La panissa ligure: una delizia con la farina di ceci. The ligurian panissa (or panisses) a delightful street food.

4 Lug
Oggi facciamo insieme  un’antica ricetta ligure, fatta solo con acqua, farina di ceci e olio d’oliva come ingredienti principali. E ‘un alimento povero, nato quando l’Italia era un Paese con meno soldi e più fantasia …ed è una sorta di street food, molto molto gustoso, a me piace servirlo come antipasto quando ho amici, oppure come secondo o piatto unico condito nei modi più diversi….provate anche voi, non ne rimarrete delusi!!
Per 6 persone:
  • 750 g di acqua
  • 250 g di farina di ceci
  • olio extravergine di oliva q.b.
  • olio per friggere se decidete di friggerla
  • Succo di limone appena spremuto per condire
  • Sale e pepe nero appena macinato per condire
  • altri condimenti a piacere

1. Portate quasi a bollore l’acqua e togliete la pentola dal fuoco.
2. Aggiungete  la farina, setacciandola e mescolando continuamente per evitare la formazione di grumi, e il sale q.b. La polenta ottenuta dev

e essere liscia e non troppo spessa. Se avete un mixer usatelo e sarà tutto più semplice.
3. Riportate la pentola sul fuoco e cuocete la panissa per 40 minuti, mescolando continuamente: se dovesse  asciugare troppo durante la cottura aggiungete altra acqua bollente in piccola quantità.
5. Una volta cotta, versatela su un grande piatto, o contenitore piatto, o sul piano di marmo se lo avete, precedentemente bagnato e livellatela all’altezza di un dito.
6. Lasciate raffreddare e tagliate a strisce o pezzi  della grandezza che volete e a questo punto:
7. Servite  con pepe, olio d’oliva e succo di limone, che i vostri commensali  utilizzeranno per condire la loro panissa  a piacere. Oppure friggete in olio bollente e servite calda.

Buonissima.

This is an old Ligurian recipe, it just calls for water, chickpeas flour and olive oil as main ingredients! It’s a poor food, born when Italy was a Country with less money and more fantasy…! It’s a sort of street food, very tasty, I like to serve it as appetizer when I have friends.

Serves 6:

panisses

Image by Panisses

  • 750 g water
  • 250 g chickpeas flour
  • extra virgin olive oil
  • oil to fry if you decide to fry it
  • freshly squeezed lemon juice to season
  • salt and freshly ground black pepper to season
  1. Take water  nearly to boil and remove it from the fire.
  2. Sift in the flour and salt, stirring constantly to keep lumps from forming. The resulting polenta should be smooth and not overly thick.
  3. Return the pot to the fire and cook the panissa for 40 minutes, stirring constantly; should it dry out too much while it’s cooking stir in more hot boiling water.
  4. If you have a polenta pot with a mechanical stirrer, the cooking will be much easier.
  5. Once it’s done, divvy it out into a big flat dish, previously dumped and level it at one finger height.
  6. Let it cool and cut into short stripes or pieces and :
  7. Serve with pepper, olive oil and lemon juice aside, which your diners will use to season their panissa to taste.
  8. Or: fry them in oil and serve.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Fables de Sucre

Fables de Sucre, il blog a quattro mani di Claudio e Eva, che raccontano favole dolci e qualche volta salate, e storie di Casa Fables fatte di amore per la cucina e il cibo

Cooking Loving Sharing

dentro e fuori la cucina

Con Un Poco Di Zucchero

Quel che accade nella cucina di una food blogger

Maria Cristina's Kitchen

Il gusto della buona cucina

ci vuole passione

ViaggiandoMangiando

ci vuole passione

feel free, naturalmente, gluten free

Il buon cibo è anche gluten free

la gelida anolina

ci vuole passione

Chez-Babs

ci vuole passione

ci vuole passione

Ecocucina

Laboratorio di ricette per una cucina a costo e impatto (quasi) zero

Associazione La Trottola

... La Bottega delle Cose di Casa d'Altri

Con le mani in pasta

Diario culinario di una mamma metà cuoca, metà contadina

Anice&Cannella

ci vuole passione