Il polpo alla Gallega (Galiziana). Octopus galizian style.

19 Ago

Eccomi qui…oggi ci cimentiamo con un piatto davvero meraviglioso: il polpo alla Gallega, o alla galiziana, un piatto tradizionale di quella regione della Spagna che viene però cucinato in tutto il Paese . LO cucinano anche in Argentina, soprattutto durante la settimana santa ed è facile trovarlo, da noi, nei ristoranti spagnoli.

Io l’ho assaggiato a Parigi in un ristorantino dal nome divertente: Cafè cantante  vicino a Saint Germain de Pres: era così buono che ho deciso di provarci e devo dire è stato un successone anche perchp sono stata molto atenta a seguire due semplicissimi trucchi che rendono il polpo tenerissimo……!

Il primo trucco è congelare il polpo. Perchè? Perchè se lo cucinate subito, rimarrà duro…..e avrete rovinato il vostro piatto. Congelandolo, l’acqua che contiene (ed è molta) si gonfierà e romperà le terminazioni nervose nella carne del polpo rendendone la carne morbidissima!!!! Quindi congeatelo per almeno 2 giorni, poi scongelatelo per almeno un giorno e poi….cuocetelo.

Ma qui ecco il secondo consiglio: ad acqua in ebollizione immergete il vostro polpo tenendolo per i tentacoli e tiratelo fuori dall’acqua per ben tre volte consecutive: anche questo serve a rendere le carni morbide….!!! A questo punto lasciatelo immerso nell’acqua e lessatelo per bene.

Per 6 persone:

  • Un polpo di circa 2 chili
  • 1/2 chilo di  patate
  • Olio extravergine di oliva q.b.
  • peperoncino  piccante e dolce q.b.
  • sale q.b.
  1. Per cuocere il vostro polpo di due kili lo dovete lasciarlo nell’acqua bollente per circa 50 minuti (approssimativamente per ciascun chilo servono 20 / 25 minuti).
  2. Nel frattempo, sbucciate le patate  e tagliatele a rondelle: tenetele da parte immerse nell’acqua così non anneriscono
  3. Quando il polipo è cotto, lasciatelo riposare per 15 minuti nella sua acqua.
  4. A questo punto scolatelo, ma NON buttate l’acqua perchè in quest’acqua ci  cuocerete le patate.
  5. Nel frattempo, tagliate  il polpo cotto a rondelle.
  6. Una volta cotte le patate disponetele su di un piatto e adagiatevi sopra  il polpo.
  7.  Condiamo con  l’olio di oliva e spoliverizzate con  il peperoncino  piccante (anche un poco di quello dolce se volete)
  8. Salate e servite!!

Here I am today … to try  a really wonderful dish: the Galician octopus, a traditional dish from that region of Spain now cooked nearly everywhere! They cook it even in Argentina, especially during Holy Week.

I have tasted it in a restaurant in Paris with a  funny name: Café Cantante near Saint Germain des Pres: it was so good that I decided to try it and I must say it has been a hit…but pay attention: you have to follow two simple tricks that make the octopus tender ……!

Octopuses for sale in Tsukiji fish market, in ...

Image via Wikipedia

The first trick is to freeze the octopus. Why? Because if you cook it right away, it will remain hard ….. and you ruin your meal. Freezing it, the water it has (very much)  will swell and break the nerve endings in the flesh of the octopus makes the meat soft!! So freeze it for at least 2 days, then thaw for a day …. and then cook.

But here’s the second advice: before boiling it,  dip your octopus,  holding by tentacles,  and pull it out of the water for three consecutive times: this also serves to make the meat soft ….!!! After the three times let it immersed in water and let it boil.

For 6 persons:

* An octopus of about 4 pounds
* 1 pound of potatoes
* Extra virgin olive oil to taste
* Chilli and sweet pepper to taste
* Salt to taste

1. To cook two pounds of your octopus you must leave it in boiling water for about 50 minutes
2. Meanwhile, peel the potatoes and cut them into slices: put them  aside immersed in the water so they will not blacken
3. When the octopus is cooked, let it rest for 15 minutes in his water.
4. At this point, drain it, but DO NOT throw water away  because we will use it to boil the potatoes.
5. Meanwhile, cut the  ​​cooked octopus in slices.
6. Once cooked, arrange the potatoes on a plate, and put the octopus over them.
7. Season with olive oil and hot pepper  with (even a little of the sweet one if you like)
8. Add salt and serve!

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Fables de Sucre

Fables de Sucre, il blog a quattro mani di Claudio e Eva, che raccontano favole dolci e qualche volta salate, e storie di Casa Fables fatte di amore per la cucina e il cibo

Cooking Loving Sharing

dentro e fuori la cucina

Con Un Poco Di Zucchero

Quel che accade nella cucina di una food blogger

Maria Cristina's Kitchen

Il gusto della buona cucina

ci vuole passione

ViaggiandoMangiando

ci vuole passione

feel free, naturalmente, gluten free

Il buon cibo è anche gluten free

la gelida anolina

ci vuole passione

Chez-Babs

ci vuole passione

ci vuole passione

Ecocucina

Laboratorio di ricette per una cucina a costo e impatto (quasi) zero

Associazione La Trottola

... La Bottega delle Cose di Casa d'Altri

Con le mani in pasta

Diario culinario di una mamma metà cuoca, metà contadina

Anice&Cannella

ci vuole passione