Apple tart: la torta di mele per iniziare bene la settimana

28 Feb

Buongiorno!!!!

Come è iniziata la vostra settimana? la mia benissimo: domani prendo il volo e me ne vado a New York non è fantastico?

Ho lavorato indefessamente per voi e ho già programmato diversi post di ricettine che usciranno, come al solito, ogni giorno.  Ho lasciato però qualche data vuota in cui vi scriverò dalla Grande Mela per raccontarvi le novità e condividere con voi gli indirizzi golosi e non.

Vi ricordate quella pasta frolla che avevamo lasciato in freezer? Se non la ricordate, ritornate qui. Bene allora: togliete la pasta frolla dal freezer, lasciatela scongelare, ma non riscaldare, deve rimanere bella fredda, come se fosse appena uscita dal frigorifero e………. via che la trasformiamo in una delizia!

Per 6 persone:

  • metà dose della pasta frolla della ricetta che trovate qui
  • 80 g. di burro fuso
  • 3 mele Golden o Granny Smith o Renette, ma non stressatevi per le mele, alla fine vanno bene tutte.
  • scorza grattugiata di mezza arancia e il suo succo
  • scorza grattugiata di un limone
  • un pizzico di sale
  • 100 g. di zucchero di canna
  • se volete un risultato speziato: cannella e  chiodi di garofano a piacere, ma in questo caso non aggiungete più i pinoli.
  • 2 manciate di pinoli tostati in una pentola antiaderente, a fuoco vivo,  senza mai abbandonarli o bruciano!! (10-15 min. circa)
  1. Fate saltare per 5 min. nel burro le mele precedentemente pelate e tagliate a dadini. Attenzione, se ci mettete troppo a pelare le mele, diventeranno scure, per cui, man mano che lo fate vi conviene immergerle nell’acqua e limone e poi scolarle quando le utilizzate.
  2. Unitevi le scorze di agrumi, il succo di arancia e il sale.
  3. Aggiungete lo zucchero e le spezie (se volete), o i pinoli come ho fatto io;  lasciate sciogliere a fuoco lento fino a quando le mele saranno morbidine, ma non sfatte. 
  4. Fate intiepidire e, nel frattempo, tirate la frolla tra due fogli di carta forno ( è più facile),  ottenendo due sfoglie sottili che possano coprire una teglia, di quelle con i bordi apribili, di 20 cm. di diametro, ma se non l’avete di 20 non importa, anche 22 o 23 cm. va bene, solo dovrete tirare la sfoglia un po’ di più.
  5. Con una della due frolle rivestite il fondo e i bordi della teglia: non è necessario andare troppo in alto sui bordi.
  6. Riempite con la vostra farcia alle mele  e poi richiudete con il secondo disco di frolla, ripiegando sui bordi, di modo che i due dischi di pasta si saldino.
  7. Se, durante la lavorazione, la frolla si scalda e diventa troppo molle, rimettetela in frigorifero per una decina di minuti e poi andate avanti.
  8. Fate una croce al centro della torta, così in cottura il vapore delle mele potrà uscire e cuocete in forno caldo a 180° per 30 min.
  9. Lasciate intiepidire e servite con panna fresca o gelato o anche senza nulla.
  10. Non mangiatevela tutta voi, ma lasciatene un po’ anche per gli altri.

APPLE TART: A SWEET WAY TO START THE WEEK.

Hi! This is my last day in Milan, tomorrow I will fly to NYC and I’m really thrilled!

I have posted several planned posts that will appear on your dashboard when you enter my blog and we will keep in touch! Some days you’ll find a recipe, some others you’ll read something about my staying in NYC.

Now, using the half left over of dough of the tarte tatin recipe (if you don’t remember it, just click “tarte tatin recipe” here), today we will cook a lovely tart very classic, but with something different.

Serves 6:

  • 1/2 the dough you made here
  • 80 g. of melted butter
  • 3 large cooking apples peeled, cored and cut in small cubes.
  • zest of a lemon and half an orange
  • the juice of half an orange
  • 1 pinch of salt
  • 100 g. of brown sugar
  • cinnamon and  cloves, if you like, but in this case do not add pine kernels.
  • 1/2 a cup of pine kernels toasted.

  1. In a large saucepan, melt the butter and add the apples, sautè for 5 min.
  2. Add the zest, the juice, the  salt together with the sugar and let it cook for 10-15 minutes stirring from time to time. Add the spices and let it cool out of the fire.
  3. Meantime, roll out half of the pastry to the shape of an oven proof 20 cm. diameter plate.
  4. Arrange the apples on the pastry and sprinkle them with pine kernels if you haven’t added the spices.
  5. Roll the remaining dough to cover the apples and dampen the edge of the base pastry with cold water to seal.
  6. Press the top pastry over the apples to make the tart. Seal the edges.
  7. Put a cut on top of the pastry to allow steam to escape.
  8. Bake for 35 min. approx. at 200 C°.
  9. Serve with ice cream, custard or cream and do not it all of it by yourself.

4 Risposte to “Apple tart: la torta di mele per iniziare bene la settimana”

  1. Alida febbraio 28, 2011 a 09:10 #

    Fantastica ricetta!

  2. Rossana febbraio 28, 2011 a 09:56 #

    Sembra proprio la torta di mele di nonna papera. Il mio problema è che a casa mia l’unica che ama i dolci sono io …
    Comunque prima o poi, complice magari qualche amico goloso in visita, la farò senz’altro.
    Un abbraccio e salutami NY.

    • cuocona febbraio 28, 2011 a 11:35 #

      Grazie Rossana, sei un tesoro, io parto, ma tu collegati, sono in arrivo ricettine velocissime!!

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Fables de Sucre

Fables de Sucre, il blog a quattro mani di Claudio e Eva, che raccontano favole dolci e qualche volta salate, e storie di Casa Fables fatte di amore per la cucina e il cibo

Cooking Loving Sharing

dentro e fuori la cucina

Con Un Poco Di Zucchero

Quel che accade nella cucina di una food blogger

Maria Cristina's Kitchen

Il gusto della buona cucina

ci vuole passione

ViaggiandoMangiando

ci vuole passione

feel free, naturalmente, gluten free

Il buon cibo è anche gluten free

la gelida anolina

ci vuole passione

Chez-Babs

ci vuole passione

ci vuole passione

Ecocucina

Laboratorio di ricette per una cucina a costo e impatto (quasi) zero

Associazione La Trottola

... La Bottega delle Cose di Casa d'Altri

Con le mani in pasta

Diario culinario di una mamma metà cuoca, metà contadina

Anice&Cannella

ci vuole passione