Archivio | ottobre, 2011

Torta di mele morbida.

14 Ott
An apple.

Image via Wikipedia

Buongiorno a tutti!!

E’ proprio tempo di mele, oggi poi che è arrivato il fresco, ancora di più!! Ecco a voi, quindi, una ricettina di quelle da tenere da conto, perchè si tratta di una torta morbidosa, che non si secca e che da davvero un sacco di soddisfazioni!! A casa mia non è durata nemmeno una giornata!

Per 6-8 persone:

  • 100 g. di burro morbido più q.b. per imburrare la teglia
  • 200 g. di zucchero
  • 3 uova
  • 120 g. di farina
  • 1 bustina di lievito
  • 120 g. di latte intero
  • la buccia grattugiata di un limone
  • 3 mele sbucciate, senza torsolo e tagliate a fettine sottili
  1. Lavorate per bene il burro con lo zucchero fino a quando sarà ben montato.
  2. A questo punto, aggiungete le uova, una per volta, amalgamandole bene al composto.
  3. Versate a pioggia la farina e il lievito, mescolando e lavorate finchè non sono ben incorporati.
  4. Aggiungete il latte e la buccia del limone e mescolate ancora.
  5. Versate il composto in una teglia (io ne ho usata una da 28 cm.).
  6. “Tuffatevi” dentro le mele disponendole a raggera.
  7. Infornate in forno già caldo a 180° per circa 40 min.
  8. Lasciate raffreddare e servite!!
Annunci

Torta di riso e mandorle: buonissima.

11 Ott

Bene, bene, bene!!!

Ora che abbiamo finito la dieta, possiamo anche “passarci” qualche sfizio no?

Ecco allora questa magnifica torta di riso, davvero facilissima da fare e che riesce sempre!!

Per 6-8 persone:

  • 1 litro di latte
  • 100 g. di riso meglio se Originario o Roma, ma io non l’avevo e ho usato il Carnaroli che avevo in casa.
  • 100 g. di cedro candito o, se non l’avete, di frutta mista candita tagliata a dadini.
  • 6 uova
  • 250 g. di zucchero
  • 100 g. di mandorle
  • 50 g. di amaretti sbriciolati
  • NO lievito
  • burro per la teglia
  1. Fate bollire il latte con dentro il riso e lasciatelo in cottura per una buona mezz’ora: così diventerà morbidissimo.
  2. Aggiungete al composto di latte e riso tutti gli altri ingredienti mescolando per bene, perchè soprattutto le uova devono amalgamarsi perfettamente.
  3. Versate il composto in una teglia precedentemente ben imburrata (io l’ho usata da 28 cm. di diametro)
  4. Cuocete in forno caldo a 160° per un’ora.
  5. Sfornate e attendete che intiepidisca.
  6. Servite tiepida o a temperatura ambiente.
  7. Meraviglia!!

La dieta della quinta stagione: giorno 7 l’ultimo.

9 Ott

 

 

Eccomi giunta alla fine della mia fatica: sono soddisfatissima, mi sento bene, piena di energia e sgonfia!

IL SETTIMO GIORNO:

COLAZIONE: un frullato con 100 g. (150) di latte parzialmente scremato con mezza banana (1), cacao in polvere e 20 g. (30) di fiocchi d’avena.

SPUNTINO:        100 (150) g. di frutta, quella che volete, anche banana, uva, cachi….ma non fichi, con un tè o tisana senza zucchero.

PRANZO: 60 g. (80) di miglio prima tostato, poi bollito in acqua o brodo vegetale, come fosse pasta, per almeno 20 min. Raggiunto il tempo di cottura, scolate e mescolate il miglio con spinaci a piacere cotti a vapore e se volete anche una carota. Aggiungete mezzo cucchiaino di uvetta ammollata e ben strizzata, un filo di olio *** e 30 g. di parmigiano grattugiato. A tutto ciò potete aggiungere dei broccoletti a piacere cotti a vapore.

SPUNTINO:        100 (150) g. di frutta, quella che volete, anche banana, uva, cachi….ma non fichi, con un tè o tisana senza zucchero.

CENA: Una minestra di 30 g. (30) di pasta e 80 g (100) di fagioli cotti con alloro, più un purè di sedano rapa e zucca cotti al vapore.

Se avete saltato uno spuntino durante il giorno, potete tenervelo per la sera dopo cena.

*** Avete a disposizione 5 (6) cucchiaini di olio al giorno.

E allora? L’avete fatta o no la mia dieta??! Se non l’avete fatta e desiderate farvi una bella settimana di disintossicazione che vi sgonfi, vi faccia stare bene e vi dia energia, perdendo qualche chilo di troppo, è il momento di agire!!

La dieta della quinta stagione: giorno 6.

8 Ott

Oggi è il penultimo giorno della mia dieta e mi sono pesata: meno un kilo e 300!!! Equivarrebbe a circa 3 kili e mezzo al mese che sono il peso giusto da perdere per non riprenderlo subito e con gli interessi, per cui mi ritengo proprio soddisfatta, anche perchè devo dire che non mi è pesato per nulla!!!!

IL SESTO GIORNO:

COLAZIONE: una tazza di tè senza zucchero con 40 g (50) di pane tostato e 1 (2) cucchiai di composta di frutta più un caco.

SPUNTINO:        100 (150) g. di frutta, quella che volete, anche banana, uva, cachi….ma non fichi, con un tè o tisana senza zucchero.

PRANZO: Risotto funghi e zafferano 60 g. (80) accompagnato da 80 g. (100) di  pesce bianco marinato al limone se vi piace il pesce crudo, o cucinato al vapore, se lo preferite cotto. A questo aggiungete della zucca (a piacere) tagliata a cubetti piccoli piccoli e condita con aceto balsamico o salsa di soya e infornata a 180° per 30 min. circa. Potete aggiungere un poco di olio *** se volete.

SPUNTINO:        100 (150) g. di frutta, quella che volete, anche banana, uva, cachi….ma non fichi, con un tè o tisana senza zucchero.

CENA: Una crema di verdure senza patate e legumi, quantità a piacere, accompagnata da una frittata di un uovo e un albume con spinaci e cipolla, poco olio***. Potete anche bere un calice di vino bianco se vi fa piacere.

Se avete saltato uno spuntino durante il giorno, potete tenervelo per la sera dopo cena.

*** Avete a disposizione 5 (6) cucchiaini di olio al giorno.

Buona dieta e a domani!!

Kite inNepal

I didn't know, but i love the wind

ravanellocurioso

Chef Anarco Vegan

culturesgroup

Koji • Fermentation • Science • Pickles • Cultures

Cooking Loving Sharing

dentro e fuori la cucina

Con Un Poco Di Zucchero

Food Blog since 2008

Maria Cristina's Kitchen

Il gusto della buona cucina

ci vuole passione

ViaggiandoMangiando

ci vuole passione

feel free, naturalmente, gluten free

Il buon cibo è anche gluten free

la gelida anolina

ci vuole passione

ci vuole passione

Ecocucina

Laboratorio di ricette per una cucina a costo e impatto (quasi) zero

Associazione La Trottola

... La Bottega delle Cose di Casa d'Altri

Con le mani in pasta

Diario culinario di una mamma metà cuoca, metà contadina

Anice e Cannella

ci vuole passione