Crema di cannellini con branzino. Cannellini beans and sea bass.

14 Giu

Buongiorno! Oggi ho messo a bagno mezzo chilo di fagioli cannellini bellissimi che poi ho cotto per mezz’ora in pentola a pressione. Ora, quindi, mi ritrovo con una bella quantità di fagioli cannellini cotti da utilizzare in diverse preparazioni.

Comincio quindi subito proponendovi una vellutata di cannellini con filetti di branzino che è una vera delizia. Se non avete il pesce o non avete voglia di aggiungerlo, non vi preoccupate, è buona anche così.

Prima di cominciare però, voglio dirvi che i fagioli contengono il 2-4% di grassi, sono ricchi di acidi grassi polinsaturi e  ciò li rende adatti ad una dieta ipolipidica. Sono anche una straordinaria fonte di proteine il cui valore biologico è paragonabile a quello delle proteine animali.

I legumi sono una buona fonte di fibra alimentare solubile (elevato è il contenuto in fibra alimentare nella buccia esterna) la quale contribuisce a ridurre e rallentare l’assorbimento di zuccheri e grassi, contribuendo quindi al controllo della glicemia e della colesterolemia, e regolando le funzioni intestinali.
Questa azione ipocolesterolemizzante comune a quasi tutti i legumi non è ancora ben chiaro a quale componente sia attribuibile: se alle proteine stesse, ai fosfolipidi o alle saponine.

Tutto ciò per invogliarvi a provare la mia vellutata….: non vi sembra abbastanza…?

Per 4-6 persone:

Per la vellutata:

  • 250 g. di fagioli cannellini secchi
  • 1,5 litri di acqua
  • 2 foglie di alloro
  • carota, cipolla sedano tagliato a dadini piccoli q.b.
  • olio extravergine di oliva q.b.
  • un rametto di rosmarino (solo gli aghi) tritati finissimi
  • sale q.b.
  • brodo vegetale q.b.

Per il pesce:

  • olio extravergine di oliva q.b.
  • 4-6 filetti di branzino spinati
  • sale q.b.
  1. La sera mettete in una zuppiera i fagioli, sciacquateli in acqua tiepida  per circa 20 minuti,  scolateli e rimetteteli nella zuppiera coprendoli abbondantemente con  acqua.
  2. Dopo almeno 12 ore di ammollo, scolateli e metteteli nella vostra pentola a pressione ricoprendoli nuovam ente con 1,5 litri di acqua . NON SALATE!!
  3. Aggiungete  due foglie di alloro.
  4. Chiudete la vostra pentola a pressione, mettete il tutto sul fuoco vivo finché la pentola non comincia a sbuffare vapore in maniera decisa (in genere sono necessari circa venti minuti ma diciamo che a seconda della qualità del fuoco, della pentola e della quantità d’acqua potremmo arrivare anche a trenta).
  5. Abbassate il fuoco al minimo, contate 20 minuti e spegnete.
  6. Lasciate riposare per un’ora senza aprire il coperchio affinchè la cottura si completi da sè e la pressione interna della pentola si azzeri.
  7. Preparate un soffrittino con olio e verdure e saltatevi per pochi minuti i fagioli: salate.
  8. Aggiungete un poco di brodo e frullate il tutto finemente. Se la consistenza è troppo densa, potete aggiungere ancora un poco di brodo.
  9. Unite il prezzemolo, un filo di olio crudo e mescolate. Tenete in caldo.
  10. In una padella a parte, fate scaldare un poco di olio e saltatevi i filetti di pesce. Salate.
  11. Versate la vellutata nelle fondine, appoggiatevi sopra il pesce e servite.

Hello! Today I soaked some cannellini beans,  then I cooked them for half an hour in a pressure cooker. Now, therefore, I find

Giant Black Sea Bass

Image via Wikipedia

myself with a nice amount of cooked beans to be used in different preparations.

What do you think of  a cream of white beans with fillets of sea bass that is a real treat?  If you do not have fish or

  you do not want to add it, do not worry, it is also so good.

Before beginning though, I want to tell you that beans contain 2-4% fat, are rich in polyunsaturated fatty acids, ma

king them suitable for a low-fat diet. They’re also a great source of protein whose biological value is comparable to that of animal protein.

Legumes are a good source of soluble dietary fiber (the higher the fiber content of food in the outer husk), which helps reduce and slow down the absorption of sugars and fats, thus helping to control blood sugar and cholesterol, and adjusting the intestinal functions.
This cholesterol-lowering action common to almost all vegetables is not yet clear which component is attributable to: if the same proteins, phospholipids or saponins.

All this to give you the opportunity to prove my cream ….: still is not enough …?

Serving 4 to 6 people:

For the soup:

  • 250 g. of dried cannellini beans
  • 1.5 liters of water
  • 2 bay leaves
  • carrot, celery, onion, diced small to taste
  • extra virgin olive oil to taste
  • a sprig of rosemary (needles only), finely chopped
  • salt to taste
  • vegetable broth to taste

For the fish:

  • extra virgin olive oil to taste
  • 4-6 boneless fillets of sea bass
  • salt to taste

1. In the evening, put the beans in a bowl, rinse in warm water for about 20 minutes, drain and place back in bowl by covering them with water.
2. After at least 12 hours of soaking, drain them and put them in your pressure cooker cover them again with 1.5 liters of water. NO SALT!
3. Add two bay leaves.
4. Close your pressure cooker, put everything on high heat until the pan begins to steam puffing in a decisive manner (usually takes about twenty minutes but we say that depending on the quality of the fire, the pot and the amount of water we could even reach thirty).
5. Lower the heat to low, count 20 minutes and turn off.
6. Let stand for one hour without opening the cover so that the cooking is complete by itself and the pressure inside the pot resets.
7. Sautè the beans  with oil and vegetables  for a few minutes . Season with salt.
8. Add a little broth and blend all ingredients finely. If the consistency is too thick, you can still add a little stock.
9. Add the parsley, a little olive oil and stir. Keep warm.
10. In a separate pan, heat a little oil and sautè fish fillets. Add salt.
11. Pour the soup into bowls, add the fish and serve immediately.

2 Risposte to “Crema di cannellini con branzino. Cannellini beans and sea bass.”

  1. Rossana giugno 14, 2011 a 07:37 #

    Adoro sia il pesce che i legumi, questa ricetta sembra fatta apposta per me. Grazie

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Fables de Sucre

Fables de Sucre, il blog a quattro mani di Claudio e Eva, che raccontano favole dolci e qualche volta salate, e storie di Casa Fables fatte di amore per la cucina e il cibo

Cooking Loving Sharing

dentro e fuori la cucina

Con Un Poco Di Zucchero

Quel che accade nella cucina di una food blogger

Maria Cristina's Kitchen

Il gusto della buona cucina

ci vuole passione

ViaggiandoMangiando

ci vuole passione

feel free, naturalmente, gluten free

Il buon cibo è anche gluten free

la gelida anolina

ci vuole passione

Chez-Babs

ci vuole passione

ci vuole passione

Ecocucina

Laboratorio di ricette per una cucina a costo e impatto (quasi) zero

Associazione La Trottola

... La Bottega delle Cose di Casa d'Altri

Con le mani in pasta

Diario culinario di una mamma metà cuoca, metà contadina

Anice&Cannella

ci vuole passione