Polpette riciclate: svuotafrigor e trasformazioni magiche.

27 Mag

DSCF0827

Sono sincera, non ho mai amato riciclare la carne cotta. Non so bene perchè, ma mentre con le verdure non ho problemi, la carne mi metteva in soggezione……insomma: cosa fare con quel pezzo di bollito, di arrosto, di brasato avanzato? Il risultato finale non avrebbe risentito del sapore originario? Non sarebbero risultate troppo secche le polpettine? Non avrebbero avuto troppo l’aria riciclata?

Bando ai dubbi, complice un bel pezzo di carne cotto per una cena con amici che, all’ultimo momento, hanno avuto un contrattempo, mi sono cimentata nelle polpette svuotafrigor che non solo sono andate a ruba, ma saranno anche rifatte presto!!!!

E poi volete mettere la soddisfazione di non aver buttato? Di essere stata capace di proporre qualcosa di gustoso e piacevole per cena senza fare la spesa? Di questi tempi non male.

Dosi per 6 persone: tempo di praparazione 20 min. tempo di cottura 20 min.

  • 250 g di carne cotta di qualsiasi tipo, tagliata a pezzetti
  • 250 g di patate bollite e schiacciate
  • sale q.b.
  • 100 g di mortadella tritata
  • 2 uova
  • 150 g di verdura cotta che avete nel frigorifero (se l’avete, se no fate senza), tipo carote, zucchine, porri, asparagi etc.
  • pepe q.b
  • parmigiano grattugiato q.b. (circa 50 g)
  • olio di semi di arachide  se friggete
  1. In un mixer mescolate la carne, le patate e il sale.
  2. Aggiungete la mortadella, le uova, la verdura, il pepe e il formaggio: lavorate ancora con il mixer fino a quando otterrete un impasto omogeneo.
  3. Controllate di sale e di pepe e aggiungetene se necessario.
  4. Formate tante polpettine della forma e della grandezza che preferite.

A questo punto avete due possibilità:

  1. Friggete in olio di semi di arachide, molto caldo e abbondante: se le polpette saranno completamente coperte dall’olio ne assorbiranno molto poco!!
  2. Infornate in forno caldo a 180-200 gradi per circa 20 min.
  3. Buon appetito!!!!!!

ENGLISH VERSION:

I’m honest, I’ve never liked to recycle the cooked meat. I don’t know why, but while I have no problems with vegetables, meat is not the same …… In short: what to do with that piece of boiled, roasted, braised leftover meat? The result would not have affected the original flavor? The meatballs wouldn’t have been too dry? They would not have too much of the recycled taste?

No more doubts, thanks to a nice piece of meat cooked for a dinner with friends who, at the last moment, had a problem and couldn’t go, I decided to try these meatballs “all leftovers” that not only were snapped up, but will also be remade soon! !

And more: what a  satisfaction not having thrown away!? Being able to offer something tasty and enjoyable for dinner without spending?  For these days it’s not bad.

Serves 6: praparation time  20 min. cooking time 20 min.

  • 250 g of cooked meat of any kind, cut into small pieces
  • 250 g of boiled and mashed potatoes
  • salt to taste
  • 100 g of chopped mortadella or ham
  • 2 eggs
  • 150 g of cooked vegetables you have in the fridge (if you have one, if not do without), like carrots, zucchini, leeks, asparagus etc.
  • pepper to taste
  • grated Parmesan cheese to taste(about 50 g)
  • peanut oil if you fry
  1. In a blender mix  meat, potatoes and salt.
  2. Add the mortadella, eggs, vegetables, pepper and cheese: still working with the mixer until  you get a homogeneous mixture.
  3. Check salt and pepper and add if necessary.
  4. Form many balls of form and ize of your choice.

At this point you have two options:

  1. Fry in peanut oil, very hot and plentiful: If the meatballs will be completely covered by the oil will absorb very little!
  2. Bake in preheated oven at 180-200 degrees for about 20 min.
  3. Enjoy your meal!!

2 Risposte to “Polpette riciclate: svuotafrigor e trasformazioni magiche.”

  1. paneepomodoro maggio 27, 2013 a 21:35 #

    Queste son ricette buone e furbe: ci aiutano a svuotare! il frigo e a far bella figura senza complessi di colpa per aver buttato del cibo! Te le copio!

    • cuocona maggio 28, 2013 a 21:27 #

      …a buon rendere…!!!! Un abbraccio!

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Fables de Sucre

Fables de Sucre, il blog a quattro mani di Claudio e Eva, che raccontano favole dolci e qualche volta salate, e storie di Casa Fables fatte di amore per la cucina e il cibo

Cooking Loving Sharing

dentro e fuori la cucina

Con Un Poco Di Zucchero

Quel che accade nella cucina di una food blogger

Maria Cristina's Kitchen

Il gusto della buona cucina

ci vuole passione

ViaggiandoMangiando

ci vuole passione

feel free, naturalmente, gluten free

Il buon cibo è anche gluten free

la gelida anolina

ci vuole passione

Chez-Babs

ci vuole passione

ci vuole passione

Ecocucina

Laboratorio di ricette per una cucina a costo e impatto (quasi) zero

Associazione La Trottola

... La Bottega delle Cose di Casa d'Altri

Con le mani in pasta

Diario culinario di una mamma metà cuoca, metà contadina

Anice&Cannella

ci vuole passione