Tag Archives: broccoli

Lonza di maiale con amarene e gambi di broccoli

4 Mag

vishnia     A  volte capita che un “capolavoro” riesca per caso…..si lo so, forse capolavoro è un po’ esagerato…..ma voi non avete idea della semplicità e della unicità di questo piatto!!! E poi ad un costo stra accessibile, questo mi riempie di orgoglio perchè assolutamente in linea con la mia crociata anti sprechi….!

L’unica cosa che manca è la foto…mi dovete scusare, fatelo per cortesia, la mancanza dipende da due fattori: la lonza è finita in un battibaleno e io non avevo il tempo di creare il set. Abbiate pazienza….

Se non avete le amarene, che però fra ochissimo si trovano, io le avevo messe in vaso al naturale l’anno scorso, potete utilizzare albicocche secche, uva in autunno….sbizzarritevi un po’, è divertente!!

Per 4 persone: tempo di preparazione 10 min. tempo di cottura 1 ora 45 min.

  • olio extravergine di oliva q.b.
  • un pezzo di lonza di maiale di almeno 600 g
  • mezzo bicchiere di vino bianco secco, buono
  • sale q.b.
  • 500 g di amarene lavate, snocciolate e scolate tenendo però il succo che è fuoriuscito
  • 3 gambi di broccoli puliti delle loro parti più dure e tagliati a pezzetti (i fiori usateli per qualche altra ricetta)
  • brodo vegetale q.b.
  1. Fate scaldare l’olio in una padella, l’ideale sarebbe di ghisa, che contenga la carne a misura.
  2. Rosolate a fuoco alto il maiale per creare una bella crosticina tutta intorno
  3. Bagnate con il vino bianco e fate evaporare per un paio di minuti
  4. Salate, versate le amarene con il loro succo, i broccoli e coprite fino a metà della carne con il brodo.
  5. Cuocete, con coperchio, per un’ora e mezza almeno, anche un’ora e tre quarti, controllando che non si asciughi troppo.
  6. Lasciate intiepidire, tagliate a fettine non troppo spesse e servite con la salsa.

ENGLISH VERSION: Loin of pork with sour cherries and stems of broccoli

Sometimes it happens that a “masterpiece” is born by accident ….. you know, maybe masterpiece is a bit ‘too much ….. but you have no idea of the simplicity and the uniqueness of this dish! And  at a cost very low, this makes me very pride because it is very much in line with my crusade anti waste ….!

The only thing missing is the picture … I must apologize, forgive me, it depends on two factors: the loin was over in a flash and I did not have the time to create the set. Be patient ….

If you do not have  cherries, you’ll be able to find them in the shops very shortly, you can use dried apricots, grapes in autumn …. be creative with it, it’s fun!

Serves 4 : preparation time 10 min. Cooking Time 1 hour 45 min.

  • extra virgin olive oil  to taste
  • a piece of pork loin at least 600 g
  • half a glass of dry white wine, good
  • salt to taste
  • 500 g of washed cherries, pitted and drained but keep the juice that has leaked
  • 3 stalks of broccoli cleaned their hardest parts and cut into small pieces (flowers use them for some other recipe)
  • vegetable broth to taste
  1. Heat the oil in a frying pan, ideally cast iron, which contains the meat to size.
  2. Fry the pork over high heat to create a nice crust all around
  3. Pour in the white wine and let evaporate for a few minutes
  4. Add salt, pour the cherries with their juice, broccoli and cover up to half of the meat with the broth.
  5. Cook, covered, for at least half an hour, an hour and three quarters, making sure that it does not dry too.
  6. Let it cool, cut into slices not too thick and serve with the sauce.
Annunci

Pasta avanzata al profumo di broccoli (foglie e gambi)

6 Gen

DSCF0339

E vai!!! Continua la mia sperimentazione sulla strada della riduzione degli sprechi e devo dire che sono felice di avere tutte queste soddisfazioni!!! Ma come abbiamo fatto ad andare avanti finora senza sapere che le foglie e i gambi dei broccoli, la buccia della zucca, le parti più dure di finocchi e carciofi potevano essere benissimo utilizzate? Con ottimi risultati?? Grande Lisa Casali che mi ha aperto un mondo…!!

Che orgoglio quando si riesce a portare in tavola un piatto che è costato pochissimo, però è buono, nutriente e goloso!!

Avevo in casa delle tagliatelle fresche al pomodoro avanzate. Sapete come succede no??! Aspetti ospiti….hai sempre paura che la pasta non basti……e si esagera sempre..! Insomma ho cotto talmente tanta pasta che me ne è avanzata la metà! Ma a me la pasta saltata non fa impazzire, sono sincera, quindi ho preferito “pasticciarla” in forno: è stato un successone.

Avevo saltato dei broccoli per il pranzo ed avevo conservato foglie e gambi: erano broccoli bio, bellissimi, presi in campagna, come si fa a buttarne anche solo una piccola parte??!! Ecco il risultato!

Per una teglia per 6 persone, preparazione 40 min. cottura 15 min.

  • le foglie e i gambi di 3 broccoli tagliati a pezzetti
  • 1 lt di latte intero
  • 80 g di farina 00
  • 40 g di burro
  • 1 cucchiaino di sale
  • 250 g (peso a crudo) di tagliatelle all’uovo cotte e condite con pomodoro
  • olio extravergine di oliva q.b. (ma poco….)
  • salsa di pomodoro q.b. se necessario
  1. Cuocete a vapore la verdura per almeno una decina di minuti (i pezzetti di gambo devono essere teneri) e tenete da parte.
  2. Nel frattempo, preparate la besciamella: in un pentolino lasciate fondere il burro a fuoco moderato; unite la farina mescolando con la frusta (roux) .
  3. Versate il latte freddo tutto in una volta continuando a mescolare finché inizia a bollire. Salate, diminuite l’intensità della fiamma e cuocete per almeno venti minuti coperto e mescolando di tanto in tanto: la besciamella non deve assolutamente “sapere” di farina.
  4. Togliete dal fuoco, regolate se occorre il sale e versate in un mixer insieme alla verdura: frullate grossolanamente e tenete da parte.
  5. Fate saltare la pasta con un poco di olio per pochi minuti per farla ammorbidire: aggiungete un poco di salsa di pomodoro fresco se risultasse troppo secca.
  6. Condite  la pasta con due terzi della besciamella e versatela in una pirofila da forno.
  7. Ricopritela con la rimanente besciamella e spolverizzate con il parmigiano.
  8. Gratinate in forno caldo a 200° circa per 15 minuti.
  9. Servite subito!!

Un risotto dai colori della primavera, ma dai sapori ancora invernali……..

10 Feb

Oggi avevo proprio voglia di un bel risotto.

Nel mio frigorifero albergavano sorridenti dei broccoletti verdissimi e due cespi di trevisana……..che dilemma!!!

Ho pensato che, però, avevo voglia anche di gamberi, per cui ho preferito optare per i broccoletti: la trevisana arriverà molto presto su questi schermi.

E’ proprio così, dall’apertura del frigorifero,  che è nato questo risotto, un’alternativa golosa al solito  broccoletti-e-pancetta, un risultato bello anche a vedersi,  (purtroppo la mia foto, ahimè, non rende come potrebbe…..)

Buon appetito e….lasciatene un po’ anche per gli altri!

Per 4 persone:

  • Misto per soffritto surgelato 1 cucchiaio o, se preferite, non più di 50 g. di misto carota-sedano-cipolla tritati
  • 30 g. di olio extravergine di oliva
  • 300 g. di broccoletti precedentemente lessati e scolati, tritati grossolanamente
  • 320 g. di riso Carnaroli (18 min. di cottura)
  • 1 bicchiere di vino bianco secco (circa 120-150 g.)
  • 600 g. circa di brodo vegetale o acqua e dado vegetale
  • 16 code di gamberoni, (anche scongelate ma…. che siano di ottima qualità!), pulite.
  • sale q.b.
  • 150 g. di stracchino morbidisssssssimissssimo…..
  1. Fate un bel soffritto con l’olio e le verdurine, senza farlo bruciare mi raccomando, anzi meglio un po’ stufato.
  2. Aggiungete i broccoletti e fateli insaporire per qualche minuto:  salate moderatamente.
  3. Unite il riso e fatelo tostare per bene così si chiudono i chicchi e non esce il buono, (un minutino basta).
  4. Sfumate con il vino bianco a alzate il fuoco per un paio di minuti, così tutto l’alcool se ne va, voi continuate però a mescolare.
  5. Unite, un poco alla volta,  il brodo:  caldissimo mi raccomando o fermerete la cottura!!!
  6. Continuate a cuocere per almeno 10 min. sempre mescolando, poi aggiungete i gamberi.
  7. Proseguite per 3 min. circa, poi assaggiate di sale e controllate la cottura.
  8. Unite lo stracchino, mescolate e servite subito.
  9. E’ una delizia.

Broccoli rice: spring colors in a  winter taste.

4 servings:

  • 2 tbsp of skinned and minced onion + carrot + celery, even defrost
  • 2 tbsp of extra-virgin olive oil
  • 300 g. broccoli, previously boiled and drained, cut into bits
  • 320 g. Carnaroli rice (cooking time 18 min.)
  • 1 glass of dry white wine (120-150g.)
  • 600 g. vegetable broth or water and vegetable stock cube
  • 16 prawn tails cleaned (even defrost, but of best quality)
  • salt to taste
  • 150 g. soft fresh cheese (stracchino or crescenza if you can get it)
  1. Heat the oil in a saucepan over medium heat.
  2. Add the vegetable mix and cook it until translucent, about 5 min..
  3. Add the broccoli and sauté for 5 min. Season with a little salt.
  4. Add the rice and stir quickly, until is well-coated and opaque (this step takes one min. and cooks the starchy coating)
  5. Stir in the wine and cook until the alcohol has evaporated ( a couple of min.)
  6. Add the broth a little at a time:  allow the rice to absorb each addition of broth before adding more and keep going until the rice has absorbed the liquid.
  7. After 10 min. add the prawns.
  8. After 3 more min. taste the salt and the cooking point.
  9. Add the cheese, continue until cooked through and serve.
  10. It’s delicious.
Kite inNepal

I didn't know, but i love the wind

ravanellocurioso

Chef Anarco Vegan

culturesgroup

Koji AND Fermentation AND Cooking AND Science AND Pickles AND Cultures AND Preservation

Fables de Sucre

Fables de Sucre, il blog a quattro mani di Claudio e Eva, che raccontano favole dolci e qualche volta salate, e storie di Casa Fables fatte di amore per la cucina e il cibo

Cooking Loving Sharing

dentro e fuori la cucina

Con Un Poco Di Zucchero

Food Blog since 2008

Maria Cristina's Kitchen

Il gusto della buona cucina

ci vuole passione

ViaggiandoMangiando

ci vuole passione

feel free, naturalmente, gluten free

Il buon cibo è anche gluten free

la gelida anolina

ci vuole passione

ci vuole passione

Ecocucina

Laboratorio di ricette per una cucina a costo e impatto (quasi) zero

Associazione La Trottola

... La Bottega delle Cose di Casa d'Altri

Con le mani in pasta

Diario culinario di una mamma metà cuoca, metà contadina

Anice e Cannella

ci vuole passione