima qualità: la potete scegliere mista o scelta, dipende dai vostri gusti
  • mezza cipolla tritata finissima
  • 1 cucchiaio di salsa Worcestershire (si trova ovunque nei supermercati)
  • un pizzico di pepe appena macinato
  • 2 cucchiai di mollica di pane
  • 1 uovo sbattuto
  • 1/4 di dado di carne sciolto in un paio di cucchiai di acqua (non di più)
  • erbe aromatiche fresche se vi piacciono
  1. Mischiate tra di loro tutti gli ingredienti e controllare la salatura.
  2. Dividete il composto in quattro parti uguali e date la forma di quattro hamburger.: attenzione, più freddi saranno gli ingredienti, più facile sarà lavorarli e metterli insieme senza che si attacchino alla dita
  3. Lasciateli in frigorifero per un paio d’ore, o anche più se volete,  prima di cuocerli.
  4. Portateli alla cottura desiderata in padella con vino bianco e pomodorini come nella foto, oppure sul barbecue

    English: A bottle of Worcestershire sauce. Fra...

    English: A bottle of Worcestershire sauce. Français : Une bouteille de sauce Worcestershire. (Photo credit: Wikipedia)l barbecue, oppure surgelateli e utilizzateli quando vi farà comodo!!!

  5. Buon appetito!!

After Easter we start again with our recipes and today, waiting for my friend Marty’s recipe….., I post that one for an american hamburger….may be a little italian style…..

Serves 4:

  • 1lb/500g ground beef, preferably good quality coarse ground
  • 1 half onion finely chopped
  • 1 tbsp Worcestershire sauce
  • a little pepper, fresh ground
  • 2 tbsp fresh bread crumbs
  • 1 egg lightly beaten
  • 1 quarter beef stock cube dissolved in 2 tbsp water
  • aromatic fresh herbs if you like
  1. Mix all ingredients thoroughly.
  2. Make sure the mixture is cool and divide it in four equal balls.
  3. Mold them into patties.
  4. Cook on medium heat under the grill or into a fry pan with white wine and pachino tomatoes to your preferred degree fo doneness.
  5. Buon appetito!!!
Kite inNepal

I didn't know, but i love the wind

ravanellocurioso

Chef Anarco Vegan

culturesgroup

Koji • Fermentation • Science • Pickles • Cultures

Cooking Loving Sharing

dentro e fuori la cucina

Con Un Poco Di Zucchero

Food Blog since 2008

Maria Cristina's Kitchen

Il gusto della buona cucina

ci vuole passione

ViaggiandoMangiando

ci vuole passione

feel free, naturalmente, gluten free

Il buon cibo è anche gluten free

la gelida anolina

ci vuole passione

ci vuole passione

Ecocucina

Laboratorio di ricette per una cucina a costo e impatto (quasi) zero

Associazione La Trottola

... La Bottega delle Cose di Casa d'Altri

Con le mani in pasta

Diario culinario di una mamma metà cuoca, metà contadina

Anice e Cannella

ci vuole passione