La paella di pesce del mio amico Albert.

31 Ago

Albert e Silvia sono due amici carissimi e noi trascorriamo almeno una serata da loro ogni estate per assaggiare la mitica Paella di Albert, catalano doc e pittore di grande talento.

L’altra sera ci siamo trovati e, una volta ancora, abbiamo condiviso questa magnifica paella di pesce che ho provato a rifare e di cui vi posto la ricetta: condividetela anche voi con gli amici, è una meraviglia, una festa per gli occhi e una delizia per il palato, vi farà fare un figurone!!!

Per 4 persone:

  • 500 gr di cozze
  • 500 g di vongole
  • 8 gamberoni
  • una manciata di code di gamberi (circa 2 o 3 etti)
  • 3 etti gr di seppioline (van bene quelle surgelate)
  • 1 peperone
  • vino bianco un bicchiere
  • un litro di brodo di pesce o acqua e dado di pesce
  • 2-3 cucchiai di passata di pomodoro
  • olio extra vergine di oliva q.b.
  • una cipolla tagliata sottilissima
  • un pizzico di paprika dolce
  • 150 gr di piselli
  • 1 filetto di pesce bianco
  • 300 gr di riso (va bene il parboiled 15 min.)
  1. Pulire e lavare le cozze e le vongole,  lavate i gamberoni e sgusciate e lavate le code di gamberi.
  2. Lavate le seppioline e pulite se non sono già state pulite in
  3. Aprite il peperone ed eliminate  i semi,  tagliatelo a listerelle.
  4. Fare aprire le cozze e le vongole in padella con un goccio di vino bianco su fiamma nè alta nè bassa per qualche minuto. Sistematele da parte e filtrate il liquido rimasto con un colino. Aggiungetelo quindi al brodo di pesce e al pomodoro e portate a ebollizione.
  5. Scaldate in una larga padella due tre cucchiai di olio  con la cipolla.
  6. Unite quindi gamberi e i gamberoni e fateli rosolare per alcuni minuti, poi toglieteli e teneteli da parte.
  7. Unite ora  le seppie e fatele rosolare qualche minuto, aggiungete quindi il filetto di pesce tagliato a pezzettini.
  8. Unite i peperoni  e cuocete per 5 minuti. aggiungete un po’ di paprika e i piselli.
  9. Mescolate tutti gli ingredienti, unite il riso e subito coprite con il brodo bollente: cuocete a fuoco vivo per qualche minuto.
  10. Moderate la fiamma e cuocete il tutto per il tempo di cottura del riso senza mescolare: se il brodo dovesse asciugarsi troppo, unirne un po’ senza mescolare.
  11. Trascorso il tempo,  aggiungete le i gamberi e i gamberoni, le cozze, le vongole e cuocete per uno o due minuti ancora.
  12. Servite la paella calda .

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Fables de Sucre

Fables de Sucre, il blog a quattro mani di Claudio e Eva, che raccontano favole dolci e qualche volta salate, e storie di Casa Fables fatte di amore per la cucina e il cibo

Cooking Loving Sharing

dentro e fuori la cucina

Con Un Poco Di Zucchero

Quel che accade nella cucina di una food blogger

Maria Cristina's Kitchen

Il gusto della buona cucina

ci vuole passione

ViaggiandoMangiando

ci vuole passione

feel free, naturalmente, gluten free

Il buon cibo è anche gluten free

la gelida anolina

ci vuole passione

Chez-Babs

ci vuole passione

ci vuole passione

Ecocucina

Laboratorio di ricette per una cucina a costo e impatto (quasi) zero

Associazione La Trottola

... La Bottega delle Cose di Casa d'Altri

Con le mani in pasta

Diario culinario di una mamma metà cuoca, metà contadina

Anice&Cannella

ci vuole passione