Archivio | Dimagriamo allegramente RSS feed for this section

Le melanzane al funghetto

4 Gen

Buongiorno!!

Avete stra stra stra mangiato durante tutte queste feste? Avete per caso in programma qualche cosa anche per l’Epifania, per concludere in bellezza e completare così il disastro dell’acchiappacalorie?

Vi propongo un tris di verdurine, una ricetta o due per volta, abbastanza leggere, anche se non proprio mortificanti, per riprendere un poco in mano la situazione e sentirsi meno in colpa per tutto quello che si è mangiato negli ultimi tempi…….

Vedete voi, a casa mia hanno gradito, perchè dopo tutto, qualche cosa di semplice, e per giunta vegetariano, fa sempre bene e rinfresca l’intestino.

Per 4 persone:

  • 4 melanzane grandi e CON LA BUCCIA BELLA, non segnata, perchè per questa ricetta ci serve solo la buccia.
  • olio extravergine di oliva q.b.
  • 1 spicchio di aglio in camicia, cioè non sbucciato
  • sale q.b. o, ancora meglio, un dado vegetale, ma di quelli buoni.
  • acqua calda q.b.
  • 1 ciuffetto di prezzemolo tritato finemente
  1. Pelate le melanzane a listarelle lasciando attaccata alla buccia un mezzo centimetro di polpa.
  2. Tagliate le listarelle a quadratini e tenete da parte.
  3. Scaldate l’olio in una padella e soffriggetevi l’aglio a fuoco dolce, poi toglietelo.
  4. A questo punto, aggiungete le melanzane e salate: fatele saltare per bene per un paio di minuti.
  5. Aggiungete un poco di acqua calda (in modo da tenere sempre mezzo dito di acqua sul fondo della padella), coprite con il coperchio, abbassate al minimo il fuoco e lasciate cuocere per circa 30 minuti fino a quando le melanzane non si saranno completamente ammorbidite.
  6. Spolverizzate con il prezzemolo e servite.
Annunci

Roast beef al sale: solo una questione di tempi.

21 Dic

Cosa c’è di più semplice di un roast beef al forno, cotto nel sale?

Francamente direi nulla, è la preparazione che ci salva la vita quando siamo a corto di idee, quando abbiamo a cena l’amica in dieta, quando siamo NOI a dieta….(!!), quando vogliamo mangiare sano, quando abbiamo poco tempo….insomma in un sacco di occasioni.

Il problema è non sbagliare i tempi: sia la carne, sia il pesce (per esempio un banzino o un’orata), non devono essere cotti troppo, oppure seccano e tutto questo succede in un battibaleno……

Provateci e non rimarrete affatto delusi, ve lo garantisco.

Per 6 persone:

  • 1 pezzo di roast beef di circa 1 kg.
  • 2 kg di sale fino
  1. Prendete una pirofila da forno a misura del vostro pezzo di carne e versatevi pate del sale in modo da coprire tutta la base.
  2. Appoggiatevi sopra il vostro roast beef e ricopritelo interamente con il sale rimanente, facendo bene attenzione che non ne rimanga fuori nemmeno un piccolo pezzo.
  3. Mettetelo in forno caldo a 180-200° per 20-30 min. al massimo (quello della foto è stato cotto per 20 min.), toglietelo dal forno.
  4. Rompete la crosta di sale, che nel frattempo si sarà indurita, tagliate il vostro roast beef a fette e servitelo subito.
  5. Quello cha avanza potete tagliarlo con l’affettatrice a fette molto sottili e servitelo freddo il giorno dopo con qualche salsina sfiziosa!

La dieta della quinta stagione: giorno 6.

8 Ott

Oggi è il penultimo giorno della mia dieta e mi sono pesata: meno un kilo e 300!!! Equivarrebbe a circa 3 kili e mezzo al mese che sono il peso giusto da perdere per non riprenderlo subito e con gli interessi, per cui mi ritengo proprio soddisfatta, anche perchè devo dire che non mi è pesato per nulla!!!!

IL SESTO GIORNO:

COLAZIONE: una tazza di tè senza zucchero con 40 g (50) di pane tostato e 1 (2) cucchiai di composta di frutta più un caco.

SPUNTINO:        100 (150) g. di frutta, quella che volete, anche banana, uva, cachi….ma non fichi, con un tè o tisana senza zucchero.

PRANZO: Risotto funghi e zafferano 60 g. (80) accompagnato da 80 g. (100) di  pesce bianco marinato al limone se vi piace il pesce crudo, o cucinato al vapore, se lo preferite cotto. A questo aggiungete della zucca (a piacere) tagliata a cubetti piccoli piccoli e condita con aceto balsamico o salsa di soya e infornata a 180° per 30 min. circa. Potete aggiungere un poco di olio *** se volete.

SPUNTINO:        100 (150) g. di frutta, quella che volete, anche banana, uva, cachi….ma non fichi, con un tè o tisana senza zucchero.

CENA: Una crema di verdure senza patate e legumi, quantità a piacere, accompagnata da una frittata di un uovo e un albume con spinaci e cipolla, poco olio***. Potete anche bere un calice di vino bianco se vi fa piacere.

Se avete saltato uno spuntino durante il giorno, potete tenervelo per la sera dopo cena.

*** Avete a disposizione 5 (6) cucchiaini di olio al giorno.

Buona dieta e a domani!!

La dieta della quinta stagione: giorno 5.

7 Ott

Buongiorno! Ma sapete che sono arrivata quasi alla fine della settimana della mia dieta e non me ne sono quasi accorta? Inoltre ho un’energia da leone!!! Evidentemente mangiare le verdure giuste fa una grossa differenza!!

Oggi mi peserò e vi farò sapere a che punto stiamo, anche se, oltre a molto vitale, mi sento anche molto più sgonfia, per cui nutro fondate speranze di avere delle buone soddisfazioni dalla prova bilancia!!

IL QUINTO GIORNO:

COLAZIONE: 150 g. (200) di latte scremato con cacao amaro in polvere, accompagnato da 30 g. (40) di riso soffiato senza zucchero e dolcificato con dolcificante se volete.

SPUNTINO:        100 (150) g. di frutta, quella che volete, anche banana, uva, cachi….ma non fichi, con un tè o tisana senza zucchero.

PRANZO: 60 g. (80) di spaghetti conditi con una crema di 50 g. (80) di ricotta allungata con un poco di acqua di cottura della pasta, un poco di noce moscata grattugiata e un poco di cannella. Potete aggiungere poco olio *** e un cucchiaino di parmigiano grattugiato.  Se non volete condire la pasta con la ricotta, potete condirla con verdure a vapore e tenervi la ricotta come secondo piatto.

Dopo la pasta, potete continuare con bietole o spinaci a vapore, quanti ne volete, conditi con poco olio ***.

SPUNTINO:        100 (150) g. di frutta, quella che volete, anche banana, uva, cachi….ma non fichi, con un tè o tisana senza zucchero.

CENA: Una crema di zucca e mela così preparata: cuocete  a vapore una quantità di zucca a piacere con della mela e frullate il tutto condendo con poco olio *** e rosmarino tritato. Dopo la crema, potete continuare con 100 g. (130) di filetti di sogliola alla griglia e un’insalata mista a piacere condita con poco olio ***. Potete mangiare anche 40 g. (60) di pane integrale.

Se avete saltato uno spuntino durante il giorno, potete tenervelo per la sera dopo cena.

*** Avete a disposizione 5 (6) cucchiaini di olio al giorno.

Buona dieta e a domani!!

Kite inNepal

I didn't know, but i love the wind

ravanellocurioso

Chef Anarco Vegan

culturesgroup

Koji • Fermentation • Science • Pickles • Cultures

Cooking Loving Sharing

dentro e fuori la cucina

Con Un Poco Di Zucchero

Food Blog since 2008

Maria Cristina's Kitchen

Il gusto della buona cucina

ci vuole passione

ViaggiandoMangiando

ci vuole passione

feel free, naturalmente, gluten free

Il buon cibo è anche gluten free

la gelida anolina

ci vuole passione

ci vuole passione

Ecocucina

Laboratorio di ricette per una cucina a costo e impatto (quasi) zero

Associazione La Trottola

... La Bottega delle Cose di Casa d'Altri

Con le mani in pasta

Diario culinario di una mamma metà cuoca, metà contadina

Anice e Cannella

ci vuole passione