La dieta della quinta stagione: giorno 1.

3 Ott

Eccomi tornata a Milano dopo avere gironzolato per l‘America Latina e…ahimè…avere gozzovigliato a destra e a manca!! (A proposito ho inserito le foto negli ultimi posts, vi consiglio di ri-dare un’occhiata!!)

Bene bene…..urge una bella regolata per cui mi sono detta: cosa c’è di meglio di una settimana di dieta, di quelle giuste però, senza eccessi di proteine che poi-fanno-riprendere-tutti-i-chili-persi-e-anche-di-più…??!

La medicina cinese lega ogni stagione dell’anno ad un organo del nostro corpo, ma di stagioni ne considera cinque e la quinta è proprio quel periodo che intercorre tra la fine di agosto a tutto settembre (più o meno). A questa stagione sono legati milza e pancreas e l’ortaggio che più aiuta è la zucca.

Ecco perchè ho scelto di fare una settimana a base di frutta, verdura, molta zucca,  e altro: una dieta che ho scovato in un settimanale di cucina naturale e che ho molto apprezzato per il suo equilibrio.

Avete voglia di provarci con me? Sono 1200 calorie al giorno oppure (tra parentesi) 1500 calorie al giorno se volete una dieta meno stretta.

IL PRIMO GIORNO:

COLAZIONE:      50 (80)  g. di ricotta o uno yogurt magro, o anche di soia, con mezzo (un) cucchiaino di miele e cannella a piacere più 1 (2) nocciola tritata e 30 (40) g. di pane integrale

SPUNTINO:        100 (150) g. di frutta, quella che volete, anche banana, uva, cachi….ma non fichi, con un tè o tisana senza zucchero

PRANZO:             insalata verde o insalata di finocchi a piacere con una mela tagliata a spicchi o a tocchetti e una decina di capperi sotto sale ben sciacquati, condita con poco olio *** e aceto balsamico e colorata con una spruzzata di prezzemolo tritato (io ho usato quello surgelato, perchè anche l’occhio vuole la sua parte….), più 60(80) g di pane integrale

SPUNTINO:        100 (150) g. di frutta, quella che volete, anche banana, uva, cachi….ma non fichi, con un tè o tisana senza zucchero

CENA:                  80 (100) g. di ceci in scatola scolati e saltati con una piccola cipolla e poco olio ***. Aggiungete 150 (200) g. di               calamari scongelati e tagliati a rondelle oppure pomodorini secchi tagliati a striscioline, (anche i gamberetti, in alternativa, vanno bene). A questo aggiungete carote o finocchi cotti al vapore e conditi con poco olio *** e un’erbetta aromatica tipo timo, finocchietto selvatico, maggiorana.

Se avete saltato uno spuntino durante il giorno, potete tenervelo per la sera dopo cena.

*** Avete a disposizione 5 (6) cucchiaini di olio al giorno.

Bene,oggi io comincio, poi vi posto le foto e domani comincio con le varizioni di peso…!


Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Fables de Sucre

Fables de Sucre, il blog a quattro mani di Claudio e Eva, che raccontano favole dolci e qualche volta salate, e storie di Casa Fables fatte di amore per la cucina e il cibo

Cooking Loving Sharing

dentro e fuori la cucina

Con Un Poco Di Zucchero

Quel che accade nella cucina di una food blogger

Maria Cristina's Kitchen

Il gusto della buona cucina

ci vuole passione

ViaggiandoMangiando

ci vuole passione

feel free, naturalmente, gluten free

Il buon cibo è anche gluten free

la gelida anolina

ci vuole passione

Chez-Babs

ci vuole passione

ci vuole passione

Ecocucina

Laboratorio di ricette per una cucina a costo e impatto (quasi) zero

Associazione La Trottola

... La Bottega delle Cose di Casa d'Altri

Con le mani in pasta

Diario culinario di una mamma metà cuoca, metà contadina

Anice&Cannella

ci vuole passione