Rognone trifolato al pomodoro con poco condimento.

5 Feb

DSCF0733

Guardate com’è bello il rognone trifolato che ha cucinato la mia mamma!! Io adoro il rognone, detesto la cervella, la lingua, le animelle (ebbene si lo confesso), ma amo fegato e rognone che è ricco di proteine, ferro, calcio, potassio, sodio, zinco, fosforo e acido folico, Ma anche di colesterolo attenzione. A casa mia è sempre stato cucinato allo stesso modo, con  cura e calma. Si, calma e lo sottolineo, c’è chi il rognone lo cuoce in pochi minuti, noi invece un’ora e mezza…..e vi stupirete del numero di ingredienti, veramente pochi, perchè le cose migliori sono quelle semplici, dove i sapori si amalgamano, ma anche si sentono ben precisi.

Il rognone è come le seppie: o lo cuoci pochissimo o molto, altrimenti diventa gommoso e orribile.

E allora qual’è la differenza? L’acqua per esempio: più lo cuoci, più acqua perde e più gustoso diventa. I sapori per esempio: più lo cuoci e più i diversi gusti, i profumi, si fondono. Provate questa ricetta, ma mi raccomando comprate il rognone dove sapete che è di vitello (il vitellone ha un sapore un po’ troppo forte secondo me), e che il vitello ha mangiato bene!

Per 4 persone, tempo di preparazione 60 min, tempo di cottura 90 min.

  • mezzo litro di aceto bianco di buona qualità
  • 1–2 cucchiai di olio extravergine di oliva
  • 1 rognone pulito e tagliato finemente (fatelo fare dal macellaio)
  • sale q.b.
  • 500 g di passata di pomodoro di ottima qualità
  • pepe q.b.
  • prezzemolo tritato q.b.
  1. Imbibite il rognone nell’aceto e lasciatelo riposare per almeno mezz’ora.
  2. Passatelo sotto acqua fredda corrente per almeno 10 minuti per fare in modo che non si senta più l’aceto.
  3. Prendete una pentola con fondo spesso, che conduca bene il calore, fate scaldare l’olio qualche secondo e aggiungete il rognone ben scolato: salate e mescolate.
  4. La carne comincerà a rilasciare la sua acqua e ne rilascerà molta, lasciate asciugare a fuoco dolce, mescolando di tanto in tanto, fino a quando non sarà quasi asciugata del tutto.
  5. A qusto punto versate il pomodoro e lasciate addensare, sempre a fuoco lento, fino a quando non si sarà formata una bella salsina cremosa.
  6. Controllate di sale, pepate e spolverizzzate con prezzemolo.
  7. Servite e godetevi questa meraviglia!

2 Risposte to “Rognone trifolato al pomodoro con poco condimento.”

  1. Valentina Foodie Giorcelli febbraio 6, 2013 a 11:27 #

    ad Andrea piacerebbe un sacco! Mi sa che lo faccio contento e glielo faccio….

    • cuocona febbraio 6, 2013 a 17:36 #

      e faglielo….!! praticamente va da solo! Richiede davvero poca fatica!!

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Fables de Sucre

Fables de Sucre, il blog a quattro mani di Claudio e Eva, che raccontano favole dolci e qualche volta salate, e storie di Casa Fables fatte di amore per la cucina e il cibo

Cooking Loving Sharing

dentro e fuori la cucina

Con Un Poco Di Zucchero

Quel che accade nella cucina di una food blogger

Maria Cristina's Kitchen

Il gusto della buona cucina

ci vuole passione

ViaggiandoMangiando

ci vuole passione

feel free, naturalmente, gluten free

Il buon cibo è anche gluten free

la gelida anolina

ci vuole passione

Chez-Babs

ci vuole passione

ci vuole passione

Ecocucina

Laboratorio di ricette per una cucina a costo e impatto (quasi) zero

Associazione La Trottola

... La Bottega delle Cose di Casa d'Altri

Con le mani in pasta

Diario culinario di una mamma metà cuoca, metà contadina

Anice&Cannella

ci vuole passione