Tag Archives: cipolla

Arrosto di vitello nappato al finocchio riciclato.

29 Dic

DSCF0464

Che dite? Ricominciamo con il riciclo? Per esempio prendete i finocchi: quanto scarto abbiamo? Un sacco e l’abbiamo sempre dato per normale!! Ma noi, quello scarto, lo paghiamo eccome!!! Non sarebbe ora quindi di trovare il modo di utilizzarlo? Mica è cattivo! E’ solo bruttino, un poco rovinato, come la parte più esterna, o duro come il gambo.

Allora provate questa ricettina e vi riempirà di orgoglio. E’ bello, in tempi come questi, essere capaci di non sprecare, ingegnarsi per non buttare come insegna Lisa Casali: il mondo ha assolutamente bisogno di una coscienza diversa, dobbiamo imparare a utilizzare e non buttare, provare a sperimentare e non buttare, far riparare e non buttare………….DSCF0321

La ricetta è per 6 persone, e da oggi troverete sempre anche: tempo di preparazione e tempo di cottura perchè Margherita, a cui voglio un mondo di bene, mi ha fatto notare, con garbo, che sarebbero stati utlili e graditi.

Tempo di preparazione: 30 min. Tempo di cottura: 60 min.

  • cipolla tritata sottile sottile q.b.
  • olio extravergine di oliva q.b.
  • le foglie esterne di 4 finocchi e i loro gambi, qualche barbetta per guarnire
  • un pezzo di fesa di vitello di circa un kilo
  • sale alle erbe aromatiche q.b.
  • 1 bicchiere di vino bianco secco, buono
  • acqua calda o brodo vegetale q.b.
  • ricotta fresca 250 g
  • latte q.b.
  • sale e pepe q.b.
  • paprika dolce q.b.
  1. In una padella che possa contenere la carne abbastanza di misura, scaldate l’olio e soffriggete la cipolla piano piano.
  2. Aggiungete le foglie e i gambi di sedano tagliati grossolanamente e un poco di verde tritato: mescolate per insaporirli.
  3. Rotolate la carne nel sale aromatico e unitela alla verdura:  alzate leggermente il fuoco per poterla rosolare velocemente da tutte le parti: non abbandonatela in questo momento o tutto brucerà!
  4. Sfumate con il vino, aggiungete dell’acqua calda (o brodo) se necessario, di modo che l’arrosto sia immerso per metà ne liquido, coprite e lasciate cuocere a fuoco lento lento.
  5. L’arrosto sarà pronto quando al cuore la temperatura sarà di 72°. Vi consiglio di comprare un termometro per carni, è utilissimo e non costa molto, se proprio non lo avete, cuocete per circa 1 ora o fino a quando, forandolo con una forchetta o uno spillone, non uscirà liquido trasparente e non rosso; aggiungete brodo caldo se tenderà ad attaccare.
  6. Togliete la carne dalla pentola e tenetela in caldo.
  7. Frullate tutto il fondo con la ricotta aggiungendo il latte se la salsa risulterà troppo densa, salate e pepate.
  8. Tagliate la carne a fette, nappatela con il sugo, spolverizzate con la paprika e servite!!
Annunci

Un vero hamburger americano. – A real american hamburger

27 Apr

Eccoci qua….! Pasate le festività pasquali e quasi pronti per il ponte del primo maggio, vi propongo la ricetta di un hamburger all’americana, in attesa di quella del mio amico Marty, americano vero genio degli hamburger…..chissà….magari prima o poi mi svelerà il segreto dei suoi……

Per 4 persone:

  • 500 g. di carne trita di ottima qualità: la potete scegliere mista o scelta, dipende dai vostri gusti
  • mezza cipolla tritata finissima
  • 1 cucchiaio di salsa Worcestershire (si trova ovunque nei supermercati)
  • un pizzico di pepe appena macinato
  • 2 cucchiai di mollica di pane
  • 1 uovo sbattuto
  • 1/4 di dado di carne sciolto in un paio di cucchiai di acqua (non di più)
  • erbe aromatiche fresche se vi piacciono
  1. Mischiate tra di loro tutti gli ingredienti e controllare la salatura.
  2. Dividete il composto in quattro parti uguali e date la forma di quattro hamburger.: attenzione, più freddi saranno gli ingredienti, più facile sarà lavorarli e metterli insieme senza che si attacchino alla dita
  3. Lasciateli in frigorifero per un paio d’ore, o anche più se volete,  prima di cuocerli.
  4. Portateli alla cottura desiderata in padella con vino bianco e pomodorini come nella foto, oppure sul barbecue

    English: A bottle of Worcestershire sauce. Fra...

    English: A bottle of Worcestershire sauce. Français : Une bouteille de sauce Worcestershire. (Photo credit: Wikipedia)l barbecue, oppure surgelateli e utilizzateli quando vi farà comodo!!!

  5. Buon appetito!!

After Easter we start again with our recipes and today, waiting for my friend Marty’s recipe….., I post that one for an american hamburger….may be a little italian style…..

Serves 4:

  • 1lb/500g ground beef, preferably good quality coarse ground
  • 1 half onion finely chopped
  • 1 tbsp Worcestershire sauce
  • a little pepper, fresh ground
  • 2 tbsp fresh bread crumbs
  • 1 egg lightly beaten
  • 1 quarter beef stock cube dissolved in 2 tbsp water
  • aromatic fresh herbs if you like
  1. Mix all ingredients thoroughly.
  2. Make sure the mixture is cool and divide it in four equal balls.
  3. Mold them into patties.
  4. Cook on medium heat under the grill or into a fry pan with white wine and pachino tomatoes to your preferred degree fo doneness.
  5. Buon appetito!!!

Le mie polpette morbide. My soft meat balls.

30 Mar

 

Le polpette al sugo sono una garanzia: tutti le mangiano, i bambini poi le adorano, sono abbastanza veloci da fare, cuociono praticamente da sole…..si possono fare in grande quantità e poi congelare così da tirarle fuori dal freezer al bisogno e riscaldarle.

Le mie poi sono morbide morbide e il segreto sta nel panino ammollato nel latte e ben strizzato e sbriciolato: si accompagnano benissimo al purè e solo a parlarne mi sta venendo l’acquolina in bocca!!!!!

Per 6-8 persone:

  • 400 g. carne trita di manzo
  • 400 g. carne trita di maiale ma se non vi piace potete prendere tutto manzo.
  • 2 uova
  • 50 g. di pecorino grattugiato
  • 50 g. di parmigiano grattugiato
  • 100 grammi di prosciutto cotto tritato
  • 1 panino intero lasciato ammollare nel latte e ben strizzato
  • sale q.b.
  • pangrattato quanto basta
  • olio extra vergine di oliva q.b.
  • 1  piccola cipolla tritata finemente
  • 800 g. di salsa di pomodoro se volete tanto sugo, altrimenti meno.
  1. Mescolate in un mixer o in una ciotola capiente le carni, le uova, i formaggi, il prosciutto e  il panino ben strizzato e ben sbriciolato: salate.
  2. Otterrete così un composto nè troppo duro, nè troppo molle: se per caso fosse molto duro potete aggiungere un goccino (ma poco poco!) di latte, se invece è troppo molle aggiungete un poco, ma poco, pangrattato.
  3. Formate con il composto tante polpettine della misura che volete voi: se avete pazienza e volete qualcosa di chic fatele piccole piccole, se non avete pazienza e ….come dire….badate al sodo, allora fatele più grosse ma….che polpette siano, non polpettoni!!!
  4. Passate le polpette nel pangrattato e tenetele da parte.
  5. In una padella capiente fate un bel soffrittino con l’olio e la cipolla e aggiungetevi le polpette, fatele rosolare per bene girandolo sottosopra un paio di volte.
  6. Aggiungete il pomodoro e fate cuocere a fuoco basso per almeno una mezz’oretta con il coperchio e girando le polpette di tanto in tanto.
  7. Servite quando volete e voilà!!

Meat balls are always appreciated,  every body, especially children, like them. You can cook them in large quantity and freeze what you don’t need. If cooked in tomato sauce, you can easily heat them in a microwave and voilà, ready in a minute!!

Serves 6-8:

  • A factory of Parmigiano-Reggiano. There are tw...

    Image via Wikipedia

    14 oz. ground beef

  • 14 oz. ground pork
  • 2 eggs
  • 1 cup freshly grated pecorino cheese
  • 1 cup freshly grated parmesan cheese
  • 5 oz. minced  ham
  • 1 small bread soaked in milk and well drained and squeezed.
  • salt to taste
  • breadcrumbs to taste
  • extra virgin olive oil to taste
  • 1 small onion thinly cut
  • 3 cups tomato sauce
  1. Combine beef and pork in a large bowl.
  2. Add eggs, cheeses and  ham.
  3. Blend bread crumbs into meat mixture, season with salt.
  4. The mixture should be very moist but still hold its shape if rolled into meatballs. If too hard add some milk, if too soft, add breadcrumbs.
  5. Shape into meatball and roll them into breadcrumbs.
  6. Heat olive oil in a large skillet. Add onion and sautè.
  7. Fry meatballs in batches. When the meatball is very brown and slightly crisp add tomato sauce and cook at mild temperature with the lid until meatballs are well done (30 minutes approx.)
  8. Serve when you like and enjoy!!!

Verdure al forno con pochi grassi – Oven roasted vegetables to diet.

16 Mar

E qui continua a piovere……..e va bè….vuol dire che c’è più tempo per stare in cucina…..ma oggi dovrebbe smettere no? E poi domani è festa!!!

Intanto noi ci facciamo una bella teglia di verdure al forno, leggere, dietetiche, colorate e sane. Io ho utilizzato peperoni, zucchine, cipolle, melanzane e patate perchè erano quelle che avevo in casa, ma potete utilizzare tutto quello che volete. Il trucco è il seguente: le verdure che cuociono in più tempo tagliatele molto sottili, quelle che cuociono in un tempo inferiore potete tenerle un poco più spesse: alla fine avrete verdure cotte tutte a puntino!!

Servitele appena tolte dal forno, ma anche tiepide o a temperatura ambiente. Se ne avanzano potete condirci una pasta il giorno dopo!!

Per 4 persone:

  • olio extravergine di olive q.b.
  • 1 melanzana tagliata a fettine abbastanza sottili
  • 1 zucchina tagliata a rondelle abbastanza grosse
  • 1 patata pelata e tagliata a fettine sottilissime
  • 1\2 peperone giallo pulito e tagliato a listerelle sottili
  • 1\2 peperone rosso come il giallo
  • 1 cipolla bianca pelata e tagliata a fettine sottili
  • sale q.b.
  • pepe q.b.
  • 3 cucchiai di pangrattato
  • 3 cucchiai di parmigiano se si vuole arricchire un po’
  1. Versate un poco di olio (quanto dipendenda voi) sul fondo di una pirofila da forno.
  2. Sistematevi tutte le verdure tranne la cipolla, a file ordinate cercando di combinare per bene i colori (anche l’occhio vuole la sua parte…)
  3. Distribuite la cipolla sopra tutte le verdure.
  4. Salate e pepate e condite con un altro filo di olio.
  5. Coprite con un foglio di alluminio e cuocete in forno a 180° per 80 minuti.
  6. Togliete il foglio di alluminio, spolverizzate prima con il pangrattato e poi con il parmigiano e rimettete in forno, sempre a 180°, per 5 minuti.
  7. Spegnete il forno e lasciate la pirofila all’interno ancora per almeno 5 minuti.
  8. Servite subito o dimenticatevi la pirofila in forno fino a quando sarà ora di servire (ma non il giorno dopo per cortesia……….)
  9. Ecco qua: l’unica fatica è quella di tagliare le verdure, il resto si fa da solo e noi facciamo una figurona.
Parmesan 2

Image via Wikipedia

Spring hasn’t arrived yet….here it’s raining but today it should be the last day…….we hope….meantime we stay in the kitchen and cook!

These vegetables are simple and easy, they can be very light if you use little oil and no cheese, or rich if you season them more.

You can use any kind of vegetables you have in your fridge, cut in thin slices the vegetable which need to be cooked more time and in thick slices the vegetables which need to be cooked less time: then cook everything together and it will work!!!!

Serves 4:

  • extra virgin olive oil to taste
  • 1 eggplant (aubergine) thin sliced
  • 1 zucchini (courgettes) thick sliced
  • 1 potato peeled and very thin sliced
  • half jellow pepper thin sliced
  • half red pepper thin sliced
  • 1 onion peeled and cut in very thin slices
  • salt to taste
  • pepper to taste
  • 3 tbsp of breadcrumbs
  • 3 tbsp of grated parmesan cheese or any other cheese you like.
  1. Preheat oven to 350° F.
  2. Pour oil into the bottom of a baking dish.
  3. Place all the prepared vegetables, but not onions,  in the baking pan, in rows.
  4. Spread the onion slices over all.
  5. Coat with oil and season with salt and pepper.
  6. Cover with an alluminium foil and bake for 80 minutes.
  7. Sprinkle with breadcrumbs and with parmesan cheese and cook for 10 minutes without alluminium.
  8. Serve hot, cool or cold as you like.
  9. The next day you can cook a pasta with the leftovers (if you have any……)
Kite inNepal

I didn't know, but i love the wind

ravanellocurioso

Chef Anarco Vegan

culturesgroup

Koji • Fermentation • Science • Pickles • Cultures

Cooking Loving Sharing

dentro e fuori la cucina

Con Un Poco Di Zucchero

Food Blog since 2008

Maria Cristina's Kitchen

Il gusto della buona cucina

ci vuole passione

ViaggiandoMangiando

ci vuole passione

feel free, naturalmente, gluten free

Il buon cibo è anche gluten free

la gelida anolina

ci vuole passione

ci vuole passione

Ecocucina

Laboratorio di ricette per una cucina a costo e impatto (quasi) zero

Associazione La Trottola

... La Bottega delle Cose di Casa d'Altri

Con le mani in pasta

Diario culinario di una mamma metà cuoca, metà contadina

Anice e Cannella

ci vuole passione

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: