Risotto sedano e porri dell’orto!

30 Ago

Piove, piove, piove!!!! So che molti non condivideranno, ma io sono proprio felice! Il kiwi aveva una sete…….non sapevo più come fare, ora invece io me ne sto comodamente alla scrivania e “qualcuno! sta pensando a dare da bere al mio giardino!! E poi non è bello sentire lapioggia che cade? E stasera accoccolarsi sotto le lenzuola e addormentarsi con questo suono……mi piace!

Torniamo al mio risotto: questa mattina ho colto nell’orto il porro e il sedano, li ho spazzolati per bene e passati con un panno umido: era tutto talmente secco che non è stato necessario lavarli e così sono ancora più profumati! Ma voi lavateli se volete.

Ho tagliato tutto a pezzetti (il sedano prima però l’ho “sfilacciato” cioè ho tolto tutti i filamenti che danno tremendamente fastidio…..) Ed ecco, il più è fatto, soprattutto se si ha un po’ di brodo in casa, se non l’avete usate un buon dado, magari di quelli biologici così siete più tranquilli per la vostra salute!

Un risottino buono buono e leggero, perfetto per fine estate in un giorno di pioggia!!

Per 4 persone:

  • 1 porro tagliato a rondelle
  • olio extravergine di oliva q.b.
  • 2 o 3 gambi di sedano ben carnosi, sfilati e tagliati a pezzetti
  • 1 o 2 rametti di rosmarino, solo gli aghi (se vi piace)
  • 320 g di riso Carnaroli
  • 1 bicchiere di vino bianco buono
  • brodo vegetale q.b.
  • sale q.b.
  • parmigiano grattugiato q.b.
  • burro q.b.
  1. Soffriggete il porro nell’olio senza bruciarlo, magari aggiungete un poco di acqua calda se necessario.
  2. Unite il sedano e il rosmarino e insaporitele nel soffritto per un minutino o anche un po’ di più.
  3. Unite il riso e fatelo tostare per bene almeno per un minuto così i chicchi si chiudono e mantengono tutto il loro  sapore.
  4. Sfumate con il vino per un minuto circa, poi aggiungete il brodo, a poco a poco, solo quando il precedente sarà stato assorbito, salate q.b.
  5. A cottura ultimata, mantecate con il parmigiano e il burro e servite subito.
  6. Buon appetito!!

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Fables de Sucre

Fables de Sucre, il blog a quattro mani di Claudio e Eva, che raccontano favole dolci e qualche volta salate, e storie di Casa Fables fatte di amore per la cucina e il cibo

Cooking Loving Sharing

dentro e fuori la cucina

Con Un Poco Di Zucchero

Quel che accade nella cucina di una food blogger

Maria Cristina's Kitchen

Il gusto della buona cucina

ci vuole passione

ViaggiandoMangiando

ci vuole passione

feel free, naturalmente, gluten free

Il buon cibo è anche gluten free

la gelida anolina

ci vuole passione

Chez-Babs

ci vuole passione

ci vuole passione

Ecocucina

Laboratorio di ricette per una cucina a costo e impatto (quasi) zero

Associazione La Trottola

... La Bottega delle Cose di Casa d'Altri

Con le mani in pasta

Diario culinario di una mamma metà cuoca, metà contadina

Anice&Cannella

ci vuole passione