Il plum cake di Mr Mulot, leggerissimamente rivisitato.

8 Mar

Io la sapevo così: un impasto dolce può rimanere a riposare, ma non se ho aggiunto il lievito: in questo caso meglio infornare.

E invece no.

Il pasticcere Gérard Mulot, lui, l’impasto lo lascia riposare per ben 24 ore, poi lo unisce ad altrettanta quantità appena fatta e….voilà, come dicono i francesi….una meraviglia.

La ricetta me l’ha suggerita “Un dejuner de soleil”, ma io l’ho un poco rivista perchè la prima volta che ho cotto questo plum cake, mi è sembrato davvero un po’ troppo carico di frutta secca. L’ho un poco allegggerito e….ora ho la mia versione e la trovo assolutamente buonissima.

Naturalmente ho provato anche a fare l’impasto tutto in una volta ma…….non è la stessa cosa, il risultato non è ugualmente equilibrato……incredibile!!!

Per un plum cake per 8 persone:

  • 120 g di uvetta sultanina
  • 50 g di frutti rossi essiccati, o amarene essiccate
  • 20 g di cedro candito
  • 3 cucchiai di rhum assolutamente di ottima qualità
  • acqua q.b.
  • 150 g di burro morbido più q.b. per lo stampo
  • 150 di zucchero a velo
  • 3 uova
  • 250 g di farina 00
  • 2 cucchiaini abbondanti di lievito per dolci

Primo giorno:

  1. Mettete a bagno la frutta secca nel rhum allungato con acqua per un’oretta circa.
  2. Nel frattempo, impastate metà burro e metà zucchero (75 g e 75 g) fino a quando non ottenete una crema fluida.
  3. Aggiungete due uova intere e continuate a mescolare.
  4. Unite 125 g di farina (la metà) e un cucchiaino abbondante di lievito, impastate fino a quando avrete un risultato cremoso.
  5. Scolate metà della frutta dal rhum e aggiungetela all’impasto insieme a metà del cedro a cubetti.
  6. Riponete il tutto in un contenitore e tenete in frigorifero per 24 ore.

Secondo giorno:

  1. Impastate metà burro e metà zucchero (75 g e 75 g) fino a quando non ottenete una crema fluida.
  2. Aggiungete un uovo intero e continuate a mescolare.
  3. Unite 125 g di farina (la metà) e un cucchiaino abbondante di lievito, impastate fino a quando avrete un risultato cremoso.
  4. Scolate la seconda metà della frutta dal rhum e aggiungetela all’impasto, insieme alla seconda metà del cedro a cubetti. NON BUTTATE IL RHUM.
  5. Aggiungete l’impasto ottenuto a quello che avevate preparato il giorno precedente e versate il tutto in uno stampo da plum cake di circa 24 cm. di lunghezza.
  6. Cuocete in forno caldo a 160° per 45/50 min. circa.
  7. Se la prova stecchino ve lo consente, sfornate, lasciate il plum cake caldo dentro il suo stampo e irroratelo con un poco del rhum diluito ( a piacere, io ne ho usato meno di metà) : magicamente la torta lo assorbirà!
  8. Appoggiate la torta, ancora nel suo stampo, su di un lato e lasciate raffreddare.
  9. Togliete dallo stampo e gustate: non ci sono parole.

2 Risposte to “Il plum cake di Mr Mulot, leggerissimamente rivisitato.”

  1. Rossana marzo 10, 2012 a 09:53 #

    Mi ispira veramente tanto! La prima volta che ho qualcuno a cena lo provo. Baci

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Fables de Sucre

Fables de Sucre, il blog a quattro mani di Claudio e Eva, che raccontano favole dolci e qualche volta salate, e storie di Casa Fables fatte di amore per la cucina e il cibo

Cooking Loving Sharing

dentro e fuori la cucina

Con Un Poco Di Zucchero

Quel che accade nella cucina di una food blogger

Maria Cristina's Kitchen

Il gusto della buona cucina

ci vuole passione

ViaggiandoMangiando

ci vuole passione

feel free, naturalmente, gluten free

Il buon cibo è anche gluten free

la gelida anolina

ci vuole passione

Chez-Babs

ci vuole passione

ci vuole passione

Ecocucina

Laboratorio di ricette per una cucina a costo e impatto (quasi) zero

Associazione La Trottola

... La Bottega delle Cose di Casa d'Altri

Con le mani in pasta

Diario culinario di una mamma metà cuoca, metà contadina

Anice&Cannella

ci vuole passione